thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 03 marzo 2012
  • • 18.00
  • • Stadio Renzo Barbera, Palermo
  • Arbitro: D. Orsato
  • • Spettatori: 20000
0
FIN
4

Palermo-Milan 0-4: Ibra al cubo! Svedese strepitoso con una tripletta, rosanero annichiliti

Zlatan ha chiuso la partita nel primo tempo con tre reti, poi Thiago Silva ha arrotondato il risultato. Padroni di casa impotenti. La squadra di Allegri si conferma in vetta

Allo stadio “Renzo Barbera”, nel primo anticipo della 26ª giornata di serie A, il Milan straccia il Palermo per 0-4 e lancia un messaggio chiarissimo a Juventus e campionato, i rossoneri sono in forma grandiosa. Per sessanta minuti i rosanero non capiscono nulla, il Milan domina, ne fa quattro e poi controlla agilmente una reazione palermitana che peraltro non c’è. Ora gli uomini di Allegri potranno accomodarsi in poltrona a gufare la Juve, sperando di poter allungare ancora in testa alla classifica.

FORMAZIONI - Nel Palermo è piena emergenza difesa:  data l’assenza di Balzaretti, causa squalifica, l’acciaccato Pisano viene dirottato a sinistra nella linea a quattro con l’inserimento dell’argentino Munoz a destra. Al centro è Migliaccio a sostituire l’infortunato Silvestre. In mezzo al campo i titolari Donati e Barreto vengono coadiuvati da Bertolo. In avanti Ilicic in appoggio alla coppia goal Miccoli- Budan.  Anche Allegri ha problemi dietro: dovendo rinunciare a Nesta e Mexes, ecco Bonera al centro della difesa, Antonini viene preferito a Mesbah come terzino sinistro. A centrocampo Ambrosini vince il ballottaggio con Van Bommel come schermo davanti alla difesa, ai lati confermati Nocerino e Muntari. Emanuelson agisce dietro le due punte, Robinho ed il rientrante Ibrahimovic.

PARTITA
- Pronti via ed è solo Milan: aggressivo, veloce, ficcante. Già al 4’ Ibrahimovic fa capire che serata sarà per lui e per il Palermo, gran botta da fuori, Viviano si salva in qualche modo. I rossoneri dominano per il primo quarto d’ora e proprio quando i padroni di casa sembrano aver preso le giuste contromisure ecco l’errore difensivo che condanna i rosanero. Al 21’ Mantovani perde palla al limite dell’area, Robinho è lesto a servire verticalmente dentro Ibra che con un sinistro a mezza altezza fulmina Viviano sulla sua destra, 0-1 Milan. Il Palermo prova  a reagire al 25’ con Budan  che di testa si rende pericoloso sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Miccoli sulla trequarti. Al 31’ però è raddoppio Milan, il Palermo è tutto avanti per la battuta di un corner, i rossoneri rubano palla, ripartono velocissimi, si presentano in area rosa in quattro contro due, Ibrahimovic ha tutto il tempo di defilarsi un po’ a destra, dribblare  Pisano e appena dentro l’area con la punta del piede beffa ancora Viviano, 0-2.

Passano quattro minuti e lo svedese offre il tris, riceve palla sulla trequarti defilato a sinistra,  stop, prende la mira e con un tiro a giro sul secondo palo realizza la fantastica rete dello 0-3 Milan. Il Palermo è ormai allo sbando, al 39’ ancora in contropiede Ibra in acrobazia su delizioso assist di testa di Robinho potrebbe fare poker ma stavolta Viviano è miracoloso e sventa di piede. Il primo tempo finisce qui, Milan prepotente e superbo, Palermo annichilito.

Nella ripresa è ancora il Milan a premere sull’acceleratore, Ibra al 48’ di testa su corner e Thiago Silva su punizione dai trenta metri trovano un Viviano super ad impedire ai rossoneri di dilagare. Lo 0-4 arriva però al 58’ proprio con il difensore brasiliano che incorna di testa un delizioso cross da sinistra del subentrato El Shaarawy. A quel punto il Milan prova ad amministrare, rischiando soltanto al 61’ con Barreto che gira nel cuore dell’area sul palo un bel pallone servitogli da Miccoli e nel finale col neo entrato Zahavi sull’unica sbavatura di Thiago Silva, l’israeliano però nel cuore dell’area milanista spara alle stelle. Finisce 0-4, il Diavolo è in paradiso.

CHIAVE - Cervellotico Mutti che, dovendo reinventare la difesa, esagera schierando un terzino destro a sinistra, un centrale come terzino destro ed un centrocampista come centrale difensivo. Ok sperimentare ma contro questo Milan forse era il caso solo di coprirsi e provare a contenere i danni.

CHICCA - Il Milan torna a vincere dopo sei anni a Palermo ed esagera con un roboante 0-4. I rossoneri si confermano una schiacciasassi fuori casa dove hanno il miglior ruolino delle venti compagini di serie A.

TATTICA
- Mutti schiera il tradizionale 4-3-1-2, forse davvero troppo spregiudicato considerando le troppe assenze nel reparto difensivo rosanero e la forma strabordante di un Milan assolutamente fantastico. Nella ripresa prova con un 3-4-1-2 ma le cose non sembrano migliorare affatto. Allegri nel finale si permette di mettere dentro anche El Shaarawy ed Inzaghi disegnando un tridente iper offensivo con Ibrahimovic

MOVIOLA - Ottima prova della terna arbitrale, dopo le tante polemiche settimanali una boccata d’ossigeno per i fischietti nostrani.

PROMOSSI&BOCCIATI - Nel Palermo difficile trovare delle sufficienze, Barreto e Migliaccio almeno lottano fino alla fine, pessimi Bertolo e Pisano. Indisponente Ilicic, nullo Miccoli. Nel Milan prestazione monstre di Thiago Silva, Ambrosini e Ibra . Molto bene anche Abate.

Sullo stesso argomento