thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 17 novembre 2012
  • • 20.45
  • • Stadio San Paolo, Napoli
  • Arbitro: M. Bergonzi
  • • Spettatori: 52546
2
FIN
2

Napoli-Milan 2-2: Riecco il vecchio cuore rossonero! Inler e Insigne illudono il San Paolo, un maestoso El Shaarawy lo gela

E' il miglior Milan della stagione quello che si è visto al San Paolo. I rossoneri, guidati da un sontuoso El Shaarawy, hanno recuperato due reti al Napoli e pareggiato.

Il solito Milan soffre tantissimo al San Paolo, rischia di capitolare e poi si salva grazie al solito El Shaarawy. Questo è il copione di Napoli-Milan, match valido per la 13esima giornata di Serie A. I ragazzi di Allegri vanno sotto di due goal per mano di Inler e Insigne, poi hanno il merito di saper reagire e riescono a pareggiare grazie a una doppietta del Faraone, arrivato a quota 10 in campionato.

FORMAZIONI - I padroni di casa si schierano con il consueto 3-4-2-1, con le uniche varianti rappresentate da Dzemaili e Insigne che sostituiscono rispettivamente Behrami (squalificato) e Pandev (infortunato).  Il Milan si presenta con l'ennesimo cambio di modulo:stavolta la scelta ricade su un 4-3-3  in 'stile Spagna', con Bojan 'falso 9' supportato da Boateng ed El Shaarawy. Difesa inedita con Acerbi-Mexes,  in mediana si rivede Nocerino.

PRIMO TEMPO - Il Milan parte ordinato, dando l'impressione di poter fare una buona partita. Ma, per l'appunto, è solo un'impressione, spazzata via già al 4' da una traiettoria beffarda di Inler da fuori area che fa 1-0.

Il goal spezza le gambe ai rossoneri, che provano timidamente a reagire con tiri da fuori che non scalfiscono la serenità di De Sanctis. Manco a dirlo, è El Shaarawy l'unico a tirare la carretta, ma predica nel deserto e gli altri proprio non lo seguono. Così, senza strafare, il Napoli controlla e anzi raddoppia al 30' grazie a Insigne, bravissimo a controllare un cross di Maggio e a girarsi, con il tiro che passa tra le gambe prima di Acerbi poi di Abbiati e si insacca in rete per il raddoppio azzurro.

Il Milan è in bambola, e rischia il colpo del KO due minuti dopo. Ancora Insigne è protagonista, ma è troppo altruista e decide di passare la palla a Cavani invece di concludere in porta, e l'azione sfuma con la chiusura di Mexes. L'emblema del momento del Milan è la punizione calciata al 37' da Acerbi, certamente non uno specialista. Quando la partita sembra incanalata sui binari del 2-0, ci pensa il Faraone a riaprire il discorso al 46', con un gran piattone da fuori area su cui De Sanctis non può nulla.

SECONDO TEMPO - Dopo l'intervallo, si rivede in campo un Milan volenteroso di raggiungere il pari. Il gioco rossonero è ora più fluido e pungente, il Napoli comincia ad arretrare il baricentro forse con un pò di arroganza. E allora i ragazzi di Allegri cominciano a collezionare occasioni in serie, con l'attivissimo Bojan e Boateng che però peccano di imprecisione e non riescono a colmare lo svantaggio.

Passato il quarto d'ora, il Milan torna in versione natalizia e prova a regalare il tris al Napoli. Per fortuna del Diavolo, sia Cavani sia Hamsik non ne approfittano e tengono il match in bilico.

Montolivo e compagni mantengono la pressione costante e meriterebbero il pari per quanto fatto vedere. Bojan al 71' fa le prove del goal, ma sciupa tutto a tu per tu con De Sanctis. Dietro però si balla, e al 79' ancora Cavani prova a calare il sipario sulla contesa, ma trova un Abbiati finalmente pronto.

Tre minuti dopo, giustizia è fatta: El Shaarawy, imbeccato dal neo-entrato Robinho, fulmina De Sanctis con un diagonale chirurgico e fa 2-2. Il Napoli è impaurito, i rossoneri provano a vincere con le forze fresche di Pazzini e Niang. Gli ultimi minuti sono però caratterizzati da tanta confusione, e non succede più nulla di rilevante. Finisce 2-2, risultato sostanzialmente giusto per quello che hanno fatto vedere le squadre.

CHIAVE - Non può che essere lui la chiave del match: El Shaarawy. Ennesima prestazione super la sua, stasera Allegri dovrà pagargli una cena per averlo nuovamente salvato.

MOVIOLA - Nessun intervento di rilievo da segnalare, arbitro forse un pò incoerente nella distribuzione di falli e cartellini gialli.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - El Shaarawy. L'anima di questo Milan, in tutti i sensi: sia in fase difensiva, che in  costruzione, che nella finalizzazione. Salva il Milan da una nuova sconfitta con una fenomenale doppietta.

IL PEGGIORE - Abbiati. Ingenuo sul primo goal e incerto sul secondo. Le due parate, pur importanti, su Cavani nella ripresa non riscattano la sua prestazione; la frittata era ormai fatta.

Sullo stesso argomento