thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 20 gennaio 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia, Pescara
  • Arbitro: P. Mazzoleni
  • • Spettatori: 14000
0
FIN
2

Pescara-Torino 0-2: Cerci e Santana affondano il Delfino, rosso a Weiss per doppia simulazione

Il Torino supera in scioltezza il Pescara, autore di un primo tempo imbarazzante. Cerci ispira e realizza. Abruzzesi megli nella ripresa, rosso a Weiss per doppia simulazione.

Allo stadio 'Adriatico', nel match valido per la ventunesima giornata di Serie A, il Pescara cede per 0-2 al Torino e si vede nuovamente risucchiato nella zona rossa della classifica. Gli ospiti passano in vantaggio al 4' grazie ad un goal di Santana, pescato sul filo del fuorigioco dall'otimo Cerci. Il raddoppio arriva al 41' dopo una splendida triangolazione Cerci-Meggiorini-Cerci, finalizzata al meglio dall'esterno granata. Il Pescara chiude in dieci, doppio giallo per simulazione allo slovacco Weiss.

FORMAZIONI- Bergodi schiera il Pescara con un coraggioso 4-3-1-2. Perin in porta, Balzano e Modesto sugli esterni, out Terlizzi, la coppia centrale di difesa sarà composta da Capuano e Bianchi Arce, con quest'ultimo al debutto ufficiale in maglia biancazzurra. In mediana agiranno Nielsen, Togni e Bjarnason. Weiss giostrerà alle spalle della coppia Jonathas-Celik. Ventura conferma il classico 4-2-4, Rodriguez affiancherà Glik al centro della retroguardia granata, D'Ambrosio e Masiello larghi sulle fasce. Brighi e Gazzi presidieranno la mediana, davanti Cerci e Santana coadiuveranno la coppia Meggiorini-Barreto. Il brasiliano subito in campo al posto dell'indisponibile Bianchi.

PRIMO TEMPO- Pronti via è il Torino a portarsi in vantaggio con un goal di Santana, pescato dopo soli quattro minuti tutto solo a centro area da un perfetto assist di Cerci. Nell'occasione la posizione dell'argentino appare perfettamente regolare. Il Pescara accusa il colpo e non riesce mai a rendersi veramente pericoloso dalle parti di Gillet.

Anzi è il Torino a sfiorare in più occasioni il raddoppio, al 17' i granata si rendono pericolosissimi su azione d'angolo: D'ambrosio ci prova in volo d'angelo, la palla sfila a lato di un soffio. Dieci minuti dopo i padroni di casa si fanno vedere in avanti con Weiss, che prova la grande botta sul primo palo, la palla però si spegne sul fondo.

Il raddoppio ospite è nell'aria ed arriva al 41' con un pregevole triangolo Cerci-Meggiorini-Cerci, l'esterno del Toro controlla divinamente il pallone di ritorno e fulmina Perin sul secondo palo. Il primo tempo si chiude così sullo 0-2, l'Adriatico fischia un Pescara davvero deprimente.

SECONDO TEMPO- Bergodi rivoluziona il Pescara e mette dentro Cascione e Abbruscato, al posto degli impalpabili Nielsen e Jonathas. I risultati si vedono subito, gli abruzzesi premono e sfiorano a più riprese il goal che potrebbe riaprire la partita. L'occasione più nitida al 61' quando Bjarnason, pescato tutto solo sul secondo palo, spara addosso a Gillet da distanza ravvicinata.

Al 76' è Abbruscato a far sognare i tifosi del Pescara, ma la sua conclusione si spegne di un soffio a fil di palo. Un minuto dopo invece è bravissimo Gillet, che blocca in presa plastica un perfetto colpo di testa dello scatenato Abbruscato. All'82' però ecco l'episodio che cambia il finale di gara, Weiss va giù al limite dell'area. Lo slovacco, ammonito un quarto d'ora prima per simulazione, si becca il secondo giallo da Mazzoleni e va sotto la doccia.

La partita praticamente finisce quì, il match s'innervosisce un pò ed il Torino in pieno recupero ha un paio di clamorose occasioni per chiudere definitivamente il match. Il palo ed un pizzico di sfortuna frenano prima Meggiorini, e poi Sansone.

CHIAVE-
Le assenze di Zanon e Terlizzi hanno pesato più del previsto sui già fragili meccanismi difensivi del Pescara. Specie nel primo tempo gli abruzzesi sono parsi spesso in evidente difficoltà contro i rapidi attaccanti granata.

MOVIOLA- Bravissimo il guardalinee in occasione del goal del vantaggio granata, Santana scatta proprio sul fillo del fuorigioco. Discutibile il doppio giallo per simulazione sventolato nel finale allo slovacco Weiss.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE- Alessio Cerci: Disegna calcio per tutto il primo tempo. Splendido l'assist per Santana in occasione del vantaggio, meraviglioso il triangolo con Meggiorini che vale il raddoppio. Cala un pò nella ripresa.

IL PEGGIORE- Vladimir Weiss: Lo slovacco accende la luce solo a sprazzi, nella ripresa si fa prendere dal nervosismo e colleziona due gialli per altrettante simulazioni. Imperdonabile.


Sullo stesso argomento