thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 14 aprile 2013
  • • 12.30
  • • Stadio Renzo Barbera, Palermo
  • Arbitro: D. Doveri
  • • Spettatori: 26029
1
FIN
1

Palermo-Bologna 1-1: Chance sprecata per i rosanero, felsinei vicini alla salvezza

I rosanero sbloccano con Ilicic ma vengono raggiunti da Gabbiadini che 'ringrazia' Sorrentino, nella ripresa calano i ritmi e la squadra di Sannino non riesce a trovare il guizzo.



Chance salvezza gettata all'aria dal Palermo, che impatta 1-1 al Barbera contro il Bologna e vede allontanarsi il Siena. I felsinei ringraziano e si avvicinano alla fatidica quota 40 punti che significherebbe permanenza certa in Serie A. Le firme sul match sono di Ilicic e Gabbiadini.

FORMAZIONI - Sannino conferma lo stesso undici che ha vinto a Marassi, con Donati in difesa e Morganella-Garcia esterni di centrocampo. Davanti, tandem Ilicic-Miccoli. Pioli propone la difesa a quattro e Kone fa la mezz'ala lasciando spazio a Christodoulopoulos nelle vesti di Diamanti alle spalle di Gabbiadini-Gilardino.

PRIMO TEMPO - Pronti via e i rosanero imprimono subito il proprio marchio sul match: al 5' scambio al limite tra Miccoli e Ilicic, lo sloveno mira la porta e trafigge Curci con un pregevole tiro a girare. La coppia d'attacco dei siciliani appare ispiratissima e infiamma il 'Barbera', sono ancora loro a provarci rispettivamente al 10' e al 14' ma il numero uno felsineo blocca a terra.

Passano tre minuti e accade l'impensabile: retropassaggio di Donati per Sorrentino che inspiegabilmente incespica da solo cadendo a terra, Gabbiadini ne approfitta e a porta vuota sigla il pari. Il Palermo accusa il colpo e non è più pungente come prima, ospiti galvanizzati e che guadagnano campo pur senza far male con Pioli che toglie Kone per Guarente dopo appena 38 minuti.

In chiusura di frazione, però, tremano quando su assist di Donati Miccoli scheggia il palo con l'esterno. E' l'ultimo sussulto di un primo tempo piacevole.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa i ritmi calano, il Palermo fatica di più a spingere e il Bologna viene agevolato nel proprio compito di chiudere ogni spazio e agire di rimessa. Al 54' un guaio muscolare costringe Ilicic ad alzare bandiera bianca, al suo posto entra Dybala che però non riesce a incidere sul match.

Al contrario di Pasquato, che sfiora il raddoppio rossoblù al 67' sfiorando il palo con un mezzo esterno. Al 78' Gilardino viene ben chiuso da Aronica al momento del tap-in su assist di Guarente, nel finale si rivede Abel Hernandez dopo 188 giorni d'assenza tra le fila rosanero.

Una punizione a fil di palo e un paio di contatti dubbi in area ma nulla più, il Palermo non scardina il bunker emiliano ed è costretta al pari dalla banda Pioli.

CHIAVE - Ilicic e Miccoli non danno punti di riferimento alla macchinosa retroguardia bolognese soprattutto nel primo tempo, dal canto loro i felsinei riescono a pungere con la rapidità di Pasquato nella ripresa e alzano il muro davanti alla difesa con Taider e Guarente motorini inesauribili.

MOVIOLA - Giusti i gialli sventolati da Doveri sotto gli occhi di Kone e Ilicic per simulazione, nel finale le cadute in area di Kurtic e Barreto fanno gridare al penalty il Barbera ma il 'fischietto' romano non batte ciglio.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Josip Ilicic: Primo tempo sulla falsa riga delle recenti uscite, fa ammattire la difesa felsinea e sblocca il risultato con un gran goal. Nella ripresa un guaio muscolare lo costringe a uscire.

IL PEGGIORE - Stefano Sorrentino: Il suo clamoroso errore spiana la strada al pari di Gabbiadini e visto l'esito del match significa punti salvezza gettati alle ortiche.

Sullo stesso argomento