thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 01 settembre 2013
  • • 18.00
  • • Stadio Olimpico, Roma
  • Arbitro: P. Giacomelli
  • • Spettatori: 28000
3
FIN
0

Roma-Verona 3-0: La Lupa si scatena nella ripresa, Ljajic subito in goal al debutto

Seconda vittoria consecutiva per la Roma. La compagine giallorossa travolge all'Olimpico il Verona grazie ad un super secondo tempo. In goal Ljajic al debutto.

Sono bastati 10 minuti alla Roma per chiudere il match, dal 56' al 66' del secondo tempo, alla prima casalinga per gli uomini di Rudi Garcia, che in un Olimpico senza il suo tifo più caloroso hanno sfidato l'Hellas Verona reduce dall'esaltante vittoria al Bentegodi contro il Milan. Una partita a due facce. Ben ha fatto il Verona nella prima frazione a tenere difensivamente e concedere praticamente solo tiri da fuori area ai giallorossi. Nel secondo tempo però la grande differenza tecnica in campo è stata determinante, ottima Roma, bene i nuovi innesti, spietati nel chiudere la gara in pochi minuti.
 
FORMAZIONI - Garcia schiera Gervinho dal 1' al posto di Borriello ed esordisce con la maglia giallorossa anche l'olandese Kevin Strootman il quale sostituisce Bradley che era stato titolare a Livorno. Per il resto tutti confermati dopo la vittoria del Picchi. Ecco l'undici titolare: De Sanctis, Maicon e Balzaretti sulle fasce. Al centro della difesa  Castan e Benatia. De Rossi Pjanic e Strootman a centrocampo, in attacco Florenzi Gervinho e Totti. L'Hellas di Mandorlini risponde con: Rafael; Romulo, Moras, Maietta, Cacciatore; Jorginho, Donati, Hallfredsson; Jankovic;  Toni, Martinho.
 
PRIMO TEMPO - I padroni di casa provano subito ad attaccare e fare la partita, ma l'Hellas di Mandorlini è squadra che dimostra di tener testa a chiunque e di saper chiudere bene gli spazi, concedendo alla Roma, poche occasioni, con molte conclusioni dalla lunga distanza.
 
Da segnalare subito dopo 3' l'occasionissima mancata da Florenzi servito al bacio da De Rossi, che da solo a tu per tu con Rafael non trova il goal del vantaggio. Al 15' è il turno di De Rossi a provare la conclusione dalla lunga distanza ma il portiere del Verona devia in angolo. De Rossi molto propositivo in mezzo al campo, al 25' guadagna una punizione dopo una serie di dribbling. Totti si incarica di batterla: tiro secco e rasoterra sul palo del portiere ma ancora Rafael e devia bene la sfera.

Lo stesso Totti al 38' serve splendidamente Strootman in area, ma l'ex Psv, calcia debolmente col piatto sinistro. Ancora Strootman in chiusura di tempo, dopo una bella giocata di Gervinho, non riesce a buttarla dentro.  Ammoniti nella prima frazione i romanisti Balzaretti e Florenzi, per il Verona Jankovic per un brutto fallo su Totti. E ed è cosi che si chiude il primo tempo a reti bianche. Al 76' Gran tiro di Halfredson che prende la traversa
 
SECONDO TEMPO - Come con il Livorno, la Roma segna e raddoppia dopo pochi minuti, prima Maicon trova il goal del vantaggio. Totti apre a destra trovando l'esterno brasiliano che mette il pallone teso al centro e sfortunato Cacciatore devia la sfera in goal.

Il forcing romanista non si ferma, e al 59' Pjanic si inventa un pallonetto morbidissimo che sorprende Rafael, splendida la rete del bosniaco. Il Verona non c'è più, troppa Roma per questo Hellas. Al 66' è il turno di Adem Ljajic entrato da pochi minuti sostituendo Florenzi, l'ex giocatore della Fiorentina entra subito in partita e si regala un esordio con goal. Secca la sua conclusione: destro dalla lunga distanza e Rafael è nuovamente battuto 3 a 0 e risultato in cassaforte.

Si prosegue con gli olè del pubblico dell'Olimpico che accompagnano ad ogni azione i giocatori della Roma. Hallfredsson cerca accorciare le distanze al 76' ma è sfortunato perché colpisce la traversa dopo una splendida conclusione.  Difesa giallorossa praticamente quasi mai impegnata, e un De Sanctis che è stato a guardare per tutto l'arco del match.

Buona conclusione di Juanito all'80': tiro a giro di poco fuori. Termina cosi: 3 a 0. Troppa Roma per questo Verona. Ottimo esordio casalingo, la squadra di Rudi Garcia cresce bene. Il Verona deve lavorare e concedere meno situazioni offensive alle squadre che affronta: bene nella prima frazione, male nella seconda.
 
LA CHIAVE - La differenza tecnica in campo tra le due squadre. La Roma è sembrata devastante dopo, aver sbloccato la gara, fortunosamente con il tiro di Maicon e la deviazione di Cacciatore nella propria porta; Poi ci hanno pensato Pjanic e Ljajic che hanno siglato due reti "tecnicamente" splendide. Questa squadra dimostra di aver cambiato mentalità c'è grande cattiveria agonistica in campo e determinazione. Da segnalare la difesa romanista 0 reti subite non succedeva da molto tempo dalle parti di Trigoria.
 
MOVIOLA - Nulla di significativo da segnalare, gara nel complesso semplice per l’arbitro Giacomelli ed i suoi assistenti.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Pjanic. Con l’arrivo di Garcia ha assunto un ruolo centrale nello scacchiere tattico dei giallorossi. Le sue qualità stanno tutte nel pallonetto da applausi con il quale regala il 2-0 alla Roma al minuto 59'.

IL PEGGIORE - Jankovic. Si fa notare principalmente per l’ammonizione rimediata per un’entrata in ritardo su Totti sul finire del primo tempo.

Sullo stesso argomento