thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 11 novembre 2010
  • • 20.45
  • • Stadio Ennio Tardini, Parma
  • Arbitro: S. Peruzzo
  • • Spettatori: 16009
1
FIN
0

Parma-Sampdoria 1-0: Bojinov batte anche la NEBBIA, Marino respira...

Parma-Sampdoria 1-0: Bojinov batte anche la NEBBIA, Marino respira...

Decisiva la rete del bulgaro, legni di Candreva e Pazzini.

Alla fine, Bojinov. Il Parma, grazie ad un gol del bulgaro, ha conquistato la vittoria del cuore e dell'orgoglio, contro una Samp ordinata ma poco pungente. I gialloblù puntellano così la panchina di Marino. Ci hanno creduto di più, hanno spinto di più; giusto quindi il loro successo. La Samp può recriminare per qualche occasione fallita da Pazzini. I doriani restano a quota 15 mentre i ducali abbandonano l'ultimo posto, salendo a 11 punti.

FORMAZIONI – Due cambi per Marino rispetto alla sfortunata trasferta di Napoli; a centrocampo c'è Dzemaili al posto di Gobbi, in avanti Bojinov sostituisce l'indisponibile Giovinco. Di Carlo schiera Accardi come terzino sinistro, Mannini e Koman sono gli esterni di centrocampo, Marilungo affianca Pazzini in attacco.

PARTITA – Fin dalle prime battute la nebbia la fa da padrone: la visibilità è scarsa e il gioco ovviamente ne risente. Ci provano di più i gialloblù, come prevedibile; ci sono l'ultimo posto da abbandonare e una panchina, quella di Marino, da salvare. A turno Candreva, Marques e Dzemaili provano l'azione individuale, finendo puntualmente per sbattere contro il muro blucerchiato. Manca peso là davanti e Bojinov è impreciso. La prima occasione è per la Samp: è il 23', Marilungo serve un assist per Koman che, da buona posizione, conclude alto. Alla mezzora si vede il Parma con Morrone: doppio dribbling e tiro deviato in corner. Ci prova poi Paletta ma l'incornata del difensore argentino sorvola la traversa. La migliore opportunità del primo tempo al 42esimo: cross teso di Zaccardo dalla destra, Candreva irrompe di testa e impegna severamente Curci, che manda la palla sul palo. Sul finire di frazione, problemi fisici per Zauri, che deve lasciare il posto a Volta. C'è il tempo per vedere una bella triangolazione di marca gialloblù tra Marques, Bojinov e Candreva e si va al riposo.

Nella ripresa, Pazzini pareggia subito il conto dei legni, cogliendo la traversa su punizione; Marilungo prova a ribadire in rete ma schiaccia troppo il pallone di testa, è comoda la presa di Mirante. Ancora protagonista il tandem Marilungo-Pazzini al 51'; il Pazzo riceve palla dal compagno e tira, il suo diagonale, un po' “strozzato”, si spegne sul fondo. I tanti cross del Parma non trovano nessuno pronto alla deviazione; Marino decide allora un cambio, dentro Crespo, fuori Valiani. Molto bello un destro a girare di Candreva al 63', a chiudere una lunga ed elaborata azione degli emiliani. Che attaccano a tambur battente ma senza trovare mai il guizzo giusto. Ancora Pazzini prova ad alleggerire la pressione gialloblù: 67', bel lancio di Poli, stop di petto e conclusione nuovamente imprecisa dell'ex-viola, disturbato da Paletta. Un cambio per parte: Gobbi per Morrone, Guberti per Koman. La banda-Marino si rende pericolosa con Dzemaili al 76', gran destro dell'ex-Toro, respinto di pugno da Curci. Dopo un lungo quanto infruttuoso assedio, i gialloblù passano: minuto 84, delizioso il taglio di Zaccardo in profondità, letale la conclusione di Bojinov, che trafigge Curci. Crespo potrebbe raddoppiare nel finale ma nel recupero la Samp va vicinissima al pari con un destro di Volta, su assist al volo di Mannini. Finisce 1 a 0, per il sollievo dei supporters parmensi.

CHIAVE – Il Parma sconta l'assenza ormai cronica di un centravanti di sfondamento e imposta una manovra “aggirante”, a tratti interessante ma poco incisiva. La Samp si difende con ordine e si accontenta di pungere solo a sprazzi.

CHICCA – Con il gol di Bojinov, i padroni di casa hanno interrotto un digiuno di reti che durava da ben 416 minuti e hanno agguantato un successo che mancava addirittura dal 29 agosto. Come spezzare un sortilegio, in pratica.

TATTICA – 4-3-3 tutto estro e leggerezza per Pasquale Marino. La regìa di Dzemaili assicura impulsi alla manovra; in fase offensiva, Bojinov è il riferimento centrale, con il supporto di Marques in veste di ala. Candreva e Valiani si scambiano spesso la posizione, Morrone prova di tanto in tanto gli inserimenti. 4-4-2 ortodosso per Di Carlo. Difesa abbastanza bloccata, con gli esterni Zauri e Accardi tenuti bassi. Più libertà per Mannini e Koman, chiamati ad appoggiare Marilungo, il principale suggeritore di Pazzini.

MOVIOLA – Buona direzione di gara dell'arbitro Peruzzo. Regolare la rete di Bojinov, posizionato in linea con Gastaldello al momento del passaggio di Zaccardo.

PROMOSSI & BOCCIATI – Il migliore nel Parma è il ritrovato Candreva (voto 7); schierato da interno di centrocampo, sfodera finalmente una prestazione convincente. Bojinov (voto 6,5) è il match-winner; deve ancora crescere il bulgaro ma questa rete può essere per lui un toccasana. Scentrata invece la mira di Pazzini (voto 5,5), che ha colto, è vero, una traversa ma è apparso solo lontano parente dell'infallibile cecchino della scorsa stagione.

Sullo stesso argomento