thumbnail Ciao,
Diretta Live

Europa League

  • 23 febbraio 2012
  • • 19.00
  • • Stadio Toumbas, Thessaloníki
  • Arbitro: T. Hagen
  • • Spettatori: 20000
0
FIN
3

Udinese vince col totale di 3 - 0

PAOK-Udinese 0-3: Impresa bianconera! In Europa League si continuerà a parlare friulano

PAOK-Udinese 0-3: Impresa bianconera! In Europa League si continuerà a parlare friulano

Getty Images

Vantaggio bianconero che arriva al 6' grazie al colpo di testa del brasiliano Danilo. Al 15' è arrivato il raddoppio su punizione con Floro Flores. Do Domizzi il goal del 3-0.

Allo stadio “Toumba” di Salonicco, nella gara valida per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League, l’Udinese annichilisce il Paok con un perentorio 0-3 che la qualifica agli ottavi di finale della competizione dove troverà la vincente dello scontro tra Az Alkmaar e Anderlecht. I friulani ipotecano la gara in appena quattordici minuti e la chiudono definitivamente con un rigore di Domizzi al 51’. I greci mai in partita e quasi mai pericolosi dalle parti di Handanovic.

FORMAZIONI -  Il tecnico dei padroni di casa Boloni sceglie il classico 4-2-3-1 con un atteggiamento poco  offensivo. L’italiano Cirillo in coppia al centro della difesa con Malezas. Davanti ai quattro difensori agiscono  l’ex  meteora milanista Pablo Garcia e Lazar per lo squalificato  Fotakis. Dietro l’unica punta, Athanasiadis, il terzetto formato da Salpingis,Giannou e Lino, quest’ultimo preferito al più offensivo Georgiadis. Guidolin , costretto a rinunciare tra gli altri a tre pedine fondamentali come Isla, Pinzi e Di Natale, schiera un 3-5-1-1. In difesa ecco il trio titolare formato da Benatia, Danilo e Domizzi. A centrocampo torna Asamoah, Pasquale viene preferito all’acciaccato Armero a sinistra. Fabbrini in appoggio all’unica punta Floro Flores.

PARTITA -  Comincia deciso il Paok che al 4’, con un tiro non irresistibile di Giannou impegna Handanovic in una presa in due tempi. Ma al 6’ è l’Udinese a passare: corner dalla sinistra di Pasquale, palla a centro area dove Danilo stacca tutto solo ed insacca alle spalle di Kresic, 0-1. Cinque minuti dopo il portiere greco rischia di farla grossa uscendo fuori area e rinviando di piede proprio sul volto di Cirillo, la palla rimbalza lentamente a pochi centimetri dalla porta del Paok. Il raddoppio Udinese arriva al 14’, ancora su calcio piazzato, grandissimo bolide terra aria di Floro Flores dai trentacinque metri, lievemente decentrato a sinistra, la palla piega il guantone di Kresci e si infila alla sua destra, 0-2. Il Paok non ci sta e, tra il 16’ ed il 19’ si crea due buone occasioni fotocopia, corner dalla destra di Garcia tagliati sul primo palo dove Cirillo nella prima occasione stacca e deviando di testa mandal il pallone sul legno, nella seconda occasione è l’altro centrale difensivo Malezas a provarci ma la sfera va alta di poco. Dopo il 20’ i ritmi si abbassano, i friulani controllano abilmente fino al 42’ quando è ancora Giannou a far tremare Handanovic con un tiro a giro appena dentro l’area dal vertice sinistro che sfiora il secondo palo della porta bianconera. Il primo tempo finisce qui, 0-2 meritato dell’Udinese.

Nella ripresa pronti via ed al 49’ Sznaucner strattona Floro Flores in piena area greca, per l’arbitro è rigore, Domizzi dal dischetto al 51’ spiazza Kresic con un tiro sotto la traversa alla sinistra dell’estremo difensore del Paok. A questo punto la gara ha poco da raccontare. Quattro minuti dopo i friulani vanno ancora al tiro con uno scatenato Fabbrini da fuori area ma Kresic si distende in tuffo sulla sua sinistra e sventa, poi Floro Flores da posizione defilata manda sull’esterno della rete. L’unico guizzo greco arriva al 72’ grazie ad una deviazione in spaccata di Benatia su tiro ad incrociare di Salpingidis con la palla che scivola di un soffio al lato del palo alla sinistra di Handanovic. L’Udinese controlla agevolmente, i greci perdono mordente, finisce 0-3, friulani agli ottavi meritatamente.

CHIAVE - Il vantaggia dopo soli sei minuti fa saltare i piani di Boloni che aveva impostato una gara tutta difesa e ripartenze con un terzino, Lino, schierato nei tre dietro la punta centrale.

CHICCA - L’Udinese vendica l’eliminazione subita dalla Coppa Uefa proprio per mano del Paok undici anni fa e torna alla vittoria esterna in Europa che mancava dal 2008.

TATTICA - Il 4-2-3-1 di Boloni è in realtà un 4-5-1 che però smette di avere ogni logica dopo soli sei minuti, quando l’Udinese trova il vantaggio su azione da corner. I friulani a quel punto possono fare il gioco che prediligono, rubando palla e ripartendo velocissimi.

MOVIOLA - Ottima la prestazione dei sei arbitri. Il rigore per l’Udinese sembra esserci. L’arbitro norvegese mostra personalità.

PROMOSSI&BOCCIATI - Nel Paok malissimo i due terzini Sznaucner e Stafylidis, lento Pablo Garcia, disastroso Lino sia come esterno alto che basso, non pervenuti Salpingidis e Athanasiadis. Si salva il solo Giannou che però cala nella ripresa. Nell’Udinese impossibile trovare insufficienze, strepitoso Floro Flores, ottimo il trio difensivo, piacciono Basta e Pasquale, propositivo Fabbrini




Sullo stesso argomento