thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 25 agosto 2013
  • • 20.45
  • • Stadio Armando Picchi, Livorno
  • Arbitro: D. Massa
  • • Spettatori: 12940
0
FIN
2

Livorno-Roma 0-2: Dominio giallorosso al 'Picchi', De Rossi e Florenzi lanciano la Lupa

Allo stadio 'Picchi', nella prima giornata di Serie A, i giallorossi partono con il piede giusto superando il Livorno per 0-2. Decidono le reti di De Rossi e Florenzi.

I goal della Serie A sul tuo smartphone, all'istante! Scopri GoalFlash

Allo stadio 'Armando Picchi', in un match valido per la prima giornata di Serie A, parte bene la nuova Roma di Garcia, che supera il Livorno per 0-2. Decidono le reti di De Rossi e Florenzi (per lui anche un palo). Nel primo tempo traversa di Totti. Netto il dominio giallorosso, tanto da lavorare per Nicola in casa amaranto.

FORMAZIONI– Nicola schiera i labronici con il classico 3-5-1-1. Bardi in porta, la linea a tre della difesa è composta da Valentini, Emerson e Ceccherini. Schiattarella e Gemiti larghi sugli esterni, in mezzo al campo Luci, Duncan e Greco.Belingheri agisce alle spalle dell’unica punta Paulinho. Garcia risponde con un ambizioso 4-3-3.Tra i pali debutto ufficiale per De Sanctis, Maicon e Balzaretti larghi. Al centro della difesa ecco la coppia formata da Castan e Benatia. Bradley, De Rossi e Pjanic centrocampo, davanti c’è la sorpresa Borriello. Insieme a lui Florenzi e Totti.

PRIMO TEMPO -La nuova Roma alla francese parte forte, schiacciando a lungo il Livorno nella propria metà campo. Subito pericoloso Florenzi, che impegna Bardi in due tempi. Al 17’ è Maicon a provarci con una botta dalla distanza, il portiere scuola Inter respinge con i pugni.

Sei minuti dopo primo brivido giallorosso, punizione dai venticinque metri di Emerson: De Sanctis para a terra non senza patemi.  Quindi si scatena Totti, al 24’ la sua conclusione si spegne a lato non di molto, al 28’ è solo la traversa a negare la gioia del goal al capitano della Lupa.

Al 33’ primo cambio della gara,  Nicola richiama in panchina Gemiti e lancia nella mischia Mbaye. La mossa sembra  frenare gli ardori giallorossi, la gara diventa soporifera e le emozioni latitano. Il primo tempo si chiude così con un pari a reti bianche.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa i ritmi restano bassi, al 57’ è Florenzi a dare la scossa con un diagonale di controbalzo che impegna Bardi. Dopo un’ora di gioco Garcia decide di lanciare nella mischia Gervinho al posto di uno spento Borriello.

Sarà un caso ma il match decolla. Al 64’ altro legno giallorosso, ancora con l’ottimo Florenzi, passa un minuto e la Lupa sblocca finalmente il match grazie ad una staffilata dalla lunghissima distanza di De Rossi, che mette così fine a un lungo digiuno personale. La Roma vola sulle ali dell’entusiasmo e trova il raddoppio, in goal con il moto perpetuo Florenzi. Stavolta il suo ennesimo diagonale non perdona.

All’80’ Maicon prova a servire il tris, Bardi però si esalta negando la gioia della rete al terzino brasiliano.La partita finisce praticamente qui, i giallorossi vincono e festeggiano. Labronici ancora troppo acerbi per certi palcoscenici. Urge crescere e anche in fretta, il massimo campionato non aspetta nessuno.

CHIAVE – Il moto perpetuo Florenzi risulta decisivo per spaccare la difesa labronica. Importante nell’economia del match anche il cambio tra Borriello e Gervinho. Troppo accentratore e lontano da una condizione accettabile il bomber campano. Discutibile la scelta di Garcia che gli concede una maglia da titolare decisamente inattesa.

MOVIOLA – Ottime le interpretazioni degli assistenti su alcuni offside quasi al limite. Nel complesso senza pecche la prestazione del sestetto arbitrale.

Dalle Pagelle:

MIGLIORE - DE ROSSI: Ben tornato Daniele, proprio cosi il più criticato dello scorso anno in casa giallorossa, uno dei simboli di questa squadra, risorge e segna un gran goal: conclusione dai 25 metri e Bardi battuto 1 a 0. La vena del collo torna a gonfiarsi, il centrocampista della Nazionale si riprende la Roma e questo fa ben sperare il mondo giallorosso. Ottimo inizio di campionato!


PEGGIORE - GEMITI: Non entra mai in partita soffre sempre il due contro uno e Nicola alla mezz'ora lo richiama in panchina sostituendolo.

Sullo stesso argomento