thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 07 maggio 2013
  • • 20.45
  • • Stadio Olimpico, Roma
  • Arbitro: S. Peruzzo
  • • Spettatori: 34620
0
FIN
1

Roma-Chievo 0-1: Thereau match-winner all'Olimpico, per i capitolini è notte fonda

La Roma ha provato a vincere in tutti i modi la gara, ma il Chievo ha retto bene e nel finale ha colpito in contropiede con un goal di Thereau su preciso assist di Dramè.

Nell’anticipo del turno infrasettimanale valido per la 36a giornata della Serie A Tim, il Chievo supera 1-0 all’Olimpico una Roma imbrigliata. Ad Andreazzoli, non basta l’artiglieria pesante schierata davanti per scardinare una difesa clivense a dir poco granitica. A decidere, è un gol di Thereau al 90’.

FORMAZIONI – Per la prima volta da quando siede sulla panchina della Roma, Aurelio Andreazzoli presenta dall’inizio due vere prime punte come Destro e Osvaldo supportate dall’estro di Totti. Con Stekelenburg ancora out, tra i pali giallorossi viene riproposto Lobont nonostante la frattura al setto nasale rimediata nell’ultimo turno di campionato contro la Fiorentina.

Poi, difesa a tre con Marquinhos, Burdisso e Castan. In mediana, spazio di nuovo a Pjanic al fianco di De Rossi con Piris e Dodò sugli esterni. Folta difesa invece per il Chievo che si presenta all’Olimpico con una linea a cinque formata da Frey, Andreolli, Dainelli, Papp e Dramè davanti a Puggioni. Cerniera di centrocampo con Luciano, Cofie ed Hetemaj. Stoian e Thereau in avanti.

PRIMO TEMPO – L’arcigna squadra disegnata da Corini, limita la qualità della Roma, la quale risente parecchio dell’assenza di Lamela, sacrificato per far spazio a Destro. Pjanic davanti alla difesa fatica ad inventare calcio, con le geometrie giallorosse troppo dipendenti dalle giocate di Totti. La prima e unica vera palla gol arriva solo al 34’: proprio il capitano illumina per Piris che mette al centro per l’accorrente Osvaldo, ma la conclusione a botta sicura dell’italo-argentino viene respinta miracolosamente da Puggioni.

Il grande lavoro di Stoian e Thereau a supporto del centrocampo facilita ancor di più la difesa clivense già di per sé blindata da Luciano, Hetemaj e Cofie. Il duplice fischio di Peruzzo cala così il sipario su un primo tempo contratto.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione di gioco si apre con gli stessi interpreti della prima, con Totti già pericoloso al 53’: il capitano spara da fuori area un destro deviato da Dramè che va a stamparsi sulla traversa. Sul corner successivo battuto da Pjanic, è Destro a sfiorare il vantaggio con un’incornata prontamente respinta da Puggioni. La Roma, seppur con fatica, si riaffaccia pericolosamente dalle parti di Puggioni al 65’, quando Dodò combina bene con Destro per poi calciare in porta trovando però la perfetta opposizione di Andreolli.

Poi però, nonostante gli ingressi di Florenzi, Lamela e Bradley, la Roma non riesce più a creare pericoli dalle parti di Puggioni. Il Chievo, dal canto suo, continua nella sua partita in contropiede e, in uno di questi, trova il gol che beffa i giallorossi. Al 90’, Dramè scappa a sinistra e pesca al centro Thereau che infila Lobont. È l’epilogo del match, con i gialloblu che conquistano matematicamente la salvezza.

CHIAVE – Bloccare sul nascere le fonti di gioco giallorosse è stata la mossa vincente di Corini. L’annullamento di De Rossi e Pjanic, ha spesso portato la Roma a lanci lunghi fini a sé stessi. Il sacrificio e l’abnegazione dell’intera squadra, ha poi fatto il resto.

MOVIOLA – Al 57’ Totti si lamenta con l'arbitro per un fallo subito in area molto simile a quello che domenica ha portato al rigore in Juventus-Palermo trasformato poi da Vidal. Per Peruzzo però non c’è irregolarità e lascia correre.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Thereau. Bravo a calamitare su di se' parecchi palloni. Spietato nel battere Lobont nell'occasione del goal.

IL PEGGIORE - Pjanic. Non sembra ancora al meglio fisicamente, il ruolo che gli ha ritagliato Andreazzoli ne limita inevitabilmente l'estro in fase di ultimo passaggio. Poco lucido.

Sullo stesso argomento