thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie B

  • 07 dicembre 2012
  • • 20.45
  • • Stadio Alberto Braglia, Modena
  • Arbitro: F. Merchiori
  • • Spettatori: 10205
2
FIN
0

Sassuolo-Modena 2-0: La neve frena il bel calcio, Boakye e Catellani stendono i canarini e lanciano la capolista

Campo innevato e pallone rosso al Braglia: derby deciso da un sinistro del ghanese deviato da Gozzi e da una fuga in contropiede dell'ex del match. Neroverdi a +4 sul Livorno.

Derby innevato, derby fortunato: il Sassuolo piazza un micidiale uno-due con una rete per tempo, stronca i tentativi di reazione del Modena e si porta a +4 sul Livorno, prima inseguitrice della capolista. Su un campo impossibile Boakye segna l’1-0 grazie a una deviazione sfortunata di Gozzi, Catellani raddoppia in contropiede. La squadra di Marcolin, poco pericolosa, manca l’accesso alla zona playoff. Di Francesco e i suoi, invece, sognano sempre più.

FORMAZIONI – L'ex allenatore di Pescara e Lecce punta ancora sul tridente: accanto ai talentini Boakye e Berardi c’è spazio per Catellani, un ex. Panchina per Chibsah, prestito juventino: gioca Bianchi in mezzo al campo. Marcolin cambia ancora modulo e opta per il 4-4-2: c’è Stanco in attacco accanto ad Ardemagni. In realtà pare più un 4-2-4, visto che gli esterni di centrocampo, Surraco e Pagano, sono prettamente offensivi.

PRIMO TEMPO – Come in gran parte della Penisola, nevica anche su Modena. E il derby ne risente. Si gioca col pallone rosso, il campo completamente imbiancato e i fiocchi che cadono imperterriti impediscono un fluido svolgimento del gioco. Difficile restare in piedi, e chi ce la fa raramente riesce poi a far viaggiare il pallone con naturalezza.

Le occasioni, come è logico che sia, latitano. Catellani segna, ma il gioco era già stato fermato per un precedente fallo di Boakye, che aveva poi servito il compagno. Dall’altra parte Ardemagni è stretto nella morsa dei difensori neroverdi e della neve. L’unico che combina qualcosa di buono è proprio Boakye: è lui, al 32’, a calciare col sinistro e a trovare la deviazione di Gozzi, che inganna Colombi per l’1-0.

È un lampo in una partita pesantemente condizionata. Anche se dopo il goal del ghanese qualcosa di buono si vede: il Modena si getta in avanti e in un paio di mischie va pure vicino al centro del pareggio, mentre la capolista tenta di raddoppiare con Bianchi, il cui colpo di testa su punizione di Magnanelli termina di poco a lato.

SECONDO TEMPO – La neve non smette di scendere. E il terreno di gioco del Braglia diventa sempre più pesante, rendendo quasi impossibile l’impresa di giocare a calcio. Il Modena dovrebbe attaccare, ma Ardemagni non riesce mai a rendersi pericoloso. Dall’altra parte, chi pare trovarsi a proprio agio è Andrea Catellani, ex dell’incontro.

L’esterno in prestito dal Catania è il più vivace. E il più pericoloso in zona goal: prima chiama Colombi a un intervento complicato con un destro parecchio insidioso, poi realizza il 2-0 con una fuga in contropiede, lanciato in profondità sul filo del fuorigioco. È la rete che chiude virtualmente il derby modenese, bloccato come non mai dalla neve.

Il Modena, da lì, sparisce. E rischia pure di imbarcare ulteriore acqua (o… neve). Boakye calcia a lato da buona posizione, Catellani si mangia il tris a un passo da Colombi, imitato nel finale dal neo entrato Pavoletti. Ma per Di Francesco e i suoi può bastare così: il 2-0 permette di fuggire a +4 sul Livorno. In attesa della risposta dei labronici, domani a Vicenza.

CHIAVE – L’1-0 di Boakye poco dopo la mezzora del primo tempo spezza la monotonia di un match impossibile da giocare su un campo del genere. Da lì il Modena, incapace di reagire, raramente si rende pericoloso, fino a incassare pure il raddoppio di Catellani.

MOVIOLA – Poco da segnalare in un match teso ma sostanzialmente corretto. Il Modena reclama per un sospetto fallo in area su Ardemagni, con la gara ferma sull’1-0, e forse le proteste ci stanno.

Sullo stesso argomento