thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 07 ottobre 2012
  • • 12.30
  • • Stadio Olimpico, Roma
  • Arbitro: L. Banti
  • • Spettatori: 40155
2
FIN
0

Roma-Atalanta 2-0: Tanta sofferenza, poi Lamela e Bradley lanciano la Lupa

La Roma al 30' trova il vantaggio grazie a Lamela che, imbeccato da Totti, supera Consigli per l'1-0, al 62' il raddoppio di Bradley. Una traversa per parte.

Se è vero che l’avvento di Zeman sulla panchina giallorossa avrebbe dovuto portare un gioco spumeggiante nella capitale, è altrettanto vero che, almeno in Italia, è il risultato ciò che più conta. La Roma cosi, in attesa del gioco, porta a casa una vittoria che fa morale ma che, allo stesso tempo, apre molti interrogativi - con De Rossi e Osvaldo lasciati fuori per tutto il match - che faranno certamente discutere.

Oggi però ha ragione chi vince e Zeman ha vinto, pur soffrendo tantissimo nel primo tempo, quando Denis e Moralez gettano alle ortiche due facili occasioni che avrebbero potuto contribuire a scrivere un’altra storia per questo match.

Ci pensano un sontuoso Totti e un arrembante Lamela a dare i primi tre punti casalinghi ai giallorossi, con il primo che inventa un assist delizioso per l’argentino che deve solo appoggiare la palla in rete. Il due a zero è opera di Bradley, al rientro dopo l’infortunio. L’Atalanta dal canto suo avrebbe, soprattutto nel primo tempo, meritato qualcosa di più, ma ha la colpa di essersi completamente spenta nella seconda frazione dopo la rete del raddoppio giallorosso. La Roma sale così a quota 11 e, almeno per ora, mette a tacere le polemiche.

FORMAZIONI - Vera e propria rivoluzione in casa giallorossa dopo la dura sconfitta di Torino. Zeman tiene fuori De Rossi, Osvaldo, Taddei e Burdisso. Destro viene spostato come terminale offensivo supportato da Lamela e Totti. A centrocampo ritorna Bradley, con la linea difensiva composta da Piris, Castan, Marquinhos e Balzaretti.

Colantuono schiera il collaudato 4-4-2 con Maxi Moralez come quarto di centrocampo con libertà di accentrarsi e fornire supporto alla coppia d’attacco composta dal Denis e dalla ‘zanzara’ De Luca. Davanti a Consigli i 4 di difesa sono Raimond, Matheu, Peluso e Brivio. Esordio stagionale da titolare per Schelotto.

PRIMO TEMPO -  Avvio spumeggiante per i giallorossi che cercano fin dai primi minuti di sbloccare il risultato, prima con Bradley e poi con Totti, ma l’occasione più clamorosa arriva al 10’ ed è per i bergamaschi. Denis viene lanciato da Schelotto, la trappola del fuorigioco non funziona e l’argentino si ritrova a tu per tu con Stekelenburg, con De Luca completamente solo. Il ‘Tanke’ però pecca di altruismo e spara il pallone sul corpo del portiere olandese.

Passano pochi minuti ed è ancora Denis, completamente libero all’altezza del dischetto di rigore, a provare il sinistro, con la sfera che va fuori di poco. La Roma palesa i soliti problemi difensivi lasciando praterie libere per gli avanti bergamaschi. E proprio su un lancio proveniente dalla metà campo, De Luca salta facilmente Marquinhos, palla in mezzo e clamorosa traversa per Moralez.
Dopo la grande sofferenza, la Roma trova un maggiore equilibrio e una fantastica invenzione di Totti libera magicamente in area Lamela. L’argentino deve solo appoggiare in rete per l’1-0 giallorosso. Il vantaggio sembra scacciare i fantasmi dalla squadra di Zeman, che porta a conclusione il primo tempo controllando il gioco e creando ancora pericoli con Balzaretti e Destro, con quest’ultimo che vede il suo tiro al volo stamparsi sulla traversa.

SECONDO TEMPO - La seconda frazione inizia con gli stessi 22 scesi in campo nei primi 45 minuti ed è ancora la Roma a partire in maniera arrembante, prima con una bella conclusione da fuori area di Florenzi, fuori di poco, e poi con Totti, sempre da fuori area, che trova un attento Consigli.
Al quarto d’ora Colantuono attua il primo cambio, togliendo Moralez per inserire un più offensivo Bonaventura; ma non passano neanche due minuti e la Roma raddoppia. Destro prova il tiro da fuori area, Consigli controlla male il pallone e, per l’accorrente Bradley è gioco da ragazzi insaccare sulla respinta corta del portiere.

Il 2-0 a trenta minuti dal termine offre ampie garanzie ai giallorossi e nemmeno i cambi di De Luca e Cazzola, per fare spazio a Marilungo e Scozzarella, riescono a raddrizzare il match per la squadra di Colantuono che però si vede annullare una rete di Denis per fuorigioco, nonostante l’attaccante fosse tenuto in posizione regolare da Piris. Zeman dal canto suo continua a tenere in panchina Osvaldo e De Rossi, facendo entrare Perrotta e Marquinho per Bradley e Florenzi. La partita così scivola fino al 90’ senza grosse occasioni e termina sul 2-0.

LA CHIAVE - Premiate le scelte di Zeman di lasciare in panchina alcuni dei giocatori più rappresentativi. Tuttavia il risultato sembra più dovuto ad occasioni estemporanee che ad un reale miglioramento sul piano del gioco. Soprattutto nel primo tempo infatti la Roma palesa i suoi soliti difetti difensivi e, sullo 0-0 rischia per ben tre volte di capitolare. Le ottime prestazioni di Totti, che inventa una magia per l’assist dell’1-0, e di Lamela, hanno fatto la differenza. Florenzi si conferma sempre più insostituibile, uomo ovunque di questa squadra.

MOVIOLA - Al 32’, due minuti dopo la prima rete giallorossa, Maxi Moralez atterra in area Lamela. Banti, non aiutato dall’assistente di porta, lascia proseguire, ma il rigore sembra netto. Al minuto 73 Denis intercetta un tiro di Cigarini e insacca la rete del potenziale 2-1 ma il guardalinee alza la bandierina del fuorigioco e Banti annulla. Grosso errore commesso dall’assistente in quanto Denis era tenuto in gioco da Piris.

Sullo stesso argomento