thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 01 settembre 2013
  • • 20.45
  • • Stadio Città del Tricolore, Reggio Emilia
  • Arbitro: P. Mazzoleni
  • • Spettatori: 9929
1
FIN
4

Sassuolo-Livorno 1-4: Zaza segna il primo storico goal in A dei neroverdi, ma sono gli amaranto a portare a casa i tre punti

Doppietta di Emeghara e goal di Greco e Paulinho per il poker che ha permesso ai livornesi di espugnare il campo del Sassuolo, che ha realizzato la rete della bandiera con Zaza.

Al 'Città del Tricolore' di Reggio Emilia, il Livorno ha battuto in trasferta il Sassuolo per 4-1. Una partita che per quasi tutto il primo tempo era stata condotta meglio dai padroni di casa, poco incisivi però in zona-goal e così la rete di Greco sul finire di tempo ha cambiato l'imprinting alla gara. Nella ripresa, infatti, dopo il pari di Zaza, che ha messo a segno il primo storico goal del Sassuolo in A, è venuto fuori il Livorno, a segno due volte Emeghara e una con Paulinho.

FORMAZIONI - Il tecnico del Sassuolo Di Francesco a Kurtic, Chibsah e Missiroli le chiavi del centrocampo, per far filtro davanti alla difesa ma anche per supportare il trio offensivo formato da Laribi, Zaza e Alexe. In difesa, davanti a Rosati, un quartetto formato da Gazzola, Terranova, Rossini e Ziegler.

Nicola, invece, schiera il suo Livorno con un 3-5-2. Valentini, Emerson e Ceccherini sono i difensori a guardia dei pali difesi da Bardi. Luci, Biagianti e Greco presidiano la parte centrale di centrocampo, mentre Schiattarella e Gemiti agiscono sulle fasce. Di punta spazio a Paulinho ed Emeghara.

PRIMO TEMPO - La prima frazione di gioco ha visto un Sassuolo più intraprendente, con gli esterni Laribi e Kurtic che hanno messo più volte in difficoltà gli esterni del Livorno, e un Missiroli ispirato che con le sue verticalizzazioni ha cercato di imbeccare in area Zaza e Alexe. La miglior propensione offensiva dei neroverdi non si però concretizzata in azioni da goal veramente pericolose per la porta difesa da Bardi.

Al 44', così, è arrivata la beffa. Il Livorno, che aveva fino ad allora agito soprattutto in azioni di contropiede, ha conquistato un calcio di punizione dai 25 metri. Alla battuta è andato Greco che con una conclusione a giro sopra la barriera, ma comunque veloce e tesa, ha insaccato il goal con cui gli amaranto hanno chiuso in vantaggio il primo tempo.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa è ancora il Livorno a costruire la prima palla-goal con Paulinho, poi è il Sassuolo ad andare vicino al pareggio prima con Kurtic e poi due volte con Zaza. E al 67' è proprio Zaza a insaccare alle spalle di Bardi, colpendo di testa su cross da calcio di punizione di Laribi. E' suo, quindi, il primo goal in Serie A nella storia del Sassuolo.

La gioia degli emiliani dura poco, però, perchè al 69' Emeghara riceve palla al limite dell'area, supera in velocità il diretto marcatore e quasi dal fondo calcia a rete superando Rosati, che nella circostanza si fa sorprendere goffamente sul proprio palo dalla conclusione dell'attaccante. Il portiere si attendeva probabilmente il cross a centro area.

Al 74' è quindi Paulinho a dare la zampata decisiva per la vittoria amaranto, con una bella azione personale e all'86' è infine ancora Emeghara, alla doppietta personale, a mettere il sigillo sulla gara, realizzando con freddezza un calcio di rigore concesso dall'arbitro Mazzoleni per un atterramento di Luci da parte del portiere neroverde Rosati.

CHIAVE - La maggiore freddezza in zona-goal degli attaccanti del Livorno ha fatto la differenza in questa gara, dove fino al 67' invece gli avanti neroverdi, Zaza in testa, non erano riusciti a sfruttare le diverse buone palle messe a disposizione da Missiroli e Laribi in particolare.

MOVIOLA - Partita senza grossi problemi d'arbitraggio per Mazzoleni, che ha visto bene anche in occasione del calcio di rigore concesso all'86', quando Rosati è uscito in ritardi sull'incursione in area di Luci mettendolo a terra e rimediando il giallo, oltre al penalty trasformato da Emeghara.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Paulinho. Splendido il suo goal che neutralizza le residue ambizioni di pareggio del Sassuolo, ma ottima tutta la sua gara, in cui ha messo continuamente in difficoltà la retroguardia avversaria.

IL PEGGIORE - Rosati. E' attento per tutto il primo tempo e non può davvero nulla sulla punizione di Greco che dà il vantaggio al Livorno. Nella ripresa, però, è colpevole sul primo goal di Emeghara, dove si fa sorprendere sul suo palo, e causa il rigore che chiude la gara con un'uscita in ritardo su Luci.

Sullo stesso argomento