thumbnail Ciao,
Diretta Live

Premier League

  • 15 settembre 2012
  • • 16.00
  • • Loftus Road Stadium, London
  • Arbitro: A. Marriner
  • • Spettatori: 18271
0
FIN
0

QPR-Chelsea 0-0: Blues imbrigliati da Hughes, debutto da incorniciare per Julio Cesar in Premier League

QPR-Chelsea 0-0: Blues imbrigliati da Hughes, debutto da incorniciare per Julio Cesar in Premier League

Getty Images

I Blues interrompono così la loro striscia di vittorie, con il primo pareggio stagionale in Premier League dopo le tre vittorie conquistate ad agosto.

Finisce 0-0 l'atteso derby di Londra tra Queens Park Rangers e Chelsea, animato nel pre-partita dalla mancata stretta di mano tra Anton Ferdinand e il fischiatissimo John Terry, dopo i presunti insulti razzisti dello scorso anno. I Blues interrompono così la loro striscia di vittorie, con il primo pareggio stagionale in Premier League.

FORMAZIONI - Hughes sceglie di affidare i guanti all'ex interista Julio Cesar, ancora in panchina invece Djibril Cissè e le stelline Taarabt e Hoilett. Di Matteo risponde affidandosi al solito undici, con l'eccezione di Bertrand al posto di Mata, che dovrebbe recuperare per la sfida contro la Juventus in Champions League. Davanti confermatissimo Torres, in panchina Sturridge e il brasiliano Oscar.

PRIMO TEMPO - Pronti via ed è subito Julio Cesar a rubare la scena: al 4' azione tambureggiante del Chelsea, cross di Ramires per Hazard che costeinge il portiere brasiliano al primo grande intervento della sua carriera in Premier League. Al quarto d'ora la prima azione pericolosa dei padroni di casa con la conclusione di Bobby Zamora, servito da Park, che viene bloccata da Cech. Risponde subito Torres che con un sinistro a giro al termine di un'azione personale saggia i riflessi di Julio Cesar, attentissimo.

Nel primo tempo la gara è molto intensa e nervosa, poche le occasioni da rete ma tanto impegno da parte delle due squadre. Al 21' Hughes è costretto al primo cambio, con Onuoha chiamato a sostituire l'infortunato Fabio e al 33' anche Johnson alza bandiera bianca, rimpiazzato da Mackie. Allo scadere della prima frazione di gioco ci prova Granero su punizione, ma la sfera finisce a lato.

SECONDO TEMPO - E' proprio il neoentrato Mackie a rendersi pericoloso ad inizio ripresa con una conclusione che viene bloccata con sicurezza da Cech. Al 54' magia di Hazard, che con una rabona serve Terry, che non riesce però ad approfittare della giocata del belga. Un minuto dopo ghiotta occasione per Park, che di testa non trova forza consentendo una facile parata a Cech.

Col passare dei minuti la gara non si sblocca, Di Matteo inserisce Moses per Bertrand mentre Hughes si gioca anche la carta Cissè. Al 78' clamorosa occasione per il Qpr dopo un retropassaggio suicida di Mikel, che permette a Zamora di presentarsi a tu per con Cech, che riesce a chiudere lo specchio della porta all'attaccante degli 'Hoops'. Nel finale Di Matteo richiama Torres inserendo Sturridge: lo spagnolo non digerisce il cambio e va dritto negli spogliatoi. All'86' Moses lavora bene il pallone sulla destra, trova Hazard sul palo opposto ma l'ex Lille fallisce clamorosamente da ottima posizione.

LA CHIAVE - L'ottima disposizione tattica dei padroni di casa ha impedito al Chelsea di esprimere quel gioco spumeggiante visto nelle prime partite stagionali in campionato. Decisive anche le parate di un Julio Cesar subito in grande spolvero.

MOVIOLA - Arbitraggio molto 'british' di Marriner, che lascia giocare, rischiando a volte di perdere di mano il match. Un paio di episodi dubbi nel primo tempo, il più importante è il contatto tra Wright-Phillips e Hazard alla mezzora sul quale l'arbitro ha deciso di lasciar proseguire, nonostante potessero esserci gli estremi per il calcio di rigore.

Sullo stesso argomento