thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 13 aprile 2014
  • • 15.00
  • • Stadio Armando Picchi, Livorno
  • Arbitro: A. Damato
  • • Spettatori: 13540
2
FIN
4

Livorno-Chievo 2-4: Paloschi regala un pezzo di A ai gialloblù

Con una tripletta di Paloschi e un goal di Thereau, il Chievo è riuscito a battere, in trasferta, per 4-2 il Livorno, mettendo una seria ipoteca sulla salvezza.

Un Paloschi in edizione deluxe regala al Chievo un successo di importanza capitale nella corsa verso la salvezza. Il centravanti di scuola Milan segna la tripletta che spacca la partita avvicinando il Livorno al mesto ritorno in serie B. Solo una clamorosa rimonta in queste ultime gare di campionato potrebbe rimettere in gioco gli amaranto.

FORMAZIONI - Nel Livorno l'ex di turno Mimmo Di Carlo oltre al lungodegente Luci deve ancora fare a meno dell'infortunato Emerson. Al centro della difesa c'è Coda affiancato da Valentini e Castellini. In attacco a sopresa spazio per Siligardi. Nel Chievo Corini si affida al consueto 4-3-1-2 con Hetemaj falso trequartista e la coppia goal composta da Paloschi e Thereau, vincente nel ballottaggio con Obinna.

PRIMO TEMPO - Neanche il tempo di annotare gli schieramenti che il Livorno passa, ad infilare Agazzi ci pensa una precisa inzuccata di Luca Siligardi, la vera mossa vincente di Mimmo Di Carlo. Dopo 2 minuti, incredibile ma vero, il Chievo pareggia, con Paloschi che si conferma implacabile killer delle aree di rigore. Gli amaranto accusano il colpo e nei minuti successivi il Chievo si fa pericoloso con Thereau, di testa, e ancora Paloschi. La grande occasione per i veneti arriva al 21', Hetemaj si ritrova solo davanti a Bardi, bravissimo ad annullare la conclusione, non granchè a dir la verità, del finlandese.

Il goal è però nell'aria e arriva un minuto dopo, lo sigla Thereau con un preciso colpo di testa sul quale Bardi non può niente. Al 31' altro episodio di una frazione scoppiettante, fallo di Rigoni su Paulinho, Damato concede il penalty che lo stesso brasiliano trasforma. Le emozioni non sono finite, in pieno recupero il Chievo passa di nuovo e ancora con Paloschi, implacabile sotto porta.

SECONDO TEMPO - Già al 48' il Chievo sfiora il poker, Paloschi si beve in velocità Valentini e spreca solo soletto davanti a Bardi. Sul corner successivo ancora formidabile Bardi su Thereau. Al 54' altro rigore, stavolta a favore del Chievo, per un tocco di Biagianti su Radovanovic, che Paloschi trasforma.

Tripletta per il giovane centravanti di scuola Milan ed è anche l'episodio che di fatto chiude la partita, i restanti 40 minuti servono solo per le statistiche. Il Chievo porta quindi a casa tre punti importantissimi che lo avvicinano alla salvezza e inguaia invece il Livorno che ora è terz'ultimo.

LA CHIAVE - Corini piazza Paloschi sul centro destra ed il centravanti affetta la difesa siglando una splendida tripletta.

LA MOVIOLA - Damato tiene bene in pugno una partita non facile. In occasione dei due rigori concessi l'impressione è che la decisione del direttore di gara sia giusta, anche se sull'episodio del penalty concesso al Livorno il guardalinee non si è avveduto che, sul cross dal fondo di Piccini per Paulinho, la palla aveva già oltrepassato la linea di fondo campo.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Paloschi. Tre goal in una delle partite più importanti dell'anno per quanto riguarda la corsa salvezza del Chievo, cos'altro volere di più? Ah sì, l'assist per il goal di Thereau: fatto!

IL PEGGIORE - Valentini. Partita da dimenticare per lui, cui Paloschi regala un pomeriggio da incubo.

Sullo stesso argomento