thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 17 marzo 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Giuseppe Meazza, Milano
  • Arbitro: S. Peruzzo
  • • Spettatori: 41584
2
FIN
0

Milan-Palermo 2-0: Supermario non si ferma più, doppio Balotelli e Diavolo terzo

L'attaccante di Allegri ha messo a segno una rete per tempo: vantaggio su calcio di rigore nella prima frazione, tap-in nella seconda. Sono già sette le reti in stagione.

Il Milan torna a vincere dopo la batosta europea battendo per 2-0 il Palermo grazie ad una doppietta di Balotelli che giunge a quota sette reti in campionato. Gli uomini di Allegri restano al terzo posto a due punti dal Napoli vittorioso con l'Atalanta mentre per il Palermo la situazione si fa sempre più critica e la salvezza sempre più improbabile.

FORMAZIONI - Nel Milan torna titolare in attacco Balotelli, assente perchè non utilizzabile in Champions, nell'ultima sfortunata sfida contro il Barcellona: ai suoi due lati Boateng ed El Shaarawy. A centrocampo torna tra i titolari Muntari, in difesa turno di riposo per Mexes sostituito da Bonera mentre sulla fascia sinistra c'è De Sciglio al posto di Constant.

Sannino schiera il suo "secondo Palermo" con un 3-5-2 che diventa 5-3-2 in fase difensiva e dà fiducia a Ilicic e Dybala per sostituire in attacco l'indisponibile Miccoli.

PRIMO TEMPO - La gara si mette subito in netta discesa per i rossoneri quando, dopo appena sette minuti di gioco, trovano la concessione di un calcio di rigore per trattenuta di Aronica su Balotelli in area: il difensore tiene per la maglia l'attaccante che però sembra lasciarsi cadere a terra un pò troppo facilmente.

Dal dischetto va comunque lo stesso 'Super Mario' che non sbaglia e sigla il suo sesto goal in campionato. Il Palermo non ha la forza sia fisica che psicologica per reagire e lasciano dunque l'iniziativa ai rossoneri che si rendono pericolosi con Boateng che però non inquadra la porta dal limite dell'area.

I rosanero cercano una timida reazione con Kurtic che cerca di sorprendere sul suo palo Abbiati ma il suo tiro è debole e non produce effetti. Si fa vedere anche El Shaarawy poco dopo con un bello spunto personale che però viene stoppato dall'ottimo intervento di Aronica che salva i suoi.

Successivamente altro episodio da moviola: Zapata intercetta con un braccio un lancio diretto ad Ilicic che probabilmente si sarebbe trovato da solo davanti a Sorrentino, l'arbitro Peruzzo decide di estrarre il cartellino giallo anzichè il rosso come richiesto, soprattutto da Donati, dai giocatori siciliani.

Il Palermo non riesce comunque a contrastare il possesso palla del Milan che continua a macinare gioco e va vicino al goal del raddoppio con un bel tiro di esterno destro di Montolivo che termina non di molto lontano dal palo. Nel finale di tempo da segnalare una conclusione velenosa di Morganella deviata in corner da Abbiati che effettua il suo primo intervento.

SECONDO TEMPO - Nell'intervallo Sannino decide di sostituire un opaco Santiago Garcia con Nelson, già autore di due reti da quando è arrivato in rosanero a gennaio.

L'ingresso in campo del centrocampista portoghese sembra scuotere positivamente la squadra siciliana che riesce ad affacciarsi più volte dalle parti di Abbiati: Ilicic impensierisce il portiere rossonero con un tiro deviato da Bonera e, pochi minuti dopo, deve superarsi con un intervento di piede su Dybala che si vede negare il goal del pareggio.

Il Milan sembra in difficoltà e tenta di rispondere agli attacchi avversari solo con una velleitaria conclusione di Boateng che non crea problemi a Sorrentino. Proprio nel miglior momento del Palermo però, avviene il raddoppio rossonero: il neo-entrato Niang (che nel frattempo ha sostituito El Shaarawy) mette in mezzo dalla sinistra un pallone velenoso che Aronica devia maldestramente tra le mani di Sorrentino che però non riesce a bloccare e da due passi Balotelli sigla il goal della sicurezza che taglia praticamente le gambe al Palermo.

Gli uomini di Sannino infatti non riescono più a produrre azioni degne di nota come avvenuto nei primi minuti e i rossoneri si limitano dunque a gestire il largo vantaggio fino al fischio finale.

CHIAVE - Il Milan ottiene il massimo con il minimo sforzo contro un Palermo mai realmente pericoloso se si escludono i minuti iniziali della ripresa: gli attaccanti di Sannino vengono chiusi ottimamente dalla difesa avversaria e, soprattutto Ilicic, offrono una prestazione quasi impalpabile denotando tutti i limiti della fase offensiva rosanero che senza Miccoli fatica incredibilmente a creare occasioni da goal.

La rete quasi casuale del 2-0, arrivata nel miglior momento del Palermo, ha poi di fatto chiuso definitivamente la gara.

MOVIOLA - Dopo sette minuti Aronica tira per la maglia Balotelli in area e Peruzzo concede il rigore che effettivamente sembra esserci ma la caduta di 'Super Mario' lascia qualche dubbio. I rosanero protestano anche per un rosso non dato a Zapata reo di aver interrotto una pericolosa azione colpendo il pallone col braccio: anche qui molti dubbi.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Balotelli. Due goal e già sette reti totali con la maglia del Milan: dal dischetto è infallibile, se poi gli si presenta pure un tap-in così facile...

IL PEGGIORE - Aronica. Il fallo su Balotelli per il rigore rossonero è da ragazzino inesperto. Oltre che inutile.

Sullo stesso argomento