thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 10 marzo 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Ennio Tardini, Parma
  • Arbitro: M. Mariani
  • • Spettatori: 12478
4
FIN
1

Parma-Torino 4-1: Amauri vale triplo, il Parma si avvicina alla quota salvezza

L'attaccante italobrasiliano firma la tripletta che permette al Parma di rimontare l'iniziale vantaggio del Torino. Di Sansone l'altra segnatura. Santana aveva illuso i granata.

Vittoria importantissima del Parma che si ritrova ad un passo dalla quota salvezza. Decisivo è stato l'italobrasiliano Amauri che con una tripletta è il mattatore di giornata. Aveva iniziato bene il Torino che è scomparso totalmente dal campo negli ultimi venti minuti permettendo ai ducali di ribaltare il risultato dopo l'iniziale vantaggio siglato da Santana.

FORMAZIONI - Nei ducali l'infotunio di Coda viene mitigato dal ritorno dal primo minuto di Paletta al centro della difesa. Gobbi viene preferito ancora una volta a Mesbah sull'out di sinistra mentre la coppia d'attacco è formata da Biabiany ed Amauri. Solo panchina per Belfodil e Sansone.

Ventura, dal canto suo, rilancia dall'inizio D'Ambrosio e ritrova Ogbonna alla guida del pacchetto arretrato. Gazzi e Brighi giostrano in mezzo al campo con Vives che viene preferito a Barreto come partner di Bianchi. Assenti per squalifica Cerci e Meggiorini.

PRIMO TEMPO - La sfida tra ducali e granata parte subito su buoni ritmi con Biabiany che prova ad approfittare dell'errore di Gillet, tardivo nello sbarazzarsi della palla, ma non trova lo specchio della porta. Quindi è Bianchi a mangiarsi un'occasione colossale a tu per tu con Mirante sbagliando clamorosamente il controllo della sfera.

Amauri prova a svegliare la sua squadra con una puntata da posizione leggermente defilata ma, anche in questo caso, la mira è imprecisa. Santana sulla sinistra è devastante ed è proprio lui ad impensierire Gillet con una sassata dalla grande distanza, trovando solo l'esterno della rete.

C'è molto sano agonismo in mezzo al campo con continui capovolgimenti difronte. Dopo qualche sortita offensiva targata Torino sono i padroni di casa a rendersi pericolosi con Parolo e Rosi. A dieci minuti dalla fine Bianchi reclama vivacemente l'assegnazione di un calcio di rigore per la trattenuta di Benalouane ma l'arbitro Mariani lascia correre.

L'ultima chance capita ad Amauri che s'inventa una rovesciata nello stretto ma è strepitoso Gillet a rifugiarsi in corner con grande reattività. Sul seguente calcio d'angolo il portiere belga sbaglia l'uscita ma è ben appostato sulla linea Vives che allontana.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con un cambio tra le fila ducali: non c'è più lo spento Valdes il cui posto viene preso da Mesbah. La prima chance capita sulla testa di Amauri che prende il tempo a Glik ma non riesce ad angolare.
 
Si sveglia il Torino che trova la rete del vantaggio con Santana, bravo a deviare sottomisura l'assist rasoterra di Birsa. I padroni di casa vanno in bambola ed la squadra di Ventura va vicinissima al roddoppio in due occasioni. Prima colpisce il palo con Birsa poi ribattuto in rete da Bianchi segnalato in off-side, poi è lo stesso Bianchi a colpire a botta sicura trovando la splendida risposta di Mirante.

Va vicino al pareggio il Parma con il colpo di testa di Mesbah lasciato colpevolemente solo sul secondo palo ma non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. La squadra di casa attacca a testa bassa fino a quando Amauri con una grande girata anticipa Ogbonna e brucia Gillet sul secondo palo, portando il risultato in parità.

Ci credono i padroni di casa che si portano addirittura in vantaggio due minuti dopo con Sansone che controlla agevolmente al limite dell'area e fa partire un destro sul quale nulla può Gillet. La gara viene definitivamente chiusa dai due goal nel finale di partita di Amauri che si conquista la palma di Man of the Match e si porta il pallone a casa.

CHIAVE - La cattiveria sottoporta di Amauri ha rappresentato la marcia in più della squadra di casa che ha ritrovato il bomber di cui aveva bisogno per portarsi a ridosso della quota salvezza.

MOVIOLA - Gara tutto sommato corretta quella tra le due compagini. Da rilevare solo la richiesta da parte di Bianchi di un penalty nel primo tempo per trattenuta di Benalouane che sembra esserci ma che l'arbitro decide di non punire.

Sullo stesso argomento