thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 19 ottobre 2013
  • • 20.45
  • • Stadio Giuseppe Meazza, Milano
  • Arbitro: M. Guida
  • • Spettatori: 33188
1
FIN
0

Milan-Udinese 1-0: Boccata d'ossigeno per il Diavolo, un capolavoro di Birsa regala tre punti d'oro

La formazione di Allegri mostra segnali di ripresa, nonostante i numerosi infortuni. Decide il bellissimo sinistro all'incrocio di Birsa nel primo tempo. Rivede il campo Kakà.

Si è concluso sul risultato di 1-0 il match serale tra Milan e Udinese, i rossoneri tornano a vincere e respirano in classifica. Buona prima frazione di gara per gli uomini di Allegri, che spezzano gli equilibri con un grandissimo goal di uno scatenato Valter Birsa. I padroni di casa vanno poi vicini al raddoppio sulle ali dell'entusiasmo, con i bianconeri incapaci di reagire.

Nella ripresa Guidolin inserisce Muriel per aumentare la qualità dell'attacco, Di Natale centra la traversa su punizione, ma la difesa rossonera non concede spazi. Al 77' torna a solcare il campo di San Siro Kakà, autore di qualche spunto interessante.

FORMAZIONI - Allegri deve fare i conti con le solite numerose assenze per infortuni vari, alle quali si aggiunge la pesante squalifica di Mexes. Tra i pali viene lanciato il giovane brasiliano Gabriel, che rileva l'acciaccato Abbiati. In difesa fa il suo esordio anche Silvestre accanto a Zapata, con Abate e Constant sulle fasce. Squalificato anche De Jong, a centrocampo Montolivo agisce davanti alla difesa da playmaker, Poli e Muntari completano la mediana. Sulla trequarti torna dal primo minuto Birsa, mentre Kakà va in panchina. Le due punte saranno Matri e Robinho, con Balotelli out per un problema muscolare.

Guidolin ha quasi tutti gli uomini a disposizione, con la sola defezione di Domizzi: la retroguardia è composta da Heurtaux, Danilo e Naldo. Allan, Pinzi e Lazzari a centrocampo, mentre Basta e Gabriel Silva agiscono sulle fasce. Pereyra ha il compito di rifornire l'unica punta Di Natale. Solo panchina per Muriel.

PRIMO TEMPO - Le squadre scendono in campo contratte e molto corte, il gioco si sviluppa a centrocampo e le due retroguardie non concedono niente. L'Udinese mostra subito di non voler rimanere a guardare e si rende protagonista di un vivace avvio di match. Al 20' Birsa accende la luce nei rossoneri e comincia ad impensierire gli ospiti con veloci ripartenze tra le linee. Due minuti dopo arriva il capolavoro dello stesso sloveno, che sblocca gli equilibri: sinistro perfetto all'angolino e Kelava è battuto, è il secondo centro con la nuova maglia per il neo arrivato.

A questo punto il Diavolo prende fiducia e continua a premere sull'acceleratore, ribattendo colpo su colpo i timidi tentativi della banda di Guidolin. La manovra offensiva del Milan è guidata puntualmente da uno scatenato Birsa, che crea altre buone situazioni per i suoi compagni. Le sortite offensive dei bianconeri si limitano a qualche tiro da fuori area, ma l'esordiente Gabriel non viene mai seriamente impegnato. La squadra friulana termina la prima frazione in avanti, ma non trova spazi nella difesa di casa.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa l'Udinese scende in campo con più convinzione e prova subito a far male: Di Natale arriva alla prima conclusione del suo match, impegnando Gabriel in presa bassa. Guidolin getta nella mischia Muriel, aumentando la qualità in attacco e arriva il primo grande pericolo per la porta del Diavolo: Di Natale tira fuori dal cilindro una perfetta punizione, che si stampa sulla traversa con il tocco di Gabriel. Al 73' Poli si rende protagonista di una grandissima giocata: la sua finta elude due difensori in area, poi il destro sul primo palo è ben respinto da Kelava.

Quattro minuti più tardi Allegri concede la passerella a Kakà, che torna a vestire la maglia del Milan a San Siro, accompagnato dall'ovazione del pubblico. Proprio l'ex Real Madrid torna protagonista con una bell'azione sul fondo: salta l'avversario con una perfetta sterzata e concede la palla del raddoppio al neo entrato Niang, che però spara alle stelle. Nel finale lo stesso attaccante francese crea almeno altre tre buone opportunità, ma la mira non è delle migliori. Finisce dunque 1-0 per i rossoneri, che rialzano la testa in classifica e superano proprio i bianconeri.

LA CHIAVE - La perla di Birsa spezza gli equilibri di un match che sembrava piuttosto equilibrato in avvio: da quel momento in poi la squadra di Allegri gioca più sciolta e sfiora più volte il raddoppio.

MOVIOLA - Nel primo tempo Pinzi viene graziato: la sua bruttissima entrata da dietro su Birsa avrebbe meritato il rosso. Giuste tutte le altre ammonizioni.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Riccardo Montolivo. E' lui il vero leader di questa squadra: prende il posto di de Jong davanti alla difesa e domina il centrocampo. Recupera un gran numero di palloni e ne spreca pochissimi.

IL PEGGIORE - Giampiero Pinzi. Non è nelle migliori condizioni e si vede: quasi sempre in ritardo nei contrasti, viene graziato dall'arbitro nel primo tempo, quando viene soltanto ammonito dopo una bruttissima entrata da dietro su Birsa.

Sullo stesso argomento