thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 19 gennaio 2014
  • • 20.45
  • • Stadio Giuseppe Meazza, Milano
  • Arbitro: M. Bergonzi
  • • Spettatori: 30953
1
FIN
0

Milan-Verona 1-0: La prima di Seedorf la risolve un rigore di Balotelli

Finisce 1-0 il posticipo fra Milan e Verona. Buon match dei rossoneri che nella ripresa prima colpiscono un palo poi passano con un rigore di Balotelli.

Il Milan soffre tanto contro un Verona che puntava al contropiede, ma alla fine basta un rigore (netto) realizzato da Balotelli al minuto 82 per prendere i tre punti. Debutta con il sorriso Seedorf sulla panchina rossonera, ma soprattutto il Milan (specialmente nella prima frazione) ha cercato di far vedere un gioco diverso rispetto a quello che si era visto negli anni di Allegri.

L’olandese ha cambiato modulo puntando sul 4-2-3-1, ma soprattutto si son visti correre e giocare con determinazione giocatori che con Allegri non riuscivano a rendere al 100%. Sia chiaro, da lavorare per Seedorf c’è ancora molto e soprattutto la classifica deve essere migliorata gara dopo gara: attualmente sono 7 i punti dalla coppia Verona-Inter per l’ultimo posto valido per entrare in Europa. Ed ora mercoledì il Milan ha la ghiotta occasione di staccare il pass per la semifinale di Coppa Italia affrontando l’Udinese in casa.

FORMAZIONI - Seedorf al debutto in panchina opta per un offensivo 4-2-3-1. In difesa spazio a De Sciglio ed Emanuelson sulle corsie laterali con Bonera e Zapata centrali; in mezzo al campo la coppia De Jong-Montolivo, mentre dietro l’unica punta Balotelli ci sono Robinho, Honda e Kakà. Sull’altra sponda, Mandorlini, che in settimana ha perso Jorginho (passato al Napoli), deve rinunciare anche a Luca Toni, fermo per un attacco influenzale. Confermato il solito 4-3-3 con Cacia centrale supportato da Iturbe e Juanito Gomez.

PRIMO TEMPO - Parte subito forte il Milan, che nei primi 8’ crea tre azioni degne di cronaca. La prima (2’) con Robinho che calcia debolmente, poi una bella triangolazione Emanuelson-Honda-Emanuelson (6’) con Rafael che smanaccia come può il tiro deviato da un difensore veronese, e la terza (8’) con Kakà che di testa non riesce ad inquadrare la porta. Il Milan tiene palla, cerca di giocare velocemente ma gli manca la cattiveria sotto porta, come al 14’ quando Kakà serve Balotelli che di prima calcia di poco fuori.

Il Verona, che si difende e cerca di colpire solamente in contropiede, al 17’ rischia di andare sotto: cross di De Sciglio, Balotelli lascia sfilare, ma Honda non è preciso nel controllo che lo avrebbe messo davanti a Refael. Gli ospiti si fanno vedere per la prima volta al 25’ con Iturbe che ci prova su punizione, ma la palla termina alta, e subito dopo (27’) con un bolide di Hallfredsson che Abbiati blocca senza affanni.

Il Milan tiene sempre il pallino del gioco, e prima del riposo mette i brividi a Rafael in altre due circostanze. Prima con un destro di Balotelli (39’) a giro che il portiere del Verona smanaccia come può, poi al 45’ con capitan Montolivo, che lascia partire un destro dalla distanza che termina di poco fuori.

SECONDO TEMPO - Seedorf perde subito Bonera (52’) per un problema fisico ed al suo posto inserisce Silvestre, preferito ai due francesi Rami e Mexes. Al 56’ contropiede rossonero con Honda che calcia malamente fuori. Mandorlini prova a cambiare la fase offensiva inserendo Martinho al posto di Cacia, con Gomez che si sposta in posizione centrale del tridente. Ma è il Milan a fare la gara e al 68’ ci si mette anche la sfortuna sulla strada del vantaggio rossonero, perché la conclusione di Robinho dal limite viene deviata da un difensore scaligero, e poi la palla sbatte sul palo con Rafael spiazzato.

Il Verona prova a colpire soprattutto in contropiede con la velocità di Iturbe e Romulo, ed è proprio l’attaccante ex Porto al 71’ ad impensierire Abbiati, che respinge come può. Seedorf nel quarto d’ora finale si gioca la carta Petagna al posto di Robinho, ed è proprio l’attaccante al minuto 81 a far partire l’azione che porta al rigore (netto) su Kakà che viene steso in maniera ingenua da Gonzales. Dal dischetto (82’) va Balotelli che non sbaglia. Nel finale Mandorlini getta nella mischia Jankovic, proprio al posto di Gonzales per l’arrembaggio finale, ma Abbiati non corre rischi fino al 93’.

CHIAVE - La clamorosa ingenuità di Gonzales al minuto 81 che causa il rigore. Il fallo su Kakà è netto, ma soprattutto è un fallo che si poteva evitare, visto che il brasiliano si stava trascinando la palla sul fondo.

MOVIOLA - Senza affanni la prova di Bergonzi. Primo tempo senza  episodi, mentre nella ripresa la gara si fa più viva. Giusti i tre cartellini gialli: Silvestre e Montolivo per gioco scorretto e Maietta per proteste. Non ci sono dubbi sul rigore assegnato al Milan nel finale, perché Gonzales stende Kakà in maniera ingenua.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Romulo: Come nel match d'andata sfodera una prestazione eccellente. Gamba e cuore ma non solo. Gli è mancato solo il goal.

IL PEGGIORE - Alejandro Gonzalez: Rovina una prova al limite della sufficienza con un interventio inutile e dannoso che regala i tre punti al Milan

Sullo stesso argomento