thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 19 settembre 2010
  • • 15.00
  • • Stadio Olimpico, Roma
  • Arbitro: S. Peruzzo
  • • Spettatori: 29599
2
FIN
2

Roma-Bologna 2-2: La 'Lupa' non sa più mordere! Sopra di due goal si inchina a Di Vaio

Roma-Bologna 2-2: La 'Lupa' non sa più mordere! Sopra di due goal si inchina a Di Vaio

Un goal dell'ex attaccante del Milan ed un'autorete di Rubin illudono i giallorossi, fermati da una doppietta di Di Vaio.

La Roma deve rimandare di nuovo l'appuntamento con la prima vittoria stagionale. I giallorossi, nonostante un doppio vantaggio, si fanno rimontare nei minuti finali in virtù di una splendida doppietta di Marco Di Vaio. Fischi dei tifosi giallorossi, inquietante il calo fisico di Totti e compagni nella ripresa.

FORMAZIONI – Ranieri inserisce Mexes in difesa al posto dello squalificato Burdisso. Perrotta torna sulla linea dei centrocampisti, con Menez ad agire sulla trequarti alle spalle di Totti e Borriello. Malesani schiera una mediana tutta nuova, con Radovanovic affiancato da Perez e Mudingayi. In avanti tocca ai giovani Siligardi e Paponi dar man forte a capitan Di Vaio.

PARTITA – La Roma parte forte e passa subito grazie a Borriello, bravissimo a fermare con classe un lancio di Mexes dalle retrovie e a battere Viviano con un preciso interno sinistro. Totti sfiora subito il raddoppio, con il suo destro dalla distanza che si stampa sulla traversa. Il Bologna pian pianino prova a riorganizzarsi e va vicino alla rete con un sinistro in area di Di Vaio che finisce alto. Ci prova anche l'uruguaiano Perez al 22', ma il suo rasoterra sfiora il legno più lontano. Alla mezzora la Roma può recriminare: Juan spedisce la palla in rete dopo una serie di carambole in area, ma l'arbitro annulla per una segnalazione molto dubbia del primo assistente. I giallorossi perdono la brillantezza e nel finale di prima frazione tremano quando Paponi, ben servito da Rubin, prima chiama Julio Sergio al super intervento e poi colpisce il palo da posizione ghiottissima.

Nella ripresa il Bologna cresce e per la Roma sono guai. Tentativi pericolosi di Di Vaio, Rubin e Perez, ma la mira non è delle migliori. I giallorossi, nonostante un notevole calo fisico, riescono a raddoppiare grazie ad un clamoroso autogoal di Rubin, sfortunato a deviare nella propria porta una punizione di Totti spizzata da Borriello. Palo di Burdisso junior dopo un corner del capitano, poi è solo Bologna. Uno scatenato Di Vaio prima si mangia un goal a tu per tu con Julio Sergio, poi accorcia le distanze al 78' con un fantastico diagonale di sinistro a mezza altezza dopo un lancio lungo di Perez. La retroguardia di Ranieri va in panne e al 90' è ancora Di Vaio a bruciare Juan e Mexes e a fulminare Julio Sergio sotto misura dopo un assist perfetto di Meggiorini dal fondo.

CHIAVE – La Roma, nella ripresa, subisce le fatiche di Champions League e crolla vistosamente sul piano fisico. Il Bologna ne approfitta e la velocità degli attaccanti di Malesani manda in tilt i difensori giallorossi.

CHICCA - A 34 anni Marco Di Vaio è ancora un signor bomber. La rete che riapre la partita dopo un bel lancio di Perez è da manuale, con un sinistro sul secondo palo dopo aver bruciato sullo scatto Rosi. Per lui, laziale doc, una soddisfazione maggiore segnare sotto la Curva Sud...

MOVIOLA - La Roma può recriminare per il goal annullato nel primo tempo a Juan. Il difensore giallorosso, quando spedisce in rete da distanza ravvicinata, è in posizione regolare. Errore dell'arbitro Peruzzo mal consigliato dal suo assistente.

TATTICA – Malesani punta su una difesa accorta e su veloci ripartenze per fare punti all'Olimpico. Nella prima frazione il maggior tasso tecnico dei giallorossi complica i piani al tecnico rossoblù, ma nella ripresa ogni lancio da dietro a favore delle punte si trasforma in un pericolo per Juan e soci. Ranieri dovrà lavorare molto sulla fase difensiva.

PROMOSSI&BOCCIATI - Superbo Di Vaio (voto 8), una spina nel fianco del pacchetto arretrato giallorosso. Rubin (voto 6) spinge tantissimo sulla sinistra, peccato per l'autogoal. Borriello (voto 6,5) mostra qualità e spirito di sacrificio, con una rete da vero fuoriclasse. Totti (voto 6) va a fiammate, Juan sembra irriconoscibile, Perez e Mudingayi (entrambi voto 6.5) danno sostanza e geometrie al centrocampo di Malesani.


Sullo stesso argomento