thumbnail Ciao,
Diretta Live

Primera Division

  • 02 marzo 2013
  • • 16.00
  • • Estadio Santiago Bernabéu, Madrid
  • Arbitro: Miguel Pérez Lasa
  • • Spettatori: 83500
2
FIN
1

Real Madrid-Barcellona 2-1: Non basta il solito Messi, i marziani cadono ancora sotto i colpi di Benzema e Ramos

Real Madrid-Barcellona 2-1: Non basta il solito Messi, i marziani cadono ancora sotto i colpi di Benzema e Ramos

Getty Images

Il match parte fortissimo con i padroni di casa che vanno subito in vantaggio con Benzema. Dopo pochi minuti risponde la 'Pulce', ma nel finale decide un grande stacco di Ramos.

Vittoria del Madrid! La squadra di Mourinho sfrutta ancora la difficile situazione del Barcellona e porta a casa il Clasico. I blaugrana incassano la terza sconfitta consecutiva e rischiano di compromettere il percorso Champions se continuano in questo modo. I madrileni al contrario appaiono in gran forma e mettono continuamente in difficoltà i ragazzi di Vilanova anche senza utilizzare la rosa titolare al completo.

FORMAZIONI - Mourinho tiene in panchina Ronaldo e sceglie una formazione pronta alle ripartenze, unica punta Karim Benzema supportato da Morata, Kakà e Callejon. Regia di centrocampo affidata a Modric. Per i blaugrana Roura schiera Villa al posto di Cesc Fabregas nel solito tridente completato da Messi e Pedro. In difesa gioca Mascherano e non Puyol, mentre a centrocampo spazio a Thiago Alcantara che sostituisce l'infortunato Xavi.

PRIMO TEMPO - Dopo 6 minuti è già Real, Sergio Ramos recupera un ottimo pallone e serve con un passaggio rasoterra Morata che sfrutta lo scarso pressing di Dani Alves e fa partire un traversone delizioso che trova il tocco vincente di Benzema dimenticato in mezzo all'area dalla difesa dei catalani.

La partita è infuocata, il Barcellona cerca in tutti i modi di recuperare lo svantaggio con passaggi rapidissimi e verticalizzazioni immediate di Iniesta, Thiago e Dani Alves per i tre attaccanti. Al 17' quindi, Alves con un incantevole filtrante manda Messi in area di rigore, il pallone d'oro elude facilmente la difesa di Sergio Ramos e con una straordinaria rapidità insacca nell'angolino basso.

Dopo il pari il ritmo della partita si abbassa, il Barcellona cerca di controllare il possesso palla con il tiqui-taka e il Madrid si difende dietro la linea della della palla. Da segnalare due ultime occasioni per parte, prima Messi sfugge via alla difesa madrilena ma non trova il gol con un preciso rasoterra, poi Morata viene servito da Modric e non trova la porta con la sua incornata.
Prima frazione di gioco in parità, match complessivamente equilibrato.

SECONDO TEMPO - Nel secondo tempo il ritmo non è particolarmente elevato, l'evento più importante è certamente l'ingresso in campo di Cristiano Ronaldo che inizia subito a minare la sicurezza difensiva blaugrana. Numerosi i tentativi del portoghese che si rende pericoloso sia dalla fascia destra che dalla fascia sinistra, ma bisogna aspettare il 75' per registrare la prima occasione da gol nitida: Pepe trova con un lancio perfetto per Morata che stoppa benissimo in area di rigore e poi spara addosso al portiere.

Il Barcellona è spento, senza idee e senza le magie di Messi, mentre i madrileni sembrano molto più in partita e infatti al minuto 82 sugli sviluppi di un corner battuto da Modric Sergio Ramos insacca in rete con un grandissimo colpo di testa ed è vantaggio Madrid.

Da questo momento in poi la sfida si addormenta, i blaugrana non riescono ad attaccare e i ragazzi di Mourinho controllano il gioco senza troppi problemi trovando addirittura un palo con Cristiano Ronaldo.
Finisce dunque 2-1, una bella partita condotta forse su ritmi più umani rispetto agli ultimi incontri tra le due squadre, ma comunque avvincente e combattuta su tutti i fronti.

CHIAVE - Il Real Madrid ha giocato la sua partita, aspettando il Barcellona e ripartendo il prima possibile, comunque è difficile strabilire la chiave della partita, in quanto, l'aspetto più importante da sottolineare è lo scarso gioco dei blaugrana che hanno quasi addormentato il match favorendo pesantemente le merengues.

MOVIOLA - Unico episodio da analizzare avviene al 92' quando Sergio Ramos atterra in area di rigore Adriano, l'arbitro non fischia ma sembrano comunque esserci gli estremi per il calcio di rigore.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Raphael Varane. Bella partita del giovane centrale francese: compie un mezzo miracolo in chiusura su Villa e si fa sempre sentire in marcatura.

IL PEGGIORE - Thiago Alcantara. Brutta prestazione del canterano blaugrana: perde una gran quantità di palloni e non riesce mai a trovare gli spazi giusti per l'inserimento.

Sullo stesso argomento