thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 10 dicembre 2012
  • • 19.00
  • • Stadio Comunale Luigi Ferraris, Genova
  • Arbitro: A. Gervasoni
  • • Spettatori: 21400
0
FIN
2

Sampdoria-Udinese 0-2: Danilo e Di Natale fanno il colpo, i blucerchiati sprecano un rigore con Pozzi

Un assist e un goal per Totò Di Natale, lo spauracchio numero 1 per i blucerchiati, come previsto alla vigilia da Ferrara. Buona Udinese, Samp distratta e poco incisiva.

L’Udinese espugna Marassi, grazie a Danilo e Di Natale. La Sampdoria non è mai in partita e fallisce anche un calcio di rigore con Pozzi. Bianconeri che fanno un bel balzo in classifica e raggiungono la parte tranquilla della classifica. Per la Sampdoria ancora situazione pericolosa, a soli tre punti dalla terz'ultima.

FORMAZIONI – Confermata la formazione della Sampdoria che si prospettava alla vigilia, con Icardi unica punta e De Silvestri e Juan Antonio indisponibili. Novità invece nell’Udinese: Guidolin non schiera né Fabbirni, né Maicosuel dietro a Di Natale. Spazio a Pereyra come trequartista e inserimento di Badu a centrocampo.

PRIMO TEMPO – Pronti via e la Sampdoria sembra subito più intraprendente e ben messa in campo. Il primo quarto d’ora è infatti tutto di marca blucerchiata, con l’Udinese che, nonostante il folto centrocampo, si lascia schiacciare troppo dagli avversari. Guidolin se ne accorge e cambia modulo, passando alla difesa a 4 per contenere le folate doriane.

Gli effetti del cambio si vedono subito. Al 16’ girata di Di Natale e Romero che compie una grande parata, ricevendo anche i complimenti del capitano friulano. Dalla bandierina va lo stesso Di Natale, palla al bacio per Danilo, lasciato inspiegabilmente solo in area e vantaggio friulano. La Samp si getta in avanti, ma senza mai pungere. L’Udinese gioca di rimessa e al 27’ arriva il raddoppio. Badu vince un rimpallo con Rossini e palla che arriva a Di Natale. Il capitano bianconero supera con facilità Romero e sigla l’incredibile 0-2. La Sampdoria accusa il colpo e l’Udinese non solo tiene in mano il pallino del gioco ma va anche vicina al terzo goal con Heurtaux.

I friulani sono padroni del campo, con la Sampdoria che sembra ipnotizzata dal costante possesso palla dei bianconeri. Gervasoni non concede neanche un minuto di recupero e prima frazione che si conclude con il meritato vantaggio di 2-0 per l’Udinese

SECONDO TEMPO – Nella ripresa, Ciro Ferrara getta nella mischia prima Pozzi per Maresca, con il chiaro intento di dare più peso all’attacco, apparso troppo leggero con il solo Icardi, poi tocca a Estigarribia rilevare l’infortunato Gastaldello. Guidolin cerca di prendere le misure, tornando di nuovo alla difesa a 3. E’ una Sampdoria a trazione anteriore, che però non riesce mai a rendersi pericolosa dalle parti di Brkic. Al contrario, è l’Udinese che giocando sempre in contropiede, rischia in più di un occasione di arrivare alla terza rete, soprattutto con Di Natale e Angella.

Ma al 64’ ecco l’episodio che potrebbe far rientrare in partita la Sampdoria. Allan interviene in modo scomposto su Icardi e Gervasoni concede il calcio di rigore. Brkic, però, neutralizza il tiro calciato debolmente da Pozzi, ripetendosi dopo il rigore parato contro la Lazio. La Sampdoria reagisce bene e non si perde d’animo, sfiorando di nuovo il goal con Icardi che però trova sulla sua strada ancora un grande Brkic. L’Udinese si rilassa un po’ troppo, ma la Samp, pur spingendo con continuità non riesce a trovare il goal

Con il passare dei minuti, l’offensiva degli uomini di Ferrara si affievolisce, grazie anche ai cambi di Guidolin che spezzano un po’ il ritmo della partita. L’Udinese riprende ad essere padrona del campo e a mantenere un buon possesso palla, facendo correre a vuoto la squadra di Ferrara. Di Natale sfiora di nuovo il colpo del ko, ma Romero compie una grande parata. La Sampdoria non c’è più e l’Udinese vince meritatamente.

LA CHIAVE – Il cambio tattico di Guidolin nel primo tempo, che ha sciolto l’Udinese, fino a qual momento troppo contratta, impedendo alla Sampdoria di avvicinarsi all’area di rigore è stata la chiave del match. Il rigore parato da Brkic, poi, ha consentito ai friulani di tenere lontana la Sampdoria e ha dato un brutto colpo alla fiducia dei blucerchiati di poter  riprendere la partita.

MOVIOLA - C’è tutto il rigore fischiato da Gervasoni. Allan atterra ingenuamente Icardi sotto gli occhi del direttore di gara, che non può far altro che concedere il tiro dal dischetto per la Sampdoria.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Di Natale. Goal in dribbling su Romero, ne sfiora un altro paio non riusciti per i miracoli del portiere argentino.

IL PEGGIORE - Berardi. Disastrosa la sua prova: responsabile in parte sul primo goal di Danilo insieme a Rossini, colpevole su goal Di Natale lanciando il pallone addosso a Badu e provocando poi la rete del napoletano, rischia un altra 'frittata' nel secondo tempo con un liscio di testa.

Sullo stesso argomento