thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 22 ottobre 2013
  • • 20.45
  • • Stadio Giuseppe Meazza, Milano
  • Arbitro: F. Brych
  • • Spettatori: 74487
1
FIN
1

Milan e Barcellona, sfida lottata a lungo in mezzo al campo

Milan-Barcellona 1-1: Il Diavolo gioca alla pari coi marziani blaugrana, Robinho e Messi firmano il pari

Milan e Barcellona, sfida lottata a lungo in mezzo al campo

API

Ottimo prestazione del Milan che gioca senza timore contro il Barca ed ottiene un preziosissimo pari. Tutto nel primo tempo: Robinho apre i conti su assist di Kakà, Messi pareggia.



Un Milan coraggioso e diverso da quello visto nelle gare di campionato riesce a fermare in casa il Barcellonadi Messi e Neymar. A San Siro, che torna ad essere gremito, le due squadre danno vita ad una gara divertente e ricca di emozioni. Finisce 1 a 1. Vantaggio rossonero dopo 9’ con Robinho servito da Kakà, ma a metà primo tempo ci pensa il solito Messi a ristabilire la parità. Nel complesso netto il possesso palla in favore del Barcellona, anche se le occasioni migliori capitano sui piedi di Robinho e Muntari.

Kakà torna a giocare una gara di Champions League con la maglia del Milan dopo ben 2058 giorni; l’ultimo match fu nella sconfitta casalinga (2-0) nel ritorno degli ottavi contro l’Arsenal che eliminò proprio i rossoneri. La prova del brasiliano è più che sufficiente, impreziosita anche dall’assist per Robinho in occasione del vantaggio. Ora saranno decisive le ultime due gare contro Celtic (in Scozia) ed Ajax (in casa), con la speranza che fra 15 giorni i rossoneri possano riportare almeno un punto dal Camp Nou.

FORMAZIONI - Allegri lancia a sorpresa il tridente con il falso nove… Robinho agisce da punta centrale, con Kakà e Birsa sugli esterni. A centrocampo Muntari è preferito a Poli e completa il trio con Montolivo e De Jong. In difesa, davanti ad Amelia ci sono Mexes e Zapata centrali, con Abate e Constant terzini. Sull’altra sponda El Tata Martino punta su Messi e Neymar affiancati da Sanchez.

PRIMO TEMPO - Parte meglio il Milan spinto anche dai tifosi…Al 7’ Robinho serve in profondità Muntari che batte Valdes, ma il giocatore rossonero è in posizione irregolare. Passano due minuti (9’) ed i rossoneri passano in vantaggio. Azione orchestrata da Robinho che vince un contrasto con Piquè, serve Kakà che gli chiude il triangolo con un assist di esterno che permette a Binho di battere Valdes. Il Barcellona inizia a far girare palla e al 19’ dopo una punizione di Messi che termina di poco a lato, al 23’ trova il pari sempre con l’argentino.

Il Milan perde palla malamente a centrocampo e Messi, entrato in area e superato Mexes, batte Amelia. La gara è divertente e al 28’Mexes sfiora il nuovo vantaggio sugli sviluppi di un corner. Nell’ultimo quarto d’ora è un continuo possesso palla del Barcellona, che sfiora il vantaggio in due occasioni: la prima al 37’ con Sanchez, poi allo scadere della prima frazione (46’) con un diagonale di Neymar che fa la barba al palo.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con la clamorosa palla goal sprecata da Robinho in contropiede. Minuto 51’, Muntari serve Robinho che tutto solo in area manca clamorosamente il pallone. Sulla ripartenza, ci vuole un super Amelia a fermare da pochi passi la conclusione di Iniesta che era entrato in area con troppa facilità.

Al 64’ Allegri getta nella mischia Balotelli (non al meglio) al posto di Robinho, autore di una buona prova, anche se pesa l’occasione sprecata ad inizio secondo tempo. Al 68’ Kakà dal limite ci prova rasoterra, ma Valdes non si fa sorprendere. Il Barcellona continua a far girare la palla, con un possesso che sfiora il 65%, e al 70’ Messi pesca ottimamente Adriano che però da ottima posizione calcia fuori. Allegri prova a correre ai ripari, togliendo dal campo un esausto Kakà (71’) ed inserendo Emanuelson rimanendo sempre al 4-3-3.

Anche Martino effettua il primo cambio del match (74’) togliendo Sanchez per Fabregas. Nel finale il Barcellona prova ad alzare ancora di più il ritmo, ma è di Muntari (82’) l’occasione del possibile 2-1, anche se il centrocampista del Milan incespica sul pallone sul più bello e non impensierisce Valdes. Gli ultimi cinque minuti sono una sofferenza per i difensori milanisti che cercano di sventare il pallone il più lontano possibile. L’ultima emozione arriva al 91’ con una conclusione di Dani Alves che però non mette in difficoltà Amelia.

CHIAVE - Nonostante il possesso palla in netto favore del Barcellona (64% contro 36%), gli spagnoli non riescono a portare a casa i tre punti, che sarebbero valsi il passaggio agli ottavi. Pesa ad inizio ripresa il clamoroso errore di Robinho, che “cicca” il pallone a tu per tu con Valdes. Nel complesso delle occasioni create il pareggio è giusto.

MOVIOLA - Dopo lo scandalo di venerdì, Brych tiene bene la gara che non regala episodi da moviola. Giusti i gialli sventolati a Sanchez, Montolivo, Muntari e Fabregas.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Kakà. Parte a bomba e duetta alla grande con Binho. Suo l'assist  d'esterno pregevole per l'1-0. Non è ancora al top della condizione, ma i numeri ci sono eccome. Ha tanta voglia ed il pubblico di San Siro lo sostiene.

IL PEGGIORE - Neymar. Non convince la stella brasiliana. Mai uno spunto importante ed un'occasione importante sprecata nel primo tempo.

Sullo stesso argomento