thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 11 novembre 2012
  • • 12.30
  • • Stadio Renzo Barbera, Palermo
  • Arbitro: A. Giannoccaro
  • • Spettatori: 13423
2
FIN
0

Palermo-Sampdoria 2-0: Finalmente Dybala, doppietta per l'argentino e blucerchiati nel baratro

Settima sconfitta consecutiva per i blucerchiati di Ferrara, scavalcati in classifica dalla formazione di Gasperini. Grande prova di Brienza e Barreto, Samp senza idee.

Operazione sorpasso riuscita. Il Palermo batte la Sampdoria 2-0, settima sconfitta consecutiva per i blucerchiata e situazione di classifica sempre più difficile. I rosanero ringraziano Dybala, al primo goal in Serie A: arriverà anche la doppietta, genovesi scavalcati in classifica.

FORMAZIONI - Padroni di casa con un 3-4-2-1 con il giovane Dybala unica punta davanti all'ex senese Brienza e Ilicic. Ci sono Kurtic e Morganella a centrocampo, Donati confermato in difesa insieme a Von Bergen. Ospiti che fanno esordire Mustafi in difesa dal 1', Gastaldello e Rossini titolari nella retroguardia blucerchiata. Eder davanti a Soriano, c'è Poulsen.

PRIMO TEMPO - Entrambe hanno bisogno di punti per risalire la classifica, ma solo i padroni di casa risultano propensi a cercare la rete. La prima frazione del Barbera è una lotta tra Romero, portiere blucerchiato, e Dybala, quest'oggi unica punta.

Un po' di imprecisione di troppo per il classe 1993, ma anche tanta sicurezza da parte dell'estremo difensore blucerchiato. L'ex Instituto ci prova da ogni posizione, Romero devia in angolo in due occasioni, trovandosi il pallone tra le braccia in altrettante volte.

Clamorosa palla goal per Ilicic al quarto d'ora, ma l'invito dell'ottimo Brienza non è ricevuto, vista la conclusione alta sul piede destro, non il suo. L'unica azione della Samp degna di nota parte dai piedi di Eder, dribbling e contro dribbling, caduta in area e giallo per simulazione.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con l'ingresso di Estigarribia al posto di Poulsen per dare più vivacità in attacco. Cambio che non serve a nulla, vista la volontà dei padroni di casa e l'inesistente gioco dei genovesi.

Al 52' arriva così il goal del vantaggio isolano: Brienza lavora benissimo sulla sinistra, tocco dentro per Dybala che di prima batte Romero sul primo palo. Si sblocca il pupillo di Zamparini, prima rete in Serie A per lui.

L'ingresso di Icardi serve a poco, Samp pericolosa solo con due punizioni dal limite, su cui Ujkani non corre comunque pericoli. Diverso il pericolo portato dagli avanti rosanero, Kurtic e Ilicic sfiorano il raddoppio, che arriverà ancora dai piedi di Dybala.

Ancora grande lavoro di Brienza sulla fascia, nuovo assist per l'argentino che controlla e conclude imparabilmente all'angolino alla sinistra di Romero. Gli isolani amministrano il doppio vantaggio, gli avversari non reagiscono. Finisce 2-0 al Barbera.

CHIAVE - Rosanero che fanno impazzire la formazione di Ferrara con ripartenze veloci, Barreto, Brienza e l'uomo-partita Dybala imprendibili. Troppo facile però, battere una Sampdoria senza idee, senza gioco, senza goal.

MOVIOLA - Buona direzione arbitrale di Giannoccaro. Due soli cartellini gialli distribuiti nel primo tempo, entrambi per la Sampdoria: il secondo, ad Eder, per una simulazione in area nel primo tempo. Non c'era rigore, ma probabilmente neanche il cartellino.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE. Dybala. Finalmente trova il goal in Serie A: sbaglia un po' troppo nel primo tempo, si riscatta alla grande nel secondo. Ora che si è sbloccato può fare veramente male.

IL PEGGIORE. Soriano. Un fantasma, inesistente, Dovrebbe dare una mano ad Eder. Appunto, dovrebbe.

Sullo stesso argomento