thumbnail Ciao,
Diretta Live

Coppa Italia

  • 21 gennaio 2014
  • • 20.45
  • • Stadio Olimpico, Roma
  • Arbitro: P. Tagliavento
  • • Spettatori: 60000
1
FIN
0

Roma-Juventus 1-0: Vendetta servita, Gervinho manda la Lupa in semifinale

Grande prestazione della Roma di Garcia, che fa la partita per gran parte dei 90 minuti e stacca il biglietto per la semifinale. Decide un guizzo di Gervinho nella ripresa.

L’ingresso di Pjanic regala la qualificazione in semifinale di Coppa Italia alla Roma, che batte la Juventus per 1-0. Proprio così, perché il bosniaco entra al 74’ sul punteggio di 0-0, e 5’ dopo propizia il goal di Gervinho con una ripartenza da manuale del calcio. I giallorossi approdano alla semifinale dove incontreranno la vincente di Napoli e Lazio. Gara equilibrata e senza grandi emozioni, ma decisa dalla classe di Pjanic e da una magia di Gervinho. Proteste bianconere con Tagliavento per la mancata espulsione di Benatia ad inizio gara, ma nel complesso la vittoria giallorossa è meritata.

FORMAZIONI - Garcia opta per la formazione migliore, con le sole novità di Torosidis e Nainggolan al posto di Dodò e Pjanic. In attacco torna dal primo minuto capitan Totti affiancato da Florenzi e Gervinho. Conte invece cambia qualcosa rispetto alla formazione base; in porta spazio a Storari, mentre in attacco Quagliarella e Giovinco prendono almeno all’inizio il posto di Llorente e Tevez. Spazio anche a Peluso, Isla e Marchisio rispettivamente per Lichtsteiner, Asamoah e Pogba.

PRIMO TEMPO - La prima conclusione del match arriva al minuto 7’ quando Nainggolan ci prova dalla distanza con la sfera che termina fuori non di molto. Poco dopo (11’) è il turno di Florenzi, ma anche in questo caso il suo destro non inquadra lo specchio della porta. Al 13’ episodio da moviola che fa infuriare la Juventus: lancio di Pirlo per Giovinco che viene messo giù da Benatia; per Tagliavento è solo giallo, anche se ci poteva stare il rosso in quanto Benatia era ultimo uomo. La Juventus gioca con tranquillità, mentre la Roma sospinta anche dai 60mila dell’Olimpico prova a spingere sull’acceleratore.

Al 25’ Torosidis mette un pallone in mezzo all’area dove Strootman non arriva per un soffio. L’azione più nitida arriva al 31’ quando Totti da fuori area calcia al volo di sinistro con la palla che termina a fil di palo. Nel finale di tempo, i giallorossi provano a creare problemi alla difesa bianconera con due cross tesi dal versante sinistro, ma in entrambe le occasioni prima Chiellini e poi Storari allontanano il pericolo.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con Ogbonna al posto di Chiellini, ma soprattutto con un goal annullato a Peluso che di testa dall’interno dell’area aveva sorpreso De Sanctis, perché sul cross di Isla il pallone era terminato fuori. Passata la paura, la Roma torna in avanti con un colpo di Florenzi (54’) che termina di poco fuori. La gara entra in una fase di stallo, con le due squadre che non si vogliono sbilanciare e di conseguenza ne risente lo spettacolo, visto che bisogna aspettare il 71’ per vedere una conclusione di Vidal che termina fuori. Al 74’ Garcia getta nella mischia Pjanic per Florenzi e subito dopo (77’) Conte risponde con Llorente al posto di Giovinco.

La mossa di Garcia dà subito i frutti sperati perché al 79’ la Roma passa in vantaggio: Pjanic recupera palla, serve Strootman che la mette in mezzo, dove Gervinho anticipa Bonucci e batte Storari. Conte prova il tutto per tutto inserendo Tevez per Peluso, ma a parte un tiro di Marchisio (88’) che termina alto, è la Roma che controlla senza grandi affanni fino al triplice fischio finale rischiando il 2 a 0 con Pjanic (91’) che calcia a lato dal limite.

CHIAVE - L’ingresso di Pjanic che spezza l’equilibrio della gara e regala la semifinale alla Roma. Il bosniaco recupera una grande palla in mezzo al campo e dà il via all’azione del goal di Gervinho.

MOVIOLA - L’episodio chiave arriva al 13’: lancio di Pirlo, Benatia aggancia Giovinco che cade. Per Tagliavento è solo giallo, ma forse c’erano gli estremi per il rosso, in quanto Benatia era ultimo uomo. Giusto annullare il goal a Peluso, perché sul cross di Isla la palla aveva superato la linea di fondo.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Gervinho. Sempre più fondamentale per questa Roma: i suoi dribbling in velocità mettono in crisi anche la difesa dei campioni d'Italia. Non si ferma un secondo per tutto il match e sfodera un tocco delizioso che vale l'accesso alla semifinale.

IL PEGGIORE - Federico Peluso. In grande difficoltà contro uno scatenato Maicon: soffre terribilmente nell'uno contro uno e non riesce mai a proporsi.

Sullo stesso argomento