thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 26 ottobre 2011
  • • 20.45
  • • Stadio Giuseppe Meazza, Milano
  • Arbitro: C. Russo
  • • Spettatori: 35000
4
FIN
1

Milan-Parma 4-1: Il Diavolo fa poker e l'asso nella manica è il bomber che non t'aspetti: Nocerino fa tripletta come Boa!

Nocerino ha messo a segno una tripletta, mentre l'altro goal rossonero è stato siglato da Ibrahimovic. Di Giovinco, invece, il goal della bandiera per il Parma.

Il Milan di Allegri è chiamato a ripetersi dopo la vittoria, molto stentata, di Lecce. A San Siro arriva il Parma di Giovinco e soci, voglioso di fare un bello sgambetto ai rossoneri

FORMAZIONI - Allegri lascia a riposo Van Bommel sostituendolo con Ambrosini. Turno di pausa anche per Nesta, al centro della difesa con Thiago Silva gioca Bonera. A sinistra Taiwo vince il ballottaggio con Antonini. Davanti Boateng a supporto delle punte Ibrahimovic e Cassano. Il Parma di Colomba schiera un 4-4-2 molto prudente con Giovinco e Valdes di punta, pronti a sfruttare le situazioni di contropiede. In mezzo al campo, con Morrone, c'è il giovane nigeriano Nwanko, per lui sarà una sorta di derby, il suo cartellino, infatti, è di proprietà dell'Inter. Gli esterni di centrocampo sono Valiani e Modesto.

PARTITA - Il Parma interpreta bene l'inizio della partita, una squadra ordinata e sempre pronta a ripartire. Il Milan fa circolare molto il pallone ma in modo lento e poco efficace.  Le due punte, Ibrahimovic e Cassano, si vedono pochino e non creano particolari problemi. Il Parma ci prova con un paio di conclusioni dalla distanza di Giovinco, ma senza fortuna.

 La partita cambia alla mezz'ora quando Nocerino trova il gol del vantaggio. Il tutto viene fuori da un lungo lancio del Milan, la difesa del Parma lascia passare troppo facilmente il pallone, Ibra è bravo a controllare e mettere il pallone in mezzo, Nocerino, a quel punto, sfrutta l'indecisione di Gobbi e Feltscher e batte Mirante in uscita. Neanche due minuti e il centrocampista ex-Palermo trova anche il raddoppio con una splendida conclusione di controbalzo dalla distanza, il pallone si infila nel sette, superando Mirante. 2-0 in due minuti e il Milan mette al sicuro la partita, che poteva farsi complicata.

La ripresa sembra seguire lo stesso filone del primo tempo, con il Milan in perfetto controllo della gara, senza bisogno di alzare più di tanto il ritmo. Dopo dieci minuti Aquilani sfiora il gol con un bel colpo di testa che Mirante manda in angolo. Colomba cerca di dare più velocità alla sua squadra ed inserisce Biabany al posto di Valiani. Il francese riesce a dare sicuramente più ritmo, ma Giovinco lì davanti resta sempre troppo isolato e Valdes non gli da una grande mano.

Per oltre 15' minuti succede davvero poco. Colomba prova ancora a dare maggiore qualità inserendo Jadid per Nwanko e Pellè per Modesto, ma è il Milan a trovare ancora il gol con Ibrahimovic. Lo svedese sfrutta una spizzata di testa di Cassano, spazza via Feltscher sul contrasto e supera Mirante con un tocco preciso per il 3-0. L'attaccante, subito dopo il gol, lascia spazio a Robinho, prendendosi la standing ovation di San Siro.

Il Parma, però, ha il merito di non demordere del tutto, soprattutto Giovinco e Biabany cercano di mettere in difficoltà la difesa rossonera. Proprio i due attaccanti del Parma confezionano il gol del 3-1, il francese tocca in profondità per Giovinco, che lascia scorrere e poi trova un bel tiro che passa sotto le gambe di Abbiati. Sesto gol in campionato per Giovinco. Quando la partita sembra ormai chiusa, il Milan trova anche il gol del 4-1 ancora con Nocerino, su un bellissimo assist di Cassano. Partita chiusa definitivamente e tre punti d'oro al Milan.

CHIAVE - La chiave ha un nome e un cognome:Antonio Nocerino. Tre gol, tanta intensità e qualità da vendere. Il centrocampista ex-Palermo è stato un affare a basso costo e sta rivelando tutte le sue qualità. Lui sarà contentissimo e si porta a casa anche il pallone della partita.

CHICCA - Raramente Nocerino è stato considerato un uomo di qualità, chissà quanto si è divertito stasera a gonfiare per ben tre volte la rete del Parma. Una vera e propria chicca la sua tripletta.

TATTICA - Il 4-3-1-2 del Milan è preciso come un orologio svizzero. La squadra rossonera gioca una partita in perfetto controllo, senza bisogno di alzare più di tanto il ritmo. Cassano dispensa calcio, Ibra è devastante come al solito. In mezzo al campo Aquilani e Nocerino sono perfetti. Meglio di così non si poteva. Al contrario, invece, il Parma è troppo rinunciatario. Il 4-4-2 lascia troppo isolato Giovinco, che deve battersi contro il fisico dei difensori rossoneri. In mezzo al campo non c'è gioco né fluidità, Nwanko fa solo legna, Morrone non incide e la squadra ne risente molto.

MOVIOLA - Russo gestisce bene la gara, qualche cartellino giallo in una partita abbastanza corretta. Due sviste, però, ci sono. Thiago Silva ferma Giovinco lanciato in contropiede, andava ammonito, l'arbitro non fischia neanche. Altra svista su un fallo al limite dell'area di Paletta su Nocerino, era fallo ed ammonizione dell'argentino, anche qui Russo non vede.

PROMOSSI&BOCCIATI - Super Nocerino, molto bene anche Cassano ed Ibrahimovic. Buona prova in mezzo al campo pure per Aquilani. Nel Parma Giovinco e Biabany sono gli unici che si salvano. Da dimenticare le prestazioni di Morrone,Valdes e Feltscher, decisamente insufficenti.

Sullo stesso argomento