thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 11 maggio 2014
  • • 15.00
  • • Stadio Comunale Luigi Ferraris, Genova
  • Arbitro: D. Chiffi
  • • Spettatori: 20651
2
FIN
5

Sampdoria-Napoli 2-5: Tempesta azzurra a Marassi, è record di vittorie esterne

Il Napoli travolge la Sampdoria ed è record di vittorie esterne con Duvan, Insigne, Callejon, Hamsik e l'autorete di Mustafi. Per i liguri, Eder e Wszolek.

Il Napoli travolge la Sampdoria e stabilisce il nuovo record di vittorie esterne del club. Sono 10, grazie al rotondo 5-2 rifilato alla compagine di Mihajlovic crollata sotto i colpi di Hamsik e compagni ma con la testa già in vacanza.

FORMAZIONI - Mihajlovic conferma in grandi linee l'undici tradizionale, rispolverando Maxi Lopez terminale offensivo e supportato dal trio Gabbiadini-Soriano-Eder.Negli azzurri diverse novità: Mesto difensore centrale, rientrano in formazione Maggio e Reveillere, davanti chance per Duvan.

PRIMO TEMPO - Il Napoli si mostra più intraprendente nel 'torpore' di un classico match di fine stagione, ma le prime due occasioni sono per la Samp con Soriano al 13' e il pasticcio di Reina che per poco non favorisce Maxi.

Poi salgono in cattedra i partenopei: al 19' Fiorillo devia sulla traversa un'incornata di Fernandez sugli sviluppi di corner, Duvan ribadisce sempre di testa portando in vantaggio gli ospiti. Soriano ci mette l'anima, i compagni meno, al 27' il Napoli raddoppia con Insigne che scaglia un tiro da fuori carico di effetto che non lascia scampo al portiere ligure.

Passano tre minuti e la Samp accorcia le distanze con una bella conclusione di Eder che si stampa contro il palo e si infila alle spalle di Reina, ma è questione di attimi perchè al 32' Callejon su punizione beffa un incerto Fiorillo calando il 'tris'.

A quel punto gli azzurri abbassano i ritmi e concedono campo ai blucerchiati, i soliti Soriano e Maxi Lopez si rendono pericolosi ma mira e fortuna non li assistono. Si va così al riposo dopo una prima frazione ricca di emozioni.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre sulla falsa riga dei primi 45 minuti: Reina chiude su Maxi Lopez in uscita, al 47' iniziativa di Duvan e cross basso per Hamsik chefa goal interrompendo un digiuno che durava dal 2 novembre.

I ritmi si abbassano, inizia la girandola di cambi, ma c'è ancora tempo per assistere al quinto goal degli azzurri: traversone basso di Callejon dalla destra, Mustafi anticipa Duvan ma deposita la sfera nella propria rete.

Al 63' è lo stesso tedesco a compiere un brutto fallo su Hamsik, costretto a lasciare il campo quasi in lacrime e sostituito da Mertens: per il doriano, solo ammonizione. Al 72' si rivede in campo Zuniga dopo 6 mesi al posto di Callejon, al 79' esordio in A per Toni Doblas.

Il colombiano per poco non va a segno con un tiro dal limite che sfiora il palo, tra le fila blucerchiate lo imita il neo entrato Wszolek che rende meno pesante il passivo indovinando un mancino sotto la traversa. La prodezza del polacco fa calare il sipario sul match di Marassi, che consegna un Napoli da record.

CHIAVE - La maggiore qualità offensiva del Napoli ha fatto la differenza, Samp con la testa già in vacanza e troppo sprecona dalle parti di Reina.

MOVIOLA - Buona la direzione dell'esordiente in A Chiffi, qualche dubbio al 25' sul fuorigioco fischiato ad Eder pronto a superare Reina con un pallonetto. Da rosso l'entrata di Mustafi su Hamsik al 63', giusto non espellerlo per un fallo di mani che non c'è tre minuti dopo.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Josè Callejon: Autentica 'spina nel fianco', segna e fa segnare, lo spagnolo si conferma pilastro di questo Napoli.

IL PEGGIORE - Vincenzo Fiorillo: Ha colpe enormi sul terzo goal di Callejon, non è esente da colpe nemmeno sul momentaneo bis di Insigne.

Sullo stesso argomento