thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 10 novembre 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Olimpico, Roma
  • Arbitro: P. Giacomelli
  • • Spettatori: 46052
1
FIN
1

Roma-Sassuolo 1-1: Berardi gela l'Olimpico, niente fuga per la Lupa

Allo stadio 'Olimpico', per la dodicesima giornata di A, la Roma impatta con il Sassuolo. Berardi gela le speranze giallorosse al 94', finisce 1-1.



La Roma di Rudi Garcia dopo il pareggio di Torino che aveva messo fine alla serie record delle 10 vittorie consecutive, inciampa ancora all’Olimpico contro il Sassuolo dell’ex Eusebio Di Francesco (protagonista dell’ultimo scudetto giallorosso nel 2001) che costringe la capolista al secondo pari consecutivo grazie ad una rete in extremis di Domenico Berardi, che dopo la tripletta alla Sampdoria si conferma sempre più leader della formazione emiliana.

A sbloccare l’incontro è uno sfortunato autogol di Longhi che dopo la parata di Pegolo su Florenzi ribadisce sfortunatamente il pallone in rete regalando il vantaggio ai giallorossi. Nella ripresa i padroni di casa sfiorano più volte il raddoppio con Ljajic ma è Floro Flores al 40’ a mettere i brividi ai tifosi della Roma quando impegna seriamente De Sanctis costringendolo agli straordinari.

Il goal è nell’aria e nel finale arriva con un tiro piazzato di Berardi in mischia. Cala il gelo sull’Olimpico. In attesa del big match di stasera tra la Juventus e il Napoli, la Roma si porta momentaneamente a +4 sulle inseguitrici che stasera hanno la possibilità di portarsi ad un punto dalla testa della classifica.

FORMAZIONI – Garcia si affida al solito 4-3-3 con De Sanctis confermatissimo tra i pali e la difesa a quattro con Maicon e Balzaretti sugli esterni, e Castan e Burdisso al centro al posto dello squalificato Benatia. Solito terzetto a centrocampo formato da De Rossi, Pjanic e Strootman. In attacco Florenzi e Ljajic sugli esterni e Borriello punta centrale.

L’ex di turno Di Francesco, si affida al 3-5-2 con Pegolo tra i pali e difesa a tre formata da Antei, Bianco e Acerbi. A centrocampo sugli esterni spazio a Gazzola (preferito a Schelotto) e Longhi, al centro Missiroli, Magnanelli e Marrone. In attacco la coppia Berardi-Floro Flores.

PRIMO TEMPO – Come da copione, il Sassuolo prova a contenere gli attacchi della Roma rifugiandosi nella propria metà campo e bloccando per gran parte della prima frazione di gioco gli attacchi sterili dei capitolini. Gli emiliani sono ordinati e compatti, i giallorossi spesso imprecisi in attacco. La squadra di Garcia infatti, riesce a sbloccare l’incontro al 19’ grazie ad un autogol: Florenzi tutto solo davanti a Pegolo costringe il portiere al miracolo, ma sulla ribattuta il pallone rimbalza su Longhi che insacca nella propria porta.

La gara prosegue comunque sotto ritmo con il Sassuolo che prova a contrattaccare affidandosi alle ripartenze di Berardi e Floro Flores che non riescono tuttavia a pungere. Nel finale di tempo ci prova Ljajic ma Pegolo è attento. Da segnalare l’uscita dal campo di Borriello al 33’ per infortunio. Al suo posto l’americano Bradley.

SECONDO TEMPO – Secondo tempo decisamente più vivace rispetto alla prima frazione. Il Sassuolo, come nella prima parte della partita, prova a contenere gli attacchi dei giallorossi e a ripartire. Continua però il duello tra Adem Ljajic e il portiere del Sassuolo Pegolo, che in ben due occasioni nega la gioia del gol all’ex Fiorentina. Di Francesco prova a dare vivacità alla sua squadra inserendo Kurtic, Farias e Zaza ma la Roma difensivamente conduce una buona gara e non concede nulla agli emiliani, a parte un tiro del brasiliano ex Chievo al 39’ che non impensierisce però De Sanctis.

Il portiere giallorosso però è costretto nel finale agli straordinari su Floro Flores che spreca il gol del pareggio. Gli emiliani ci credono ma è la Roma a sfiorare ancora il 2-0 con Acerbi che rischia di regalare ai giallorossi il secondo autogol della partita. Al 94’ però  è Berardi a gelare l’Olimpico con il pareggio che fredda i giallorossi a pochi secondi dal termine, frutto di una mischia in area di rigore a seguito del cross di Kurtic.

CHIAVE – L’atteggiamento difensivo del Sassuolo complica i piani per tutta la partita alla Roma di Garcia che non riesce a pungere seriamente la formazione emiliana, ordinata e compatta ma soprattutto cinica nel finale nel centrare il pareggio alla seconda vera occasione della partita per la squadra di Di Francesco.

 MOVIOLA – Buona la direzione di gara del signor Giacomelli  e dei suoi assistenti. Unico episodio da segnalare al 31’ del secondo tempo:  contatto Ljajic-Marrone al limite dell’area. Il serbo si lascia cadere nel contatto e reclama un rigore, ma Giacomelli è attento ed ammonisce il serbo, reo di aver simulato. Decisione giusta, il rigore non c’era.


Dalle pagelle

IL MIGLIORE - Pegolo. Compie almeno quattro interventi prodigiosi che salvano il Sassuolo da quella che poteva facilmente diventare una pesante sconfitta.

IL PEGGIORE - Floro Flores. Alterna pochi colpi di classe ad una marea di palloni persi. Sbaglia a tu per tu con De Sanctis.

Sullo stesso argomento