thumbnail Ciao,
Diretta Live

Primera Division

  • 12 gennaio 2013
  • • 20.00
  • • Estadio El Sadar, Pamplona (Iruñea)
  • Arbitro: Carlos Clos Gomez
  • • Spettatori: 16366
0
FIN
0

Osasuna-Real Madrid 0-0: 'Blancos' con le polveri bagnate contro l'ultima della classe

Osasuna-Real Madrid 0-0: 'Blancos' con le polveri bagnate contro l'ultima della classe

Getty Images

L'undici di Mourinho gioca sottotono senza creare grossi grattacapi alla 'cenerentola' della Liga, nella ripresa Kakà entra e si fa espellere dopo un quarto d'ora.

Il Real Madrid getta alle ortiche l'ennesima chance per recuperare terreno dalla vetta e pareggia 0-0 sul campo dell'ultima in classifica. Un buon Osasuna resiste senza soffrire più di tanto e nel finale potrebbe addirittura compiere l'impresa dopo l'espulsione di Kakà che lascia in 10 le 'Merengues' per l'ultimo quarto d'ora.

FORMAZIONI - Il tecnico di casa Mendilibar si affida alla verve di Cejudo e Kike Sola e alle idee di Armenteros, nei Blancos Mou deve rinunciare agli squalificati Adan, Ramos e Cristiano Ronaldo e rilancia Casillas tra i pali. In attacco, Callejon fa le veci del lusitano e Higuain la spunta su Benzema.

PRIMO TEMPO - Dopo una prolungata fase di studio il primo tiro è dell'Osasuna con un destro ciabattato di Damià sul fondo. Il Real fatica a produrre azioni offensive degne di nota, al 22' Higuain avrebbe la palla buona per far male ma fallisce l'aggancio.

Tre giri di lancetta e l'argentino crea i presupposti per l'occasione più ghiotta: uscita spericolata di Andres Fernandez, il 'Pipita' lo salta e mette in mezzo un pallone basso sul quale però Di Maria si fa anticipare. Le 'Merengues' aumentano la pressione ma senza grosse fiammate, al 34' un pallone scodellato da Coentrao in area non trova nessun compagno pronto a raccoglierlo, mentre al 36' Callejon di testa prova a scavalcare il numero uno dell'Osasuna con una traiettoria morbida ma spedisce alto.

Tra le fila locali l'unico a provarci è Cejudo (come al 42' quando calcia alto su cross di Armenteros), l'ultimo sussulto è comunque di marca Real quando Callejon salta Andres Fernandez e dopo essersi defilato appoggia indietro per Coentrao il cui tiro termina sul fondo da posizione difficile.

SECONDO TEMPO - L'Osasuna parte forte con i tiri di Kike Sola (respinto di pugni da Casillas al 46') e Oier dal limite che spedisce a lato di poco. I Blancos perdono campo e non riescono a far male, i padroni di casa acquistano fiducia e spingono. Mourinho capisce che è il momento di cambiare qualcosa e inserisce Kakà e Benzema al posto di Higuain e Di Maria, ma la musica non cambia.

Ma l'harakiri del brasiliano è un po' il ritratto della stagione dei Blancos: primo giallo al 60', seconda ammonizione al 75' e doccia anticipata che rischia di complicare i piani di Mourinho e fa acquisire coraggio all'Osasuna. Eppure, è il Real Madrid a segnare al 79' con un'incornata di Callejon che però viene annullata per fuorigioco da Carlos Clos.

Nel finale i padroni di casa provano a fare lo 'scherzetto' a Mou ma l'unica iniziativa degna di nota è il tiro alto di Damià al minuto 80. A tempo scaduto, le 'Merengues' potrebbero clamorosamente strappare i tre punti ma Benzema spara addosso ad Andres Fernandez facendo calare il sipario su un match che difficilmente resterà nelle memorie degli appassionati.

CHIAVE - Le svolte, in negativo, del match sono state le serate da dimenticare del pacchetto offensivo del Real Madrid: Di Maria e Higuain non girano, Kakà entra e viene espulso. Dall'altro lato, invece, apprezzabile la vivacità di Cejudo che spesso ha creato problemi alla difesa ospite.

MOVIOLA - Ottimo l'arbitraggio di Clos, che ammonisce due volte un nervoso e svogliato Kakà per falli evitabilissimi mentre al 79' annulla giustamente il goal di Callejon in quanto il tronco corporeo del fantasista è leggermente avanti a quello dell'avversario.

Sullo stesso argomento