thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 26 gennaio 2014
  • • 15.00
  • • Stadio Ennio Tardini, Parma
  • Arbitro: S. Peruzzo
  • • Spettatori: 10917
1
FIN
0

Parma-Udinese 1-0: Bianconeri anonimi, Amauri porta in alto i gialloblù

Ottima prestazione del Parma, che continua a volare in classifica. I gialloblù tengono il pallino del gioco per gran parte del match, decide un goal di Amauri nel primo tempo.

Tre punti, e fanno trentadue, dieci giornate senza sconfitte, che fanno sognare e rincorrere l'Inter: il Parma non si ferma più. Vittima del giorno un’Udinese rinunciataria, nemmeno lontana cugina di quella che in settimana ha battuto il Milan in Coppa Italia, quasi mai pericolosa, nemmeno dopo l’ingresso di Totò Di Natale. Decisivo il gol di marchio Cassano - Amauri, ma ai punti i gialloblù , avrebbero meritato anche un risultato più tondo. Ora gli occhi si spostano sul calciomercato che vuole Biabiany pronto a volare in Cina.

FORMAZIONI - Donadoni, privo di Lucarelli, squalificato e sostituito dall’ex Felipe,  risolve l’enigma Biabiany: il francese, con le valigie pronte, si accomoda in panchina. Proprio in panca si rivede, dopo l’infortunio di agosto, Daniele Galloppa. In mezzo al campo, Gargano e Acquah, davanti confermato il tandem Cassano - Amauri.

Per Guidolin, al ritorno in uno stadio che non lo dimentica, problemi nel riscaldamento: Da Silva si ferma per un problema muscolare, dentro, al suo posto, Douglas. I numeri, sono tutti per l’ex tecnico gialloblù: su sei precedenti in serie A contro il dirimpettaio, quattro vittorie e due pareggi.

PRIMO TEMPO -  Parte fortissimo la squadra di casa: al quarto ci prova Cassano, ma non centra lo specchio, al tredicesimo ci prova Gargano, ma Brkic dice di no in due tempi, deviando in corner, due minuti dopo tocca ad Acquah che dai 25 metri costringe l’estremo difensore friulano a volare e deviare in corner. I primi squilli degli ospiti, eccezion fatta per un paio di sgroppate che costano ai ducali due gialli (Parolo e Felipe), arrivano intorno al ventesimo, quando prima Badu, poi Douglas, calciano in curva Sud.

Il Parma riparte, Amauri si mette in mostra e Gargano macina palle: Guidolin, però, non ci sta: fuori Douglas, dentro Pinzi appena prima della mezz’ora. La manovra diventa più fluida, complice il rallentamento dei padroni di casa, ma Mirante può tranquillamente annoiarsi: il primo utilizzo dei guantoni è al 34esimo per applaudire la rete del vantaggio. Cassano dal fondo pennella sulla testa di Amauri che incorna battendo Brkic ed infilando un vantaggio meritato.

Quello che accompagna all’intervallo sono un paio di occasioni per i friulani, che Cassani prima, Paletta poi, rimediano con qualche affanno ed un fallaccio di Allan su Amauri in finire del minuto di recupero concesso che volare l’ennesimo cartellino giallo.

SECONDO TEMPO - Parte forte l’Udinese, strigliata negli spogliatoi: al 48esimo Mirante blocca un tiro centrale di Widmer, sette minuti dopo Nico Lopez costringe l’estremo difensore gialloblù al miracolo di piede. Poco dopo il sessantesimo, preziosismo Cassano - Amauri, ma l’ultimo tocco e la palla sfila out. E’ l’ultima occasione per l’italo-brasiliano, che poco dopo chiede il cambio: esce dolorante toccandosi la coscia sinistra. Dentro Palladino, mentre inizia il riscaldamento anche Biaiany, accolto da un caloroso applauso ricambiato con un timido saluto che sa di congedo.

Che al 32esimo diventa ultimo palcoscenico: fuori Acquah, dentro il francese promesso al Guangzhou di Marcello Lippi. Guidolin risponde buttando nella mischia Totò Di Natale per uno spompo Muriel. L’ultimo quarto d’ora è targato Udinese, che spinge di più, anche se MIrante non rischia granché, e le ultime occasioni sono sui piedi crociati. Prima è quasi Biabiany, lanciato da Palladino, cui Brkic dice no di piede, poi Josè Mauri, classe ’96, subentrato a Marchionni schianta una gran biglia tra palo e portiere. E finisce col Tardini in festa: dal 3 novembre il Parma non perde più.

CHIAVE - Una bella mezzora, un po’ di contenimento e un’Udinese poco incisiva ed ancora meno reattiva: questi gli ingredienti che consegnano a Donadoni la prima vittoria su Guidolin ed al Parma quota 32 in classifica.

MOVIOLA - Concesso che la gara è ruvida, Peruzzo non convince. Lascia correre un po’ troppo, sembra non tenere mai in mano la partita. Che finisce con cinque ammoniti e qualche calcione di troppo.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Mattia Cassani. Grande prestazione per il difensore gialloblù: sempre puntuale nelle chiusure su Muriel, autore di interventi decisivi in area di rigore. Il risultato passa dalla sua concentrazione e dalle sue letture.

IL PEGGIORE - Douglas. Guidolin lo schiera sulla sinistra dall'inizio, ma il brasiliano sembra totalmente fuori dagli schemi bianconeri e viene preso in mezzo dal fraseggio avversario. Lo stesso tecnico lo richiama in panchina dopo mezz'ora di gioco.

Sullo stesso argomento