thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 16 settembre 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia, Pescara
  • Arbitro: R. Pinzani
  • • Spettatori: 22000
2
FIN
3

Pescara-Sampdoria 2-3: All'Adriatico ci si diverte, Maxi Lopez è l'uomo da tre punti

I blucerchiati conquistano il terzo successo stagionale grazie ad una doppietta dell'attaccante argentino. Tardiva la reazione dei padroni di casa.

La Sampdoria batte 3-2 il Pescara e conquista il terzo successo consecutivo. Blucerchiati vittoriosi grazie ad una doppietta di Maxi Lopez e al sigillo di Estigarribia, tardiva la reazione biancazzurra con Celik e Caprari.

FORMAZIONI - Stroppa cambia modulo e passa al 4-2-3-1 con Colucci e Cascione a protezione della difesa, sulla trequarti operano Balzano, Weiss e Quintero, unica punta il giovane croato Vukusic. In difesa il serbo Cosic affianca Capuano nel ruolo di centrale difensivo.

Ferrara rimane invece fedele al 4-3-3 con Poli, Obiang e Maresca a formare una mediana muscolare e dinamica. Il tridente offensivo è formato da Estigarribia, Eder e Maxi Lopez.

PRIMO TEMPO - Partono bene i padroni di casa con il nuovo modulo: gli uomini di Stroppa pressano bene nella metà campo avversaria e costringono la Sampdoria a ripiegare in difesa. Vukusic sfiora il goal con una clamorosa traversa per un Pescara che sembra totalmente rinvigorito dopo il brutto inizio di campionato.

Nel momento migliore degli abruzzesi arriva però il vantaggio ospite, complice una grave disattenzione difensiva di Zanon che tiene in gioco gli attaccanti blucerchiati: Eder confeziona e Maxi Lopez insacca. Nei minuti successivi il Pescara sembra scosso e non riesce più a rendersi pericoloso, pur continuando a fare la partita. La prima frazione finisce con qualche protesta di Weiss e di tutto il Pescara che reclama un calcio di
rigore per una trattenuta in area.

SECONDO TEMPO - Come ad inizio gara il Pescara parte bene e prova ad impensierire la retroguardia blucerchiata con i dribbling dei suoi giovani trequartisti. Ma il cinismo della Sampdoria in questo match è davvero letale e nel primo contropiede disponibile l'ex juventino Estigarribia punisce i padroni
di casa con un bel sinistro ad incrociare.

Il Pescara però non molla e continua nella pressione più con il cuore che con altro, fino a trovare il primo goal in questa Serie A con il neo entrato Celik. Ma passano appena due minuti e Maxi Lopez spegne gli entusiasmi dei padroni di casa sfruttando l'ennesima indecisione difensiva avversaria. Nel finale arriva anche il bellissimo goal di Caprari ma è troppo tardi e gli assalti finali degli uomini di Stroppa
vengono neutralizzati dalla retroguardia blucerchiata.

LA CHIAVE - Il cinismo degli attaccanti blucerchiati hanno fatto la differenza contro i grossolani errori della retroguardia del Pescara. I colpi di Maxi Lopez e compagni arrivano sempre nel momento giusto,
per spegnere gli entusiasmi dei ragazzi di Stroppa.

MOVIOLA - Pochi episodi degni di nota per l'arbitro Pinzani, nel primo tempo Weiss protesta per una trattenuta in area ma il contatto sembra leggero e l'arbitro lascia correre.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Maxi Lopez. Terminale offensivo praticamente perfetto, è un killer implacabile sotto porta. Sfrutta alla perfezione le occasioni che gli capitano e tiene in costante apprensione la difesa avversaria.

IL PEGGIORE - Zanon. Spiana la strada per il vantaggio ospite con un grave errore sul fuorigioco. Da quel momento in poi va in totale confusione e viene sostituito nella ripresa.

Sullo stesso argomento