thumbnail Ciao,
Diretta Live

Ligue 1

  • 29 settembre 2012
  • • 17.30
  • • Parc des Princes, Paris
  • Arbitro: W. Bien
  • • Spettatori: 44552
2
FIN
0

Psg-Sochaux 2-0: Gameiro ingabbia i canarini, Ibra & Co. a -3 dalla vetta

Psg-Sochaux 2-0: Gameiro ingabbia i canarini, Ibra & Co. a -3 dalla vetta

Getty

Una doppietta di Gameiro regala ai parigini la quarta vittoria consecutiva. Adesso Ibra & Co. sono a -3 dalla capolista Marsiglia, impegnata domani a Valenciennes.

Fin troppo facile l'impresa per il Psg. Contro il Sochaux basta infatti una doppietta del ritrovato Gameiro nel primo tempo per conquistare la quarta vittoria consecutiva. Adesso la squadra di Ancelotti sale al secondo posto a - 3 dal Marsiglia che giocherà domani sera a Valenciennes. La marcia parigina continua...

FORMAZIONI -
Non pesano più di tanto le assenze di Sakho, Thiago Motta, Menez e Lavezzi nell'undici di Ancelotti, comunque ultra competitivo. Davanti a Sirigu la coppia centrale è tutta brasiliana con Alex e Thiago Silva. Fasce difensive affidate a Maxwell e Jallet, preferito a Van der Wiel. In mezzo al campo torna Sissoko con Matuidi e l'ormai insostituibile Verratti. Davanti c'è Pastore ad imbeccare l'inedita coppia Ibrahimovic-Gameiro.

Il Sochaux di Hely si schiera con un prudente 4-2-3-1. In porta rimane Pouplin nonostante il ritorno del titolare Cros, mentre davanti alla al quartetto difensivo composto da Roussilon, Kantè, Peybernes e Corchia c'è l'ex Udinese Doubai in coppia con Kalilou Traorè. Sulla trequarti  il trio Contout-Roudet-Boudebouz alle spalle dell'unica Bakambu.

PRIMO TEMPO - Dieci minuti di conoscenza ed al primo affondo il Psg fa subito male. Pastore mette col radiocomando un pallone perfetto per Gameiro, che scappa alle spalle di Kantè ed infila con un tocco rasoterra Pouplin. Grande risposta dell'attaccante ex Lorient ad Ancelotti, che gli ha dato fiducia preferendolo a Nene. Il Sochaux, dal canto suo, prova a scuotersi. Tuttavia senza ottenere risultati. Nei Rouge et Bleu è Matuidi ad avere sul piattone la palla del raddoppio... ma questo è il pomeriggio di  Kevin Gameiro.

Poco dopo la mezz'ora, infatti, il piccoletto col numero 19 prende nuovamente d'infilata la difesa del Sochaux e si allunga al punto giusto per convertire in rete il cross dalla sinistra di Maxwell. Psg avanti 2-0, e canarini ingabbiati.  Il finale di primo tempo è già accademia per la squadra di Ancelotti, che controlla agevolmente la situazione e dimostra di poter essere letale ogni qual volta che preme il piede sull'accelleratore. Per il Sochaux solo due tiri in porta verso la porta di Sirigu. Troppo poco per invertire la tendenza.

SECONDO TEMPO - La ripresa non vive comprensibilmente di grandi emozioni. Il Psg comincia a pensare alla Champions, così mette il pilota automatico e viaggia serenamente verso la fine del match. In mezzo qualche magia di Ibra ed una di Gameiro, che si voleva portare il pallone a casa con una rovesciata da applausi al termine di un pregevole scambio proprio con lo svedese.

A dieci dalla fine Ancelotti regala anche una meritata ovazione a Gameiro, sostituito da Hoarau. Sono queste, in pratica, le cose da raccontare di un secondo tempo per certi versi inutile da giocare. Tiri in porta non se ne vedono, e se qualcuno si aspettava un accenno di reazione del Sochaux - anche se francamente non se l'aspettava nessuno - è rimasto profondamente deluso. Nei minuti finali Ibrahimovic prova a mettere per l'ultima volta la firma sul match sfruttando un indecisione del portiere Pouplin, ma il suo tentativo viene sventato in qualche modo dalla difesa del Sochaux.

L'ultimo squillo della gara ce lo regala Hoarau con un destro a giro dal limite che per poco non vale il tris. Alla fine, però, il risultato non cambia. Il Psg vince senza problemi, inanellando la quinta vittoria consecutiva che lo porta a -3 dal Marsiglia capolista.

CHIAVE - Il goal di Gameiro dopo appena dieci minuti mette la gara in picchiata per il Psg. La squadra di Ancelotti trova poi facilmente il raddoppio e si limita a gestire in piena tranquillità la partita e le energie in vista della Champions.

MOVIOLA - Nessun problema per il direttore di gara Bien in una partita fin troppo facile da gestire. Giuste le tre ammonizioni.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Kevin Gameiro. Ha sfruttato alla grande l'occasione concessagli da Ancelotti. Contro il Sochaux è tornato ad essere il giocatore ammirato a Lorient, sgusciando alla sua maniera tra i difensori avversari e mettendo a segno una doppietta da grande attaccante.

IL PEGGIORE - Cedric Kantè. Toccava a lui marcare Gameiro, ma evidentemente ha preso male le misure...

Sullo stesso argomento