thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 06 maggio 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Renzo Barbera, Palermo
  • Arbitro: A. Gervasoni
  • • Spettatori: 22617
4
FIN
4

Palermo-Chievo 4-4: Emozioni senza fine al 'Barbera', spettacolo e un triplo Miccoli

In vacanza il direttore di gara Gervasoni: terna che sbagliato di tutto, dai rigori ai tocchi di mano fino a fuorigioco inesistenti.

Spettacolo senza minima esclusione di colpi al Barbera. Finisce 4-4 tra Palermo e Chievo al termine di una gara dalle continue emozioni. Protagonista assoluto Fabrizio Miccoli, autore di una tripletta: quatrna negata dalla traversa.

FORMAZIONI -
Mutti sceglie Zahavi alle spalle di Miccoli e Budan, mentre in difesa confermato Milanovic centralmente al fianco di Silvestre. Di Carlo schiera Pellissier e il giovane Uribe, Cruzado sulla trequarti. Bradley parte dalla panchina, a centrocampo Vacek.

PARTITA - E' chiara sin dai primi minuti la maggior voglia di vittoria da parte dei padroni di casa. Rosanero che partono benissimo spingendo centralmente, trovando al 10' il vantaggio. Migliaccio entra in area dalla destra, chiuso a sandwich: rigore per i siciliani che capitan Miccoli insacca spiazzando Sorrentino.

Il Palermo si scatena sfiorando il raddoppio con Donati, mentre il Chievo rimane in balia degli avversari. Al 19' è ancora Migliaccio a inventare, assist al centro per Miccoli che stoppa di petto e conclude da due passi per il 2-0 e la personale doppietta. Gialloblù completamente abulici fino al 26', quando si riapre il match.

Rigore dubbio per fallo di mano di Pisano in area, Pellissier si incarica della battuta spiazzando Viviano per il settimo centro personale in stagione. Harakiri palermitano, che si lascia raggiungere 2' dopo. Disattenzione difensiva, si inserisce Uribe che mette dentro il 2-2: primo goal italiano per il sudamericano.

Non c'è attimo di pausa al 'Barbera', Sorrentino salva sul tiro-cross di Miccoli dall'esterno, mentre Viviano ha rischiato tutto con una brutta uscita sulla quale Pellissier non è riuscito a concludere verso la porta sguarnita.

Ripresa che si apre con un cambio, Luciano in campo al posto di Hetemaj. Passano pochi secondi ed è proprio il brasiliano a regalare il vantaggio ai suoi: difesa rosanero in vacanza, palla dentro per il centrocampista e 3-2 in rimonta.

Chievo che potrebbe mettere dentro anche il quarto goal, ma Uribe si lascia ipnotizzare da Viviano e dalla difesa siciliana in due occasioni, prima di lasciare il campo per l'ingresso di Sardo. I padroni di casa hanno l'opportunità di pareggiare solo al minuto 69, con Acerbi ad immolarsi sul tiro in mischia di Hernandez, quest'ultimo entrato nella seconda frazione. E' invece la formazione di Di Carlo a trovare il quarto goal.

Lancio di Cruzado, inserimento perfetto di capitan Pellissier e doppietta con il diagonale a battere Viviano. Ma è gara da mille emozioni, e il Palermo si risveglia grazie all'uomo simbolo. Donati tocca dentro per Miccoli, straordinaria girata del capitano e personale tripletta per il Romario del Salento. Straordinario all'85' il numero 10, ma il tiro a giro dal limite su calcio da fermo si è stampato all'incrocio dei pali. 4-3 al 'Barbera' risultato finale?

Macchè, ci pensa Silvestre da due passi sul corner di Miccoli (e chi se no) a fissare il punteggio sul 4-4. Ultima gara stagionale dello stadio palermitano, una dei match più emozionanti dell'intera stagione in Serie A.

CHIAVE - Squadre già salve e senza stimoli che hanno giocato larghissime sin dai primi minuti: pessima la difesa rosanero in diverse occasioni, disattenta quella gialloblù. Invito a nozze per lo sgusciante Uribe e il devastante Miccoli.

CHICCA - Dopo il terzo goal rosanero la difesa gialloblù chiede a Di Carlo se il goal era regolare o meno: lui risponde di sì per poi girarsi e dire il contrario alla sua panchina. Meglio non far innervosire nessuno...

TATTICA - 4-3-1-2 per entrambi i mister, ma tra i due quello rosanero vede un Zahavi più avanzato rispetto a Cruzado dall'altra parte. Il clivense, infatti, ha compiti più difensivi confrontato con l'israeliano.

MOVIOLA - Gervasoni in vacanza. Due penalty assegnati, entrambi molto generosi: Migliaccio toccato da Rigoni sì, ma il centrocampista si lascia cadere manco pesasse mezzo chilo. Pisano ha il braccio attaccato al corpo su quello assegnato ai gialloblù. Pellissier solissimo fermato in fuorigioco a fine primo tempo, era posizione regolare. Leggermente avanti Miccoli nella terza rete isolana. Cesar nel secondo tempo devia con il braccio il colpo di testa di Hernandez: il pallone probabilmente sarebbe entrato in rete.

PROMOSSI & BOCCIATI - Su tutti Fabrizio Miccoli, imprendibile e autore di una tripletta. Pellissier si danna e segna una doppietta, ma sbaglia un po' troppo davanti alla porta. Zahavi si spegne dopo i primi minuti, tutti e quattro i centrali troppo molli. Gran prova di Uribe, in rete a autore dell'assist per il terzo goal clivense.

Sullo stesso argomento