thumbnail Ciao,
Diretta Live

Ligue 1

  • 08 dicembre 2012
  • • 17.00
  • • Parc des Princes, Paris
  • Arbitro: O. Thual
  • • Spettatori: 39276
4
FIN
0

Paris Saint Germain-Evian 4-0: Ibra, Lavezzi, Motta e Gameiro calano il poker, 'Savoiardi' annichiliti

Paris Saint Germain-Evian 4-0: Ibra, Lavezzi, Motta e Gameiro calano il poker, 'Savoiardi' annichiliti

Gettyimages

Gran prestazione degli uomini di Ancelotti, che travolgono l'Evian e si rilanciano in classifica. Di Ibrahimovic, Lavezzi, Thiago Motta e Gameiro le reti.

Vittoria meritatissima del Paris Saint Germain, che domina e travolge l'Evian, rilanciandosi in classifica. Segnano Ibrahimovic e Lavezzi nel primo tempo, allargano il vantaggio Thiago Motta e Gameiro nella ripresa. Segnali positivi anche da Pastore, autore di un assist e di buone giocate sulla fascia destra.

FORMAZIONI - Ancelotti deve fare a meno degli squalificati Verratti e Matuidi, a centrocampo torna dunque Pastore dal primo minuto, affiancato da Chantome e Thiago Motta. Lavezzi ha il delicato compito di collegare i reparti partendo largo da sinistra, per poi accentrarsi, a supporto di Menez e Ibrahimovic. La difesa è quasi tutta brasiliana, con Thiago Silva e Alex centrali, Maxwell terzino sinistro e Jallet a destra.

L'Evian risponde con un copertissimo 5-4-1: Laquait viene preferito tra i pali al danese Andersen, a proteggerlo c'è il quintetto formato da Dja Djedje, Mbarki, Kone, Mongongu e Wass. Govou viene spostato esterno di centrocampo a destra, con Barbosa sull'out di sinistra, mentre in mezzo ci sono Sorlin e Rabiu. Davanti l'unica punta è l'ivoriano Sagbo.

PRIMO TEMPO - Partono subito fortissimo i padroni di casa, che chiudono l'Evian nella propria metà campo immediatamente, mostrando una gran voglia di fare risultato. Passano solo pochi minuti e Ibrahimovic va vicino alla marcatura due volte, sempre con deviazioni volanti in area di rigore. La formazione di Ancelotti gioca benissimo sulle fasce, con Jallet e Maxwell che si sovrappongono a Pastore e Lavezzi, trovando spesso il cross dal fondo. Ed è proprio da un traversone rasoterra di Jallet che Ibra trova la deviazione vincente in scivolata al 28'. Dopo soli tre minuti arriva il raddoppio di Lavezzi, che sfrutta una bella sponda del solito attaccante svedese e firma il suo primo sigillo in Ligue 1, con un bel destro nell'angolino basso.

Match tutto in discesa per i padroni di casa, che continuano a macinare gioco, approfittando del blackout avversario: il 'Pocho' è incontenibile e va vicinissimo alla doppietta personale, sventata solamente da un ottimo Laquait. Nel finale di primo tempo ci provano anche Menez e Maxwell, che cercano con insistenza il terzo goal, ma si va al riposo con il PSG avanti di due reti.

SECONDO TEMPO - Nel secondo tempo l'Evian prova ad entrare in campo con un piglio diverso. Dupraz inserisce Khelifa e Tie Bi, nel tentativo di cambiare le carte in tavola. Ne esce fuori una formazione ospite più offensiva, ma che lascia anche notevoli spazi alle letali ripartenze dei padroni di casa. Proprio in occasione di un contropiede, condotto perfettamente da uno straripante Lavezzi, il PSG va vicino al terzo goal con Ibrahimovic, che a due passi dalla linea di porta colpisce il palo. La pressione offensiva dell'Evian è davvero sterile e si riduce ad un paio di conclusioni dal limite dell'area di Dja Djedje e Sorlin, ben controllate da Sirigu. A questo punto subentra anche un pò di stanchezza e la partita diventa più ricca di errori e falli a centrocampo, ma gli uomini di Ancelotti controllano senza troppi patemi d'animo l'andamento della gara.

All'86' arriva il tris con l'ex interista Thiago Motta, che raccoglie benissimo in area un bel cross di un ispirato Pastore. Un minuto dopo esce proprio l'ex regista nerazzurro ed entra Gameiro, che tramuta in rete la prima palla toccata, depositando a porta vuota un ottimo assist di Menez. Finisce dunque 4-0, con i parigini che dominano in lungo e in largo, rilanciandosi in classifica.

LA CHIAVE - La scelta di far partire Lavezzi largo sulla sinistra si rivela azzeccatissima per mister Ancelotti, con l'argentino che taglia letteralmente in due la difesa avversaria quando converge al centro. Ottime anche le innumerevoli sovrapposizioni dei terzini, che aprono il muro difensivo dell'Evian.

MOVIOLA - Un brutto intervento di Thiago Motta, che entra con il piede a martello sulla caviglia dell'avversario, non viene punito con il giallo. Per il resto nessuna sbavatura per l'arbitro e nessun episodio degno di nota.

Sullo stesso argomento