thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 26 settembre 2012
  • • 18.30
  • • Stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia, Pescara
  • Arbitro: D. Doveri
  • • Spettatori: 11411
1
FIN
0

Pescara-Palermo 1-0: Un gran goal di Weiss nel finale beffa i rosanero e regala tre punti pesanti agli abruzzesi

Espulso Von Bergen al 35' per un fallo di mani che ha interrotto una fuga di Vukusic. I portieri Ujkani e Pelizzoli hanno blindato le due porte per gran parte della gara.

Un goal di Weiss allo scadere permette al Pescara di incassare i primi tre punti della stagione. Il Palermo esce dall’Adriatico con le ossa rotte, nonostante un grande primo tempo e una serie di occasioni sciupate; rosanero costretti, poi, a giocare la ripresa in dieci per l’espulsione di Von Bergen al 38’. Vince il Pescara alla prima vittoria stagionale, cadono ancora i siciliani alla seconda sconfitta consecutiva.  

FORMAZIONI – Nel Pescara, Stroppa, deve rinunciare a Crescenzi e a Modesto. Oltre allo squalificato Perin in porta.  In difesa davanti a Pelizzoli, c’è Balzon a sinistra, con Zanon a destra. Queste le uniche variazioni di un gruppo che dalla mediana in su presenta gli stessi interpreti. In attacco Caprari e Quintero a supporto dell’unica punta Vukusic.

Nel Palermo, Gasperini, conferma la stessa formazione schierata a Bergamo contro l’Atalanta. Al centro della difesa c’è ancora Donati. In attacco fuori Miccoli, dentro Hernandez. Brienza, recuperato, si accomoda in panchina.

PRIMO TEMPO – La prima frazione di gioco si chiude a reti bianche. Non inganni, però, il risultato. Le due squadre si affrontano a viso aperto alla ricerca del goal del vantaggio, dispensando emozioni e un gioco a tratti spettacolare. I primi venti minuti sono appannaggio del Palermo che Gasperini schiera con un 3-4-2-1 in fase di partenza per poi passare alla difesa a quattro con Garcia e Morganella scalati a terzini nel finale di tempo. Stroppa replica con un 4-3-2-1, con Quintero e Caprari tra i più dinamici nella prima parte di gara.

Ma è il Palermo a sfiorare in più riprese il goal: clamorosa la tripla chance sciupata al ventesimo, in sequenza, da Hernandez, Barreto e poi ancora da Hernandez. Nel momento migliore dei rosanero, Von Bergen, si merita una sacrosanta espulsione per un fallo di mano sul lanciato Vukusic. Palermo in dieci,  Pescara sornione e che chiude limitando i danni.

SECONDO TEMPO – La ripresa comincia a un ritmo più blando. Più volitivi i biancazzurri grazie alla superiorità numerica, ma la prima occasione sul tabellino è ancora in favore dei rosanero. Ilicic prima e Hernandez dopo scaldano in avvio le mani a Pelizzoli. Il break del Pescara è servito da Vukusic che su lancio di Zanon con un rasoterra impegna Ujkani che devia in angolo. Stroppa allora mette dentro un centrocampista Weiss per Quintero, e Abbruscato per Vukusic.

Ma quando la gara sembra indirizzata verso un comodo pareggio, un missile da 25 metri dello slovacco, lancia il Pescara alla prima vittoria casalinga e ai primi tre punti in campionato. Cade ancora il Palermo, e sempre nei minuti finali. Stavolta, però, con l’attenuante di aver giocato la ripresa in dieci. Nel finale, poi, Abbruscato sciupa il raddoppio a tu per tu con Ujkani.

LA CHIAVE – Un missile terra-aria di Weiss rilancia le ambizioni di un redivivo Pescara. Il goal dello slovacco regala agli abruzzesi la prima vittoria in campionato e affonda il Palermo alla seconda sconfitta consecutiva.

MOVIOLA – Buona l’interpretazione di gara da parte dell’arbitro Doveri. Giusta l’espulsione di Von Bergen. Nel secondo tempo, grazia Donati, evitandogli la doppia ammonizione.  

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Pelizzoli. Tornato in gran forma, blinda la sua porta fino al novantesimo. Sostituisce molto bene lo squalificato Perin, non facendolo rimpiangere.

IL PEGGIORE - Quintero. Molto fumo e poco arrosto quest'oggi per il colombiano. Bene in fase di costruzione della manovra, del tutto evanescente nella finalizzazione.

Sullo stesso argomento