thumbnail Ciao,
Diretta Live

Premier League

  • 02 marzo 2013
  • • 16.00
  • • Old Trafford, Manchester
  • Arbitro: N. Swarbrick
  • • Spettatori: 75586
4
FIN
0

Manchester United-Norwich 4-0: Tutto facile per i Red Devils, decidono una tripletta di Kagawa e un eurogoal di Rooney

Manchester United-Norwich 4-0: Tutto facile per i Red Devils, decidono una tripletta di Kagawa e un eurogoal di Rooney

Shinji Kagawa anotó por triplicado

In una gara molto tattica, il giapponese sblocca il risultato nel primo tempo, per poi chiudere i giochi con altre due reti nella ripresa. Nel finale a segno il numero 10.

Un Manchester United atomico schianta con un 4-0 fragoroso il Norwich, grazie alla prima tripletta made in Japan di Kagawa e a un goal strepitoso di Rooney. In questo modo i Red Devils si portano momentaneamente a +15, mettendo una seria ipoteca sul titolo, in attesa dei cugini del City impegnati in un ostico Monday Night contro l'Aston Villa.

FORMAZIONI - Anche con il Real Madrid alle porte, Sir Alex Ferguson preferisce schierare un 4-4-1-1 stellare. Tra i pali viene confermato ancora un volte il giovane De Gea, mentre la linea difensiva è composta da Smalling, Vidic, Evans, Evra. In cabina di regia agiranno Carrick e Anderson, sulle fasce, invece, spazio a Valencia e Kagawa. In avanti a Rooney e Van Persie il compito di gonfiare la rete avversaria.

Tattica speculare per Houghton, che opta per uno schema che dia compattezza alla propria squadra soprattutto nelle zone nevralgiche del gioco. In porta Bunn, i quattro della retroguardia sono Martin, Bassong, Turner e Garrido. Johnson, Howson fungono da filtri del centrocampo con Snodgrass e Pilkington esterni. Davanti Hoolahan a supporto dell'unica punta Holt.

PRIMO TEMPO – L'andata si era conclusa 1-0 per i canarini gialli con una rete di Pilkington, e anche all'Old Trafford il Norwich si presenta a testa alta, tenendo il campo con grinta e intensità. Passano i minuti e i Red Devils iniziano a dominare il possesso palla, ma è un gioco innocuo che non mette in difficoltà la difesa ospite. Anzi dopo il primo quarto d'ora la miglior occasione capita sui piedi Johnson che però crossa malamente non riuscendo a servire Holt e Hoolahan liberissimi nel centro dell'area United.

I rossi di Manchester si svegliano dal torpore iniziale e con inserimenti taglienti attaccano lo spazio costringendo il portiere Bunn a tre tempestive uscite rispettivamente su Rooney, Van Persie e Kagawa. Poi è progressivo dominio della squadra di casa che rinchiude i canarini nella propria trequarti esercitando un pressione continua e asfissiante.

Qualche occasione importante viene creata soprattutto sulla fascia destra grazie ad un ispirato Valencia. In ogni caso tutte le conclusioni di Rooney e Van Persie vengono murate coraggiosamente dai ragazzi di Hughton, che si difendono con ordine e determinazione. Quella che per 45' minuti era sembrata una fortezza insormontabile, con ben dieci uomini a respingere l'assedio nei pressi della propria porta, improvvisamente crolla e in maniera quasi fortuita.

Valencia mette in mezzo un pallone morbido, Van Persie controlla male, ma favorisce Kagawa che, con un guizzo di prima, da distanza ravvicinata, supera Bunn. Si chiude sull' 1-0 quindi la prima frazione.

SECONDO TEMPO – La ripresa parte sulla falsariga della prima, con uno United un po' mollo anche se in completo controllo dei ritmi di gioco. Al 52' Rooney imbeccato superbamente da Kagawa si trova di fronte a Bunn lo scarta, ma il portiere è bravo a toccare il pallone quanto basta. L'attacante della nazionale inglese rotola in terra, ma il giudice di gara Swarbrick vede bene e non fischia il rigore.

Il team di Ferguson aspetta la reazione del Norwich che però attacca disordinatamente e senza brillanti idee, al 61' però su torre di Holt, Martin sbaglia un tap-in incredibile a un metro dalla linea difesa da De Gea, spedendo la palla sopra la traversa, mani nei capelli per gli ospiti. Welbeck, a mezz'ora dalla fine, prende il posto di Van Persie, cambio in ottica Champions League.

I canarini avevano da poco conquistato alcuni metri di campo costringendo addirittura Vidic ed Evans a qualche chiusura affannosa quando al 75' su palla recuperata dai centrali del Manchester, Carrick serve Rooney in corsa con un lancio profondo. Il numero dieci dei Red Devils sterza a rientrare e offre un assist delizioso a Kagawa che, dal punto del dischetto, non sbaglia. Giapponese che così sigla la doppietta personale e chiude in via definitiva il match.

Poi è solo monologo United che esprime tutta la sua superiorità e mette quasi in imbarazzo la retroguardia avversaria. A quattro minuti dalla fine Welbeck serve Rooney che coglie nuovamente il l'inserimento del nipponico e servendolo con il contagiri gli permette di conquistare, con un cucchiaio squisito a scavalcare l'uscita di Bunn, la prima tripletta della sua carriera. C'è ancora tempo perchè al 89' Rooney sale ancora un volta in cattedra e con un bolide dalla distanza porta il risultato sul 4-0. E con quest'ultima fiammata roboante dei Red Devils finisce la partita.

LA CHIAVE – Il goal al 45' del primo tempo ha stordito il Norwich che fino a quel momento aveva retto le offensive della compagine di Ferguson con egregio spirito di squadra e sacrificio. Garrido non è riuscito a contenere in nessun modo la scorribande di Valencia sulla fascia destra, e una volta che i canarini si sono riversati all'attacco, concedendo spazi ai killer dello United, il match ha preso subito la direzione voluta dai capoclassifica, concludendisi con l'inevitabile tracollo degli ospiti.

MOVIOLA – Partita semplice e priva di qualunque episodio controverso ne consegue un'ottima gara dell'arbitro Swarbrick e dei suoi collaboratori. Giusta l'ammonizione a Snodgrass per entrata a gamba tesa su Evra. Corretto non concedere il rigore a Rooney per l'intervento prodigioso, anche se goffo, di Bunn, tanto che non c'è manco un accenno di lamentele da parte del Manchester.

Sullo stesso argomento