thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 02 novembre 2013
  • • 18.00
  • • Stadio Ennio Tardini, Parma
  • Arbitro: D. Celi
  • • Spettatori: 17740
0
FIN
1

Parma-Juventus 0-1: Un tap-in di Pogba porta 3 punti pesanti a Madama

Dopo lo 0-0 del primo tempo, nella ripresa la gara si accende. Decisivo l'ingresso in campo di Quagliarella: da un suo palo arriva infatti il goal partita del giovane francese.



Non aveva mai vinto, al Tardini, la Juventus di Antonio Conte. Ed i precedenti erano in leggero favore dei giallolbù, ma Paul Pogba, l’uomo delle meraviglie bianconere, ha deciso di cambiare il destino e le statistiche.

In una partita decisamente bruttina, tirata, lenta a tratti, più tattica che fantasiosa, una sua rete nella ripresa ha spostato gli equilibri, regalato alla Juventus tre punti e condannato il Parma, troppo sciupone, ad una sconfitta per certi versi immeritata. Ma questo è il calcio, ed il Tardini insacca la rete del ko che non vorrebbe mai subire.

FORMAZIONI - Conte, nella Juve in inconsueta divisa gialla e blu, rimescola le carte: in difesa dentro Ogbonna al centro e Padoin a destra, in attacco il grande ex, Sebastian Giovinco. Donadoni inserisce Mendez centrale dietro per Felipe, davanti confermato Cassano con Amauri.

PRIMO TEMPO - Il primo brivido scorre nel sangue juventino: Ogbonna si riscopre suicida e con un retropassaggio costringe Buffon alla rimessa di piede ed al brivido.  Passano otto minuti e Giovinco restituisce il favore: il folletto fa tutto da solo in contropiede, Mirante gli dice no.

Ripartenza ed è subito Parma: Amauri lancia Gobbi, lui temporeggia e perde l’attimo buono. Al sedicesimo ancora Juve: Giovinco lancia Tevez ma il sinistro è debole, MIrante c’è. La partita non è bella, spezzata da un pressing serrato del Parma  e da tanti falli in mezzo al campo: al ventesimo su punizione bello schema dei padroni di casa, Cassano batte in mezzo ma Gobbi è in off-side.

E’ passato da poco il ventesimo, ed inizia lo strapotere della Vecchia Signora, che ci prova prima con Vidal, poi con Chiellini (entrambi da fuori, con sfera lontana dallo specchio della porta), di nuovo col numero ventitre che sfiora il set di un nulla. Poi la Signora si quieta un pochino, il Parma contiene, le lascia far la gara ma non soffre, ed il tempo scorre via.

SECONDO TEMPO - Iniziano fortissimo i bianconeri: Biabiany è costretto al recupero affannoso su Asamoah dopo pochi istanti, poi la difesa di casa arranca e si rintana in un fallo che concede una bella punizione per Giovinco.

Ma la Formica spreca, come due minuti dopo quando imbeccato da Tevez spara addosso a Mirante. Al 54esimo l’azione che può valere una partita: Biabiany, pazzesco, vola via sulla destra e serve Amauri che fa la cosa più difficile, sbagliare. In panchina Conte è furibondo con Chiellini che ha perso il francese, in tribuna il presidente di casa Ghirardi si dispera per la rete fallita.

Al settantesimo bellissima palla per Tevez, che a colpo sicuro impegna Mirante, perfetto di piede. Un minuto dopo ci prova Parolo da fuori, a rimorchio, ma la sfera finisce out e Conte suona la carica, inserendo Quagliarella e Llorente. Venti secondi e il numero ventisette colpisce un incrocio dei pali clamoroso a Mirante battuto, la palla finisce però sui piedi di Pogba che insacca il vantaggio.

CHIAVE - Non è una bella partita, la determinano gli episodi e gli errori del Parma che davanti sciupa troppo.

MOVIOLA - Celi pare votato al lasciar correre, ma rischia che la partita gli sfugga di mano, anche se di dubbio vi è solo un fallo su Giovinco di Mendes in finire di primo tempo che la giacchetta non ravvede. Inverte alcuni falli in mezzo al campo scaldando gli animi in una partita di per sé corretta.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Quagliarella. Il goal da tre punti arriva dai piedi di Pogba, ma a dare la scossa decisiva al match è l'attaccante campano, che entra con il piglio giusto e crea i presupposti del vantaggio con una giocata delle sue al limite dell'area: decisivo.

IL PEGGIORE - Parolo. Al di là di un bell'assist a Gobbi in avvio non riesce a dare grandi notizie di sé: vorrebbe rendersi utile con i suoi inserimenti, ma non trova spazi e lentamente si eclissa.

Sullo stesso argomento