thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 30 marzo 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Ennio Tardini, Parma
  • Arbitro: M. Di Bello
  • • Spettatori: 10546
3
FIN
0

Parma-Pescara 3-0: Un super Amauri affonda gli abruzzesi, ora ad un passo dalla B

Nella 30esima giornata di Serie A il Parma liquida il Pescara con un secco tre a zero. In goal anche Amauri che sigla in rovesciata la terza marcatura.

Tutto come da pronostico. Il Parma batte il Pescara   e chiude 'virtualmente' la pratica salvezza. Abruzzesi mai in partita, la serie B per gli uomini di Bucchi è vicina. Da segnalare la splendida rovesciata di Amauri per la terza marcatura. Un capolavoro balistico di rara bellezza.

FORMAZIONI – Donadoni schiera i ducali con il 4-3-3. Nella difesa a tre c’è Benalouane. A centrocampo, complice la squalifica di Valdés, il tecnico ducale propone Ninis dal primo minuto. In avanti il tridente: Amauri – Biabiany - Sansone, quest’ultimo preferito a Belfodil.

Bucchi perde Balzano e Vukusic. In difesa torna Koldrup dopo i postumi dell’influenza. A centrocampo spazio a D’Agostino come regista. In attacco parte titolare Abbruscato nel tridente offensivo, con ai lati Sculli e Caprari.

PRIMO TEMPO – Si comincia a ritmo basso, complice il terreno di gioco appesantito dalla pioggia. La prima occasione è dei padroni di casa: un'incornata di Amauri su corner impegna Pelizzoli. Il goal, però, è nell’area. Ci pensa Benalouane di testa prima del ventesimo a portare il Parma in vantaggio. Il francese elude la marcatura di Cascione e insacca in rete.

Il Pescara si vede con Caprari che spreca mandando oltre la traversa una splendida incursione nell’area avversaria. Alla mezzora Biabiany sfiora di testa il raddoppio, poi, nel finale ci prova Ninis a dieci minuti dal termine ma il risultato non cambia.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre subito con il goal di Paletta che con un piatto destro sugli sviluppi di un corner sigla il raddoppio. Parma sul velluto e Pescara affondato dopo appena cinque minuti. Il tris è servito da Amauri al 62'. Meravigliosa la sua rovesciata dentro l'area piccola. Uno spettacolo per il calcio e per i tifosi.

La partita è chiusa con largo anticipo e Pescara che non riesce a trovare la via del goal nonostante gli ingressi di Sforzini e Celik. Gli uomini di Donadoni potrebbero servire il poker se non fosse che un ottimo Pelizzoli nega la gioia della marcatura a Sansone. Da segnalare per i giallo-blù il decimo goal stagionale per Amauri. Quanto al Pescara, a otto giornate dalla fine, lo spettro della retrocessione sembra ormai concretizzarsi.

LA CHIAVE – Il goal di Benalouane dopo appena venti minuti spiana la strada al largo vantaggio dei ducali.

MOVIOLA – Nessun episodio da rilevare.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Amauri. Come sempre lotta e sgomita in attacco. Attaccante fondamentale. Poi siglia il goal meraviglia del 3-0.

IL PEGGIORE - Bjarnason. Prova incolore. Perde numerosi palloni nel corso del primo tempo. Giusta la sostituzione.

Sullo stesso argomento