thumbnail Ciao,
Diretta Live

Primera Division

  • 24 novembre 2012
  • • 22.00
  • • Estadio Benito Villamarín, Sevilla
  • Arbitro: Jesús Gil
  • • Spettatori: 48500
1
FIN
0

Betis-Real Madrid 1-0: Ronaldo e compagni impattano sul muro degli andalusi, decide Etxebarria, Barcellona sempre più lontano

Betis-Real Madrid 1-0: Ronaldo e compagni impattano sul muro degli andalusi, decide Etxebarria, Barcellona sempre più lontano

Getty

Gli uomini di Mourinho cadono in Andalusia e vedono allontanarsi la vetta della classifica. Decide un bel destro di Etxebarria nel primo tempo, 'Blancos' più opachi del solito.

Il Real Madrid viene sconfitto in casa da un sorprendente Real Betis e si allontana dalla vetta della classifica: decide Benat Etxebarria, con un bel destro nel primo tempo. Nella ripresa gli uomini di Mourinho ci provano in tutti i modi, ma sbattono ripetutamente contro il muro biancoverde. I padroni di casa rispondono creando due nitide palle goal del potenziale raddoppio, arrivate da veloci ripartenze. I 'Blancos' risultano meno lucidi del solito e fanno una gran fatica a creare occasioni.

FORMAZIONI - Il Real Betis scende in campo senza paura schierando un 4-2-3-1 con molta qualità in campo. A difendere la porta di Adrian ci sono i due centrali Amaya e Dorado, con Angel sulla destra e Martinez sulla sinistra. Davanti alla difesa i due mediani sono Canas e Benat Etxebarria, con i tre trequartisti Agra, Sevilla e Carlos, a supporto dell'unica punta Castro.

Mourinho risponde con la formazione tipo: davanti a Casillas giocano Arbeloa, Pepe, Ramos e Coentrao. A rompere il gioco avversario c'è il tedesco Khedira, supportato dalle gemoetrie di Xabi Alonso. Ronaldo, Ozil e Di Maria supportano il bomber Benzema.

PRIMO TEMPO - Parte forte il Real Madrid, che pressa subito alto e tiene gli avversari nella propria metà campo. Gli uomini di Mourinho si rendono pericolosi soprattutto con il solito Ronaldo, che sforna cross a ripetizione. Ma alla prima palla buona i padroni di casa vanno in vantaggio a sorpresa: tiro dal limite di Etxabarria ben angolato e Betis in vantaggio. I 'Blancos' reagiscono in modo rabbioso e si riversano subito totalmente nella metà campo avversaria: il più pericoloso risulta Di Maria, che fa sempre male alla retroguardia di casa quando converge verso il centro.

Gli andalusi riescono però a difendersi bene e non disdegnano improvvise ripartenze, che risultano una spina nel fianco per gli ospiti. I biancoverdi vanno così addirittura vicini al raddoppio in un paio di occasioni e nel finale del primo tempo il ritmo del match si alza notevolmente, con continui ribaltamenti di fronte. Il Real Madrid comincia ad innervosirsi e non riesce più ad essere lucido nel trovare spazi utili alle verticalizzazioni; si va così all'intervallo con il sorprendente risultato di 1 a 0.

SECONDO TEMPO - La ripresa comincia con lo stesso copione del primo tempo: il Real Madrid fa la partita e tiene il possesso palla nella metà campo avversaria, con i padroni di casa pronti a colpire in contropiede. Mourinho prova a mischiare le carte e manda subito in campo Kakà e Modric per Ozil e Khedira. Ma gli andalusi in questa ripresa ereggono un vero e proprio fortino insuperabile, anche per l'enorme talento delle stelle di Madrid. Così che l'unica vera palla goal viene creata sugli sviluppi di un cross dalla destra, ben sventato dalla difesa di casa a pochi passi dalla linea di porta. Per il resto Ronaldo e compagni ci provano dalle fasce: ma anche sulle palle alte il Betis è ben preparato.

Il match prosegue su buoni ritmi e i ragazzi di Pepe Mel sfiorano addirittura il raddoppio in due occasioni, sempre in contropiede: prima con Sevilla che spreca da ottima posizione, poi con Castro che calcia malissimo dall'interno dell'area di rigore. A dieci minuti dalla fine Ronaldo prova a prendere per mano i suoi e cerca il pareggio a tutti i costi: prima su punizione e poi con un tiro da distanza siderale, ma è sempre bravissimo il portiere Adrian a respingere. L'occasione più nitida capita sulla testa di Sergio Ramos che, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, stacca benissimo da posizione ravvicinata, ma la conclusione non è precisa. Il finale vede andare in scena il prevedibile assalto finale dei 'Blancos', ma la retroguardia di casa stasera è veramente perfetta in ogni occasione. Finisce dunque 1-0, con Mourinho che vede sempre più lontani i rivali del Barcellona.

LA CHIAVE - L'esecuzione con il destro di Benat Etxebarria è praticamente perfetta: con la giusta dose di potenza e precisione. Ma la differenza la fa sicuramente l'insuperabile muro difensivo eretto da Pepe Mel, dove gli attaccanti del Real Madrid andavano costantemente a sbattere.

MOVIOLA - Nel primo tempo annullato un goal a Benzema per fuorigioco sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti: furiose le proteste dei giocatori del Real Madrid, ma l'attaccante francese sembra effettivamente essere leggermente oltre la linea difensiva di casa. Nella ripresa lo stesso Benzema viene fermato a tu per tu con Adrian ancora per offside, ma questa volta la chiamata del guardalinee è sbagliata, perchè il bomber di Mourinho era partito abbondantemente dietro l'ultimo uomo del Betis. Per il resto partita molto nervosa, con i numerosi cartellini gialli che ci stanno tutti.





Sullo stesso argomento