thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 01 marzo 2013
  • • 20.45
  • • Stadio San Paolo, Napoli
  • Arbitro: D. Orsato
  • • Spettatori: 60000
1
FIN
1

Napoli-Juventus 1-1: La bolgia del San Paolo non basta, i bianconeri portano a casa un punto che vale oro

Chiellini apre i giochi al 10' con un gran colpo di testa su cross di Pirlo. Al 43' il pareggio di Inler con un tiro da fuori deviato da Bonucci.

Tanto rumore per nulla. Finisce in pareggio la sfida scudetto tra Napoli e Juventus al termine di una partita intensa ma senza grosse emozioni. Succede tutto nel primo tempo. Al vantaggio bianconero di Chiellini risponde un gran destro dalla distanza (deviato da Bonucci) di Inler.

Nella ripresa, poi, gli azzurri mancano il goal del ko, clamoroso l’errore di Dzemaili. E per la Juve, più in palla nella prima frazione di gioco rispetto a un secondo tempo di contenimento, può andar bene cosi. Al San Paolo finisce senza né vincitori né vinti: la lotta per lo scudetto resta ancora viva. Gli uomini di Conte restano a più 6.

FORMAZIONI – Nessuna novità di formazione nel Napoli: Mazzarri punta sui titolarissimi. Linea difensiva confermata rispetto a Udine  mentre sulle fasce tornano Maggio e Zuniga. In attacco, Pandev al fianco di Cavani. Insigne in panchina.

Nella Juventus, Conte, recupera Chiellini in difesa. A centrocampo Vidal vince il ballottaggio con Pogba al fianco di Pirlo e Marchisio. Novità sulla corsia di sinistra: fuori Asamoah, dentro Peluso. A destra, invece, è confermato Lichtsteiner.  In attacco la coppia Giovinco-Vucinic.

PRIMO TEMPO –  Finalmente si gioca.  Il San Paolo, rizzollato per l’occasione, s’inchina, però, subito alla forza dei bianconeri. Dopo un sfogo di Pandev al primo giro d’orologio che brucia Chiellini servendo a Hamsik una palla che colpisce malissimo, i bianconeri passano in vantaggio. Al decimo è il rientrante Chiellini a volare più in alto e insaccare di testa un cross millimetrico di Pirlo. Napoli affondato e sottoshock. Dopo otto minuti la ‘Vecchia Signora’ potrebbe raddoppiare. Se non fosse che De Sanctis compie un miracolo su Vucinic lanciato in solitaria da Vidal. Nulla di fatto.

I partenopei  aumentano il ritmo con il passare dei minuti. Ma non riescono a sfondare complice l’ottima disposizione tattica dei bianconeri, con Peluso a francobollare Maggio sulla corsia d’appartenenza. La Juve chiude gli spazi, e il giro palla degli azzurri difetta a decollare.

Ma nel momento migliore della Juve, e in quello peggiore del Napoli (in affanno in mezzo al campo), gli azzurri trovano il punto del pareggio. Una manna dal cielo: il destro di Inler da fuori area, complice una deviazione di Bonucci. La rete dello svizzero rivitalizza il Napoli che chiude in avanti alla ricerca del clamoroso contro-sorpasso. Nel finale, Orsato, grazia Cavani per una gomitata a Chiellini sanzionata solo con il giallo. Si va al riposo in parità.

SECONDO TEMPO – Si ricomincia con un cambio per il Napoli: dentro Dzemaili , fuori Britos. E azzurri che si schierano con la difesa a quattro.  Al 13’ Hamsik brucia le mani a Buffon con un sinistro fulminante deviato in corner. Sette minuti dopo è Inler dopo una mischia in area a mettere paura all’estremo bianconero. Mazzarri nel frattempo mette dentro Insigne per uno spento Pandev. Cresce cosi il Napoli che con il passare dei minuti prende campo alla Juve: Maggio costringe ancora Buffon a rifugiarsi in angolo.

Resistono i bianconeri. Ma prima della mezzora rischiano, però, di capitolare. Clamoroso l’errore di Dzemaili che manca la porta dopo una corta respinta di Buffon sul sinistro di Hamsik. Si salvano ancora gli uomini di Conte, con Matri lanciato in attacco al posto di un volitivo Giovinco. L’ultimo squillo è sempre di Inler, è sempre dalla distanza.

Nel finale le due squadre tirano i remi in barca, rimandando ogni discorso scudetto alle prossime giornate. Juve che esce indenne dal San Paolo, Napoli che conserva una (flebile) speranza di puntare al titolo. Come dire, c’è ancora tempo per assegnarlo in anticipo.

LA CHIAVE – Il goal di Inler a pochi minuti dalla fine del primo tempo salva il Napoli nel momento migliore dei bianconeri. Rete che risulterà, poi, decisiva, per il risultato finale.

MOVIOLA –  Al 45’ all’arbitro di porta non sfugge una gomitata di Cavani a Chiellini. Ma per Orsato è solo ammonizione, doveva essere rosso diretto. Nell’occasione, ammonito anche il difensore bianconero che si era attaccato in precedenza ai capelli dell’attaccante. Nel secondo tempo, al 30’, viene espulso il direttore del Napoli, Bigon, per accese proteste.

Dalle Pagelle

IL MIGLIORE - Pirlo. I suoi lanci sono illuminanti per i compagni d'attacco anche se stasera a beneficiarne è Chiellini. Ottimo anche a destreggiarsi in fase di possesso palla.

IL PEGGIORE - Britos. Si fa sovrastare da Chiellini sul goal, resta stordito poi a terra dopo uno scontro fortuito con Inler: esce all'intervallo.

Sullo stesso argomento