thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 26 settembre 2012
  • • 20.45
  • • Stadio Olimpico, Roma
  • Arbitro: P. Mazzoleni
  • • Spettatori: 37125
1
FIN
1

Roma-Sampdoria 1-1: Totti illude i giallorossi, Stekelenburg li riporta alla realtà con una papera clamorosa

La Roma non riesce ancora una volta a portare a casa il bottino pieno, rischiando addirittura di perdere nel finale. Totti illude i giallorossi, Stekelenburg rovina tutto.

Il goal del capitano apre le danze e l'esplusione di Maresca sembra chiudere i giochi. Ma l'incredibile errore del portiere olandese riporta la Sampdoria in parità.  

Continua la maledizione Olimpico per la Roma che, anche questa sera, non riesce a portare a casa i tre punti. Il vantaggio di Totti e la serata di grazia di Lamela sembravano poter garantire la vittoria ai giallorossi ma l'infortunio di Stekelenburg riporta tutto in discussione. I blucerchiati hanno capitalizzato al massimo quanto costruito e, in due occasioni, hanno rischiato di ribaltare totalmente il risultato.

FORMAZIONI - La Roma si presenta con un centrocampo inedito in cui mancano sia De Rossi, che siede in panchina, che Pjanic, infortunatosi nell'allenamento di rifinitura. Al loro posto giocano Tachtsidis e Marquinho. Taddei vince il ballottaggio con Piris mentre Totti completa il reparto avanzato con Destro e Lamela. Nella Sampdoria manca lo squalificato Maxi Lopez sostituito da Pozzi. Eder è pienamente recuperato e viene schierato sull'out di sinistra. Obiang viene preferito a Krstisic.

PRIMO TEMPO - Inizia con il piglio giusto la squadra di casa che chiude la Sampdoria nella propria metacampo. La prima occasione è di Totti direttamente da calcio di punizione ma il suo tiro viene neutralizzato senza problemi da Romero. Poco dopo capita a Destro una potenziale chance ma, proprio all'ultimo, viene anticipato di testa da Gastaldello.

Pronta la risposta doriana con Pozzi che chiude troppo il suo destro e manda debolmente sul fondo. E' la Roma a fare la partita e, sempre con Destro, prova a portarsi in vantaggio ma Romero è bravissimo a chiudere lo specchio della porta. L'estremo difensore si ripete poco dopo smanacciando il tirocross velenoso di Lamela, dopo che Totti aveva preso la parte alta della traversa con una parabola a scendere.

I giallorossi attaccano molto dalla parte destra dove la reattività di Lamela tiene fortemente in ansia la retroguardia avversaria e, proprio da quella parte, Florenzi prova a colpire di prima intenzione ma Costa riesce a deviare la palla sul fondo.

La squadra di Ferrara è obbligata al primo cambio per l'infortunio di Pozzi che comporta lo spostamento in mezzo di Eder con Krstisic che si posiziona sulla fascia. Non cambia molto visto che i giallorossi continuano a spingere e con Totti trovano il meritato vantaggio. Dopo l'iniziale salvataggio di Romero su Destro la palla arriva a Florenzi che fa partire un tiro che viene deviato in rete dal numero 10. Per il Capitano è il primo goal in questo campionato.

Poco prima del riposo la Roma potrebbe chiudere definitivamente i giochi con il solito Destro che, lanciato con grande precisione da Balzaretti, conclude troppo centralmente a pochi passi dalla porta per sorprendere Romero.  

SECONDO TEMPO - La seconda frazione si apre con l'espulsione di Maresca dopo appena un minito che stende Lamela. Sembra il preludio al raddoppio della 'Lupa' che sull'asse Totti-Lamela costruisce potenziali occasioni che non vengono sfruttate adeguatamente dai compagni di squadra.

La chance più nitida arriva sui piedi di Tachtsidis che prova a sorprendere Romero con un tiro a giro che risulta troppo centrale per impensierirlo. Quindi ci prova Totti con un pregievole cucchiaio che si perde di poco sopra la traversa. Poca fortuna ha anche il tiro di controbalzo di Lamela che, da ottima posizione, pecca di precisione e spara in curva.

Nel momento migliore della Roma arriva la rete del pareggio doriano. Stekelenburg nella stessa azione prima respinge con prontezza la punizione di Eder e, subito dopo, compie una papera colossale facendosi sfuggire il pallone dalle mani che viene spinto comodamente da Munari in rete. Uno a uno e tutto da rifare per i ragazzi di Zeman.

I giallorossi spingono a testa bassa e, in un paio d'occasioni, rischiano di subire in contropiede lo svantaggio ma Castan prima e Burdisso dopo riescono a salvare su Icardi. L'ultima occasione degna di nota capita sulla testa di Balzaretti che si vede chiudere lo specchio dalla porta da uno strepitoso Romero.

CHIAVE - L'errore di Stekelenburg ha indubbiamente condizionato il risultato e l'andamento della gara. Il portiere olandese ha regalato su un piatto d'argento la palla del pareggio a Munari.

MOVIOLA - Corretta la decisione dell'arbitro Mazzoleni di ammonire, prima, ed espellere, dopo, Maresca per due interventi scorretti. Sbagliata, invece, la chiamata del guardalinee che ferma Destro lanciato a rete per posizione di off-side.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Totti. Insieme a Florenzi e Castan il migliore. Mette a segno il gol numero 216, c'è sempre in ogni azione degna di nota della Roma. In una ripresa brutta e in cui i giallorossi sembrano perdere il filo del gioco, nonostante il forcing in area avversaria, prova a inventare, ma senza successo.

IL PEGGIORE - Maresca. Non brilla. Al 22' si fa ammonire per un plateale fallo di mano. Rientrato in campo nella ripresa, al 46', commette una scorrettezza su Lamela e Mazzoleni gli sventola un altro cartellino giallo e il successivo rosso. nell'uscire dal campo più volte rivolto verso Ferrara dice: "Non l'ho toccato" e lascia i suoi in dieci.

Sullo stesso argomento