thumbnail Ciao,
Diretta Live

Premier League

  • 03 febbraio 2013
  • • 17.00
  • • Etihad Stadium, Manchester
  • Arbitro: A. Taylor
  • • Spettatori: 47301
2
FIN
2

Manchester City-Liverpool 2-2: Agüero salva i Blues, ma lo United è sempre più lontano

Manchester City-Liverpool 2-2: Agüero salva i Blues, ma lo United è sempre più lontano

Getty Images

Gran partita all'Etihad. Dzeko segna l'1-0, Sturridge pareggia con una botta da fuori. Nella ripresa raddoppia Gerrard, poi il goal dell'argentino. Mancini a -9 dai rivali.

È un 2-2 che sa di sconfitta, quello del Manchester City, perché lo United è ora a 9 punti dalla vicecapolista. In una gara splendida e piena di occasioni da goal il Liverpool non ruba nulla, anzi: gioca bene, pareggia quasi immediatamente con Sturridge lo svantaggio di Dzeko e raddoppia nella ripresa con una botta di Gerrard. Solo una papera in uscita di Reina consente ad Agüero di trovare perlomeno il pari. Ma il City, ora, ha 53 punti contro i 62 dei Red Devils.

FORMAZIONI – Mancini lascia a riposo Tevez, lanciando dal primo minuto Dzeko assieme ad Agüero. Javi Garcia rimpiazza ancora Yaya Touré, impegnato in Coppa d’Africa, mentre l’infortunato Kompany è sostituito in difesa da Nastasic. Rodgers punta sulla vena realizzativa di Suarez e Sturridge, schierando titolare anche Henderson. Al centro della retroguardia ci sono Carragher e Agger.  

PRIMO TEMPO - Bello e frizzante, il primo tempo scivola via velocemente. Rodgers ha promesso battaglia alla vigilia, e in effetti i 17 punti che separano il Manchester City dal suo Liverpool in campo non si vedono. Tanto che la chance più grossa è di Sturridge, che supera Hart con un gran controllo ma vede il proprio destro a porta vuota rimpallato in corner dal provvidenziale rientro di Zabaleta.

Poi, ecco i goal. Inizia Dzeko, che sottomisura devia in rete il centro radente effettuato da sinistra da Milner, servito da Silva. La gioia degli uomini di Mancini, però, dura poco. Agger anticipa lo stesso bosniaco in maniera fallosa, l’arbitro Taylor non fischia e sul proseguimento dell’azione Sturridge punisce Hart con un sinistro da fuori che il portiere della nazionale inglese vede appena.

Entrambe le squadre vogliono conquistare i 3 punti, e sta qui la bellezza del match. A trovarsi meglio sul terreno di gioco è il Liverpool. Il tiro cross da destra di Johnson spaventa Hart ma termina sulla parte alta della traversa; Zabaleta rischia moltissimo in un retropassaggio al portiere finito per sua fortuna lentamente sul fondo; infine, lo stesso Hart blocca il destro al volo di Suarez.

SECONDO TEMPO – A iniziare meglio la ripresa, mentre tutti si aspettano un City all’arrembaggio, sono ancora gli ospiti. Trascinati da Sturridge e Suarez, i Reds si riversano nella metà campo blue e sfiorano il vantaggio quando Lescott anticipa Carragher a un passo dalla porta, su centro dell’uruguaiano. Poi, proprio Sturridge chiede un rigore, ma Taylor lo ammonisce per simulazione.

I padroni di casa arrancano alla ricerca di un goal scaccia-ansie, ma a trovare la gioia del raddoppio è la squadra di Rodgers: Gerrard è preciso nello scaricare alle spalle di Hart il destro da fuori che manda in delirio i tifosi giunti da Liverpool. E lo stesso capitano potrebbe far tris, con una punizione insidiosa che non viene toccata da nessuno e termina di un soffio a lato.

Quando il successo ospite, e il baratro dei padroni di casa, paiono a un passo, ecco spuntare il Kun Agüero. L’argentino approfitta di una scellerata uscita di Reina per superarlo e, in posizione defilata ma con la porta vuota, andare a segno per il 2-2. Assalti finali, con Maicon che di testa non trova la porta e Hart che respinge il sinistro potente e insidioso di Sturridge. E il risultato non cambia più. Giusto così.

CHIAVE – Il duello Hart-Sturridge fa scintille. L’attaccante pareggia immediatamente nel primo tempo, spegnendo ogni entusiasmo dei Blues. E il portiere gli nega nel finale il 3-2 con una grande respinta.

MOVIOLA – Non perfetto, l’arbitro Taylor. Il City protesta molto, e a ragione, sul fallo di Agger su Dzeko, non sanzionato, da cui parte l’azione dell’1-1 di Sturridge.



Sullo stesso argomento