thumbnail Ciao,
Diretta Live

Primera Division

  • 16 dicembre 2012
  • • 19.00
  • • Estadio Santiago Bernabéu, Madrid
  • Arbitro: Antonio Miguel Mateu Lahoz
  • • Spettatori: 65000
2
FIN
2

Real Madrid-Espanyol 2-2: Cristiano Ronaldo e compagni sprecano troppo, Albin li punisce nel finale

Real Madrid-Espanyol 2-2: Cristiano Ronaldo e compagni sprecano troppo, Albin li punisce nel finale

Getty Images

All'88' quando il risultato sembra ormai in cassaforte, Albin, sugli sviluppi di un corner trova clamorosamente il pareggio.

Il Real Madrid non va oltre il 2-2 interno contro l'Espanyol e incappa nell'ennesima delusione del suo campionato. Le merengues, per le quali la vetta sembra ormai un'utopia, sprecano moltissimo e vengono punite nei minuti finali da una squadra che sta lottando per non retrocedere. Decisive sono stati ancora una volta le amnesie di una difesa in perenne affanno.

FORMAZIONI - Mourinho disegna il suo Real Madrid con un 4-2-3-1 che non prevede, a sorpresa, Di Maria nell'undici iniziale. In attacco c'è infatti Callejon che si alterna nel ruolo di prima punta con Cristiano Ronaldo. Davanti a Casillas ci sono Arbeloa, Pepe, Ramos e Coentrao. Alonso e Khedira compongono il duo di mediana, mentre Ozil, Modric e Callejon sono a supporto del fenomeno portoghese.

Aguirre risponde con un modulo speculare che prevede: Casilla tra i pali con Lopez, Colotto, Moreno ed Alvarez che vanno a costituire un solido muro difensivo. Forlin, Victor Sanchez giocano a centrocampo, con Wakaso, Verdù, Simao più avanzati a supporto dell'unica punta Sergio Garcia.

PRIMO TEMPO - Il Real Madrid parte fortissimo e si rende pericoloso già al 1' con Cristiano Ronaldo che dal limite non trova di pochissimo la porta. Un minuto dopo ci prova anche Modric che, proprio come il portoghese, non è fortunato. L'Espanyol si chiude completamente in difesa e costringe il Real a provarci sempre dalla lunga distanza. Per il primo squillo della squadra di Aguirre bisogna attendere il 16' quando Simao da posizione defilata spara a botta sicura ma non trova lo specchio della porta.

Al 28', ci prova ancora Luka Modric dal limite, Casilla si stende sulla sua sinistra ma non può nulla, a salvarlo ci pensa il palo. 3' dopo il clamoroso vantaggio dell'Espanyol con Sergio Garcia che, servito in profondità da Verdù, si invola in contropiede verso l'area del Real, si infila tra Pepe e Ramos e batte Casillas con un tiro a fil di palo.

La squadra di Aguirre si chiude a riccio in difesa e per il Real è più complicato trovare i giusti spazi. Al 46' però, Khedira lascia partire un gran cross dalla destra, Ronaldo di avventa sul pallone, anticipa Lopez e con la suola trova l'1-1.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa la squadra di Mourinho parte fortissimo e già al 48' trova il goal del vantaggio. Invenzione di Cristiano Ronaldo per Coentrao che entra in area, resiste ad un paio di contrasti e di precisione insacca il 2-1. La gara sembra andare in discesa per i blancos che al 55' colgono una traversa con lo scatenato Di Maria.

2' dopo, l'argentino è ancora bravo a servire di testa Cristiano Ronaldo che da ottima posizione cicca clamorosamente la palla. Al 62', Real ancora pericolosissimo con Ozil che viene fermato da un ottimo Casilla. Al 71' è Callejon a calciare debolmente verso la porta, mentre 3' dopo Moreno è bravissimo a deviare un colpo di testa dalla corta misura di Morata.

Il Real Madrid sembra padrone assoluto del campo ma all'88', su un'azione confusa scaturita da un calcio d'angolo, Albin trova clamorosamente il 2-2 finale decidendo in mischia.

CHIAVE - Le amnesie difensive del Real Madrid. La squadra di Mourinho produce e spreca tanto, ogni volta che però viene attaccata va in grande affanno.

MOVIOLA - Gara tranquilla per l'arbitro che non deve prendere decisioni difficili.



Sullo stesso argomento