thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 05 febbraio 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Olimpico, Roma
  • Arbitro: A. De Marco
  • • Spettatori: 33000
4
FIN
0

Roma-Inter 4-0: Una 'Lupa' strepitosa travolge l'irriconoscibile undici nerazzurro

La Roma ha travolto con un secco 4-0 l'Inter: di Juan il goal del vantaggio, di Borini le reti del 2-0 e del 3-0, di Bojan il sigillo finale. Pesante umiliazione per i nerazzurri.

Una Roma devastante ha battuto per 4-0 l'Inter, portandosi a casa una meritatissima vittoria. Quella vista oggi all'Olimpico è stata probabilmente la migliore Roma della stagione, domenica da dimenticare, invece, per la squadra di Ranieri.

FORMAZIONI - Luis Enrique non regala sorprese stavolta: De Rossi stringe i denti e va in campo dall'inizio, Lamela completa il tridente con Borini e Totti e Heinze riprende il suo posto al centro della difesa. Nell'Inter, l'ex Ranieri privo di Sneijder, Stankovic ed Alvarez, manda in campo Pazzini in coppia con Milito e Palombo dal primo minuto in mezzo al campo.

PARTITA - La Roma parte subito a mille, l'Inter è in affanno: sarà questo il leit-motiv della sfida dell'Olimpico fino al triplice fischio finale. Gago serve subito Borini che però non inquadra il bersaglio. Subito dopo è De Rossi a provarci di testa, ma l'esito è identico. I padroni di casa gestiscono il possesso palla e al 12' vanno vicinissimi al goal: Totti inventa un colpo di tacco meraviglioso in mezzo a quattro avversari e serve Lamela, il cui tiro viene respinto da Julio Cesar. Sul prosieguo dell'azione è Pjanic a provarci, ma Julio Cesar dice ancora di no.

Ma è soltanto il preludio al goal: un minuto dopo Totti mette in mezzo un calcio d'angolo sul quale Juan svetta e batte imparabilmente Julio Cesar per l'1-0. E' Milito, reduce dalla magica notte di 'San Siro', a provare a rimettere in piedi i nerazzurri: splendida iniziativa personale del 'Principe', il cui tiro a giro però è debole e viene bloccato a terra da Stekelenburg. Ma quella di Milito resterà un'iniziativa isolata perchè la Roma riprende subito in mano il pallino del gioco e manda in tilt il centrocampo nerazzurro, costretto sempre ad inseguire il pallone.

Ci prova Pjanic, poi Totti, poi anche Lamela - di testa - ma senza successo. Il raddoppio, però, arriva: un brillantissimo Pjanic lancia Borini che irride Samuel con un dribbling a rientrare e batte Julio Cesar per il 2-0.

Si va al riposo con i giallorossi avanti di due goal e Claudio Ranieri opta per un doppio cambio a sorpresa: fuori Samuel, infortunato, e Pazzini, dentro Cordoba e Poli. Il tentativo da parte del tecnico interista di aumentare la densità in mezzo al campo naufraga dopo appena 4 minuti: Juan lancia in profondità Borini che, tenuto in gioco da Maicon, addomestica il pallone e batte nuovamente Julio Cesar. La gara, virtualmente, si chiude qui. L'Inter non riesce praticamente mai a farsi viva dalle parti di Stekelenburg e allora Ranieri risparmia minuti a Maicon, mandando in campo l'ex laziale Faraoni che sente la gara come un derby e si fa subito ammonire.

Luis Enrique dà spazio anche a Simplicio e Bojan e, alla fine, anche al giovanissimo Giammario Piscitella. La partita scivola via con la Roma a gestire il possesso palla tra gli 'olè' del pubblico di fede giallorossa: l'Inter non ha la forza per reagire, alla Roma il risultato va più che bene ma in campo c'è un ragazzo che scalpita più degli altri e cioè Bojan Krkic. L'ex attaccante del Barcellona, all'89°, addomestica un pallone al limite dell'area, sguscia via tra quattro avversari e batte con un bel destro Julio Cesar, ritrovando il goal. 4-0 e giornata perfetta per i giallorossi, Ranieri - invece - con 8 goal subiti nelle ultime due partite, ha molto da lavorare.

CHIAVE - Probabilmente la chiave del match va già ricercata nei moduli scelti dai due allenatori: l'Inter 'regala' praticamente il centro del campo alla Roma e ne paga a caro prezzo le conseguenze. E' chiaro, poi, che sia il goal di Juan a spezzare definitivamente gli equilibri.

CHICCA - Giampaolo Pazzini, Andrea Poli e Angelo Palombo: oggi in campo con la maglia dell'Inter, dopo aver 'regalato' ai nerazzurri lo scudetto di 2 anni fa, contribuendo in maniera decisiva alla vittoria della Sampdoria sul campo della Roma guidata, ironia della sorte, da Claudio Ranieri.

TATTICA - Il 4-4-2 di Ranieri viene travolto dalla maggiore densità in mezzo al campo dei giallorossi e quando il tecnico interista inserisce un centrocampista in più, il danno è ormai fatto.

MOVIOLA - Regolari entrambi i goal di Borini, partito sempre sul filo del fuorigioco. Manca un giallo a Poli, reo di una reazione su Taddei.

PROMOSSI&BOCCIATI - Un Totti come quello visto nel primo tempo non si vedeva da anni, Borini è in uno stato di grazia spaventoso, Pjanic ha i colpi del campione, Juan e Heinze sono insuperabili. L'unico a non brillare più di tanto, nella Roma, è Lamela. Tra i nerazzurri naufragano in malo modo Samuel e Maicon, malissimo anche Lucio e Palombo.

Sullo stesso argomento