thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 25 marzo 2014
  • • 20.45
  • • Stadio Olimpico, Roma
  • Arbitro: M. Bergonzi
  • • Spettatori: 31979
2
FIN
1

Roma-Torino 2-1: Capolavoro di Immobile, ma Florenzi vale tre punti

La Roma vince all'Olimpico contro il Torino grazie alla rete di Florenzi allo scadere. Un capolavoro di Immobile aveva pareggiato la rete di Mattia Destro.

Match ricco di occasioni all’Olimpico, la Roma mantiene il pallino del gioco per quasi tutta la gara, ma complici le parate di Padelli e un Ciro Immobile in grande spolvero riesce a vincere solo nel finale contro un Torino sempre combattivo.

Al gol di Mattia Destro nel finale della prima frazione risponde ad inizio ripresa Immobile con uno stupendo sinistro al volo, nel finale però Florenzi regala i tre punti alla sua squadra.

FORMAZIONI – Esordio assoluto in maglia giallorossa per l’ex San Paolo Rafael Toloi, il brasiliano sostituisce lo squalificato Benatia al centro della difesa. Recuperato in extremis Maicon che torna ad occupare il suo ruolo di terzino destro con Torosidis che si accomoda in panchina. A centrocampo rientra De Rossi dopo la squalifica, mentre in attacco Garcia conferma il trio Totti-Destro-Gervinho.

In casa granata Ventura conferma in blocco gli undici vittoriosi sabato contro il Livorno, quindi il compito di scardinare la difesa giallorossa spetta alla collaudata coppia Cerci-Immobile.

PRIMO TEMPO – I giallorossi provano subito ad imporre il loro gioco e dopo tre minuti impegnano Padelli con un tiro da fuori di Pjanic, l’estremo difensore granata blocca a terra. Sull’asse Totti-Maicon gli uomini di Garcia costruiscono le loro trame offensive, spesso però manca precisione nell’ultimo passaggio o la difesa torinista è precisa nelle chiusure.

Dal canto suo il Torino si difende ottimamente, come recuperano palla i centrocampisti granata cercano subito di ripartire velocemente servendo in verticale Cerci e Immobile. Al ventisettesimo grande occasione per la Roma: Gervinho serve Maicon che sfonda a destra e mette un pallone rasoterra in mezzo, velo di de Rossi e palla che arriva a Totti che calcia debolmente consentendo a Padelli di bloccare il pallone. Quattro minuti dopo ci prova anche Romagnoli da fuori, ma il portiere granata blocca in due tempi.

Anche il Torino si fa vivo dalle parti di De Sanctis con Immobile che incrocia con il sinistro, la palla esce di poco. Giallorossi vicinissimi al gol al trentacinquesimo: Destro ben servito al centro dell’area da Totti calcia di prima, Padelli respinge, la palla termina sui piedi di Pjanic che calcia rasoterra a botta sicura, l’ex portiere del Liverpool con un miracolo riesce a respingere.

A cinque minuti dall’intervallo Roma in vantaggio: ottima palla in verticale di Gervinho per Destro che riesce ad anticipare Padelli ed a scavalcarlo con un tocco sotto. Giallorossi che vedono premiata la mole di gioco mostrata per tutta la prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO – Il secondo tempo sembra avere lo stesso tema del primo, ma al cinquantunesimo minuto arriva una doccia fredda per i giallorossi: lancio lungo dalla difesa di Vives verso Immobile che da dentro l’area calcia al volo di sinistro pietrificando un incolpevole De Sanctis e segnando uno dei gol più belli del campionato. Tutto da rifare per Totti e compagni.

Maicon però continua a spingere a destra ed a creare pericoli alla difesa granata, al cinquantanovesimo serve Nainggolan con un preciso cross, il colpo di testa dell’ex cagliaritano termina però fuori. Darmian sembra in netta difficoltà di fronte alle avanzate dell’ex interista.

Sempre pericoloso il Torino in contropiede, al sessantasettesimo Cerci ha nei piedi l’occasione del due a uno: ben servito da Kurtic al centro dell’area, calcia di sinistro sul secondo palo, ma il pallone termina di pochissimo fuori. La Roma però continua ad attaccare e dopo gli ingressi di Ljajic e Bastos, al posto di Romagnoli e Totti, si riversa in avanti e dopo l’ennesimo affondo di Maicon ha un’ottima occasione con Gervinho, che dopo un batti e ribatti in area si ritrova il pallone tra i piedi e calcia fuori un rigore in movimento.

Sul finale due occasioni nitide per i granata: prima Kurtic calcia da fuori e De Sanctis in affanno respinge, l’azione prosegue Kurtic può ancora calciare da fuori ma sbuccia il pallone che termina ai piedi di Glik solo al centro dell’area, il polacco calcia di prima e il pallone termina fuori di pochissimo.

Al primo minuto di recupero i giallorossi riescono a venire a capo del match: Gervinho serve Florenzi solo in area che incrocia di sinistro e batte Padelli. Quando i tifosi della Roma sembravano ormai rassegnati al pareggio, con il cuore, i giallorossi riescono a trovare la rete della vittoria.

LA CHIAVE – Gervinho e Maicon: il primo regala due assist decisivi e va anche vicino al gol, il secondo spinge per novanta minuti scappando da tutte le parti a Darmian e mettendo una serie di importanti palloni in mezzo.

MOVIOLA – Al sesto minuto Maicon entra in area, va giù sostenendo di essere stato toccato da dietro, il terzino brasiliano però sembra trascinare il piede già prima del presunto contatto con il difensore granata, quindi il direttore di gara lascia correre.

In occasione del primo gol giallorosso, sul tocco di Gervinho, Mattia Destro è leggermente in fuorigioco, chiamata difficile per il guardalinee.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Maicon. E' l'attaccante aggiunto di questa Roma: si propone sempre in avanti con grande tempismo e qualità, fornendo una preziosa soluzione al gioco giallorosso. Inarrestabile nell'uno contro uno, ha la forza di essere puntuale anche nelle chiusure difensive.

IL PEGGIORE - Alessio Cerci. Praticamente annullato da Castan, fa poco movimento sul fronte offensivo e viene ingabbiato. Sbaglia anche una ghiotta occasione in contropiede, deve ritrovare lo smalto migliore.

Sullo stesso argomento