thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 09 marzo 2012
  • • 20.45
  • • Stadio San Paolo, Napoli
  • Arbitro: C. Brighi
  • • Spettatori: 45000
6
FIN
3

Napoli-Cagliari 6-3: Fuochi d'artificio al San Paolo, ma la festa è tutta azzurra! Il Chelsea è avvertito...

La formazione di Walter Mazzarri si è letteralmente scatenata, segnando tre goal per tempo. Inutile la tripletta dell'argentino Larrivey per i sardi.

Continua la marcia per l'Europa del Napoli, grazie ad un incontenibile Lavezzi, giunto alla quinta rete consecutiva. Quinta vittoria di fila in campionato per gli azzurri, in piena corsa per il terzo posto e in ottima condizione fisica e mentale prima del match più importante della stagione a Stamford Bridge.

Poca cosa invece il Cagliari di stasera: i sardi senza i loro uomini migliori soffrono e subiscono il gioco dei partenopei, e dopo la terza sconfitta consecutiva devono assolutamente trovare rimedio per non rimanere coinvolti clamorosamente nella lotta per non retrocedere.

FORMAZIONI - Sceglie il 3-4-1-2 Mazzarri, che in vista della Champions risparmia Cavani e Maggio, dando spazio a Zuniga sulla fascia destra e Pandev davanti; risponde Ballardini con un 4-3-1-2 privo di Pinilla e con Cossu che parte dalla panchina, in attacco tandem Ibarbo-Larrivey, dietro la consolidata coppia Astori-Canini.

PARTITA - Scintillante primo tempo al San Paolo, parte subito forte il Napoli in vantaggio dopo soli 10 minuti grazie al goal di Hamsik, lesto a trovare l'angolino alla destra di Agazzi con un preciso diagonale. I partenopei raddoppiano nove minuti dopo su calcio piazzato battuto da Lavezzi, su cui svetta più in alto di tutti capitan Cannavaro.

Il Cagliari stordito prova solo dalla distanza con Conti, ma per De Sanctis nessun problema. Pochi minuti dopo ennesimo scatto di Lavezzi sulla destra produce una palla insidiosa su cui Astori combina un disastro e insacca alle spalle di Agazzi, per il goal del 3 a 0. Partita sulla carta finita, ma il Napoli si rilassa e i sardi ne approfittano con Larrivey che di testa, su una punizione battuta da Conti, accorcia le distanze. Nel finale di frazione, pericoloso Thiago Ribeiro, vicinissimo al goal del 3 a 2 su assist di uno strepitoso Ibarbo.

Senza storia il secondo tempo: Lavezzi spacca la partita definitivamente, procurandosi al 56' il rigore da lui stesso realizzato per il 4 a 1 degli azzurri. Dopo qualche minuto arriva pure il pokerissimo con il motorino Gargano. Al 77' ci pensa Larrivey a raddoppiare per i suoi, sempre su assist di uno scatenato Ibarbo, ma la rete serve a poco perchè sette minuti dopo la disastrosa difesa sarda subisce il sesto goal ad opera di Maggio (su assist di Pandev).

C'è gloria solo per Larrivey tra gli ospiti, con l'argentino che nel finale realizza la sua tripletta personale. Napoli devastante ma Cagliari completamente da rivedere.

CHIAVE - La giocata di un grande campione come Hamsik, che con un tiro da fuori sfrutta lo scivolone di Conti e spiana la strada verso la vittoria, permettendo ai suoi di giocare sul velluto per il resto della gara. Non vanno trascurate inoltre le giocate di Lavezzi, leader assoluto della Mazzarri band.

CHICCA - Il Napoli continua la sua striscia di imbattibilità negli incontri pre-Champions; inoltre il match di stasera, con 9 reti all'attivo, è il più profilico in queste prime 27 giornate di campionato.

TATTICA - Napoli senza tridente ma con più solidità a centrocampo, con Hamsik arretrato nei cinque della mediana a contrastare il folto centrocampo dei rossoblù, che puntano molto sulle ripartenze e sulla velocità di Ekdal e Ibarbo, inseriti a sorpresa nel 4-3-1-2 di Ballardini. Un modulo in cui è fondamentale il possesso palla, cambiato in corsa però in un 4-3-3 nel tentativo di riacciuffare la partita, con il cambio Nainngolan-Thiago Ribeiro.

MOVIOLA - Da segnalare una simulazione di Larrivey al 15', che 'sviene' in area dopo una leggera spinta di Campagnaro, e il rigore dubbio su Lavezzi, che sembra cercare il contatto con Canini.

PROMOSSI & BOCCIATI - Ok Hamsik, che sblocca subito la partita e festeggia così il rinnovo fino al 2016. Super Lavezzi, protagonista assoluto del match con assist, autorete provocata e rigore procurato e trasformato. Tra i sardi si salvano Ibarbo, grande talento e pericolo costante per la retroguardia azzurra, e Larrivey mattatore con una tripletta. Male Agazzi e Canini.

Sullo stesso argomento