thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 16 marzo 2014
  • • 15.00
  • • Stadio Armando Picchi, Livorno
  • Arbitro: M. Bergonzi
  • • Spettatori: 10171
2
FIN
1

Livorno-Bologna 2-1: Vittoria da 6 punti per i labronici

Benassi e Paulinho segnano a inizio ripresa, poi il Bologna accorcia su rigore e fa paura agli avversari in 11 contro 9. Ma il Livorno resiste e opera il sorpasso in classifica.

Dopo tre settimane di digiuno il Livorno torna alla vittoria, ancora contro una squadra dai colori rossoblu: dopo il Cagliari tocca al Bologna cadere sotto i colpi di Benassi e Paulinho. Uno due devastante in avvio di ripresa che non concede scampo agli emiliani regalando ai toscani il soprasso in classifica. Un ko che invece spedisce la truppa di Ballardini in piena zona retrocessione; per salvarsi bisogna tornare a quel gol che manca oramai da ben 516'.

FORMAZIONI - Nei padroni di casa Di Carlo ha quasi tutta la rosa a disposizione; unico assente capitan Luci, out per tutta la stagione, rilevato da Biagianti. In difesa Castellini vince il ballottaggio con Coda nel ruolo di centrale di sinistra. Nel Bologna Ballardini recupera Cristaldo e Morleo ma è senza Ibson,  Della Rocca e Rolando Bianchi: dentro Acquafresca, a gennaio vicinissimo al Livorno.

PRIMO TEMPO - Si parte con le due squadre molto guardinghe. La prima occasione arriva all'11', ed è per gli amaranto: cross dalla trequarti di Benassi, Paulinho anticipa la difesa felsinea ma il suo colpo di testa si perde a lato.

Dopo 15' da registrare il primo cambio negli ospiti, esce l'acciaccato Kone - un azzardo averlo schierato dal primo minuto - dentro Garics. Il Bologna si vede al 24', fiacco il colpo di testa di Acquafresca ben servito da Antonsson. E' l'ultimo episodio da segnalare, i successivi 20' sono davvero di una noia mortale.

SECONDO TEMPO - Si riparte con Emeghara al posto dell'inguardabile Belfodil e lo svizzero è subito determinante offrendo dopo appena 1' a Benassi l'assist che il centrocampista di scuola Inter trasforma nel goal del vantaggio amaranto. Il Bologna prova a replicare ed al 6' è bravo Bardi a sventare in corner una punizione (deviata) di Lazaros.

Sul rovesciamento di fronte il Livorno raddoppia: ci pensa Paulinho a mettere in frigo 3 punti fondamentali nella corsa alla salvezza. Per il brasiliano è l'undicesimo gol stagionale. Il doppio svantaggio costringe Ballardini ai ripari: dentro Moscardelli e Pazienza al posto di Antonsson e Perez. I felsinei provano a reagire ma confermano i problemi offensivi visti nell'ultimo mese di campionato.

Al 35' il Livorno rimane in 10: doppio giallo per Mbaye. Subito dopo Di Carlo inserisce Rinaudo al posto di Biagianti. Pochi minuti dopo gli amaranto rimangono addirittura in 9 per il fallo in area di Emeghara su Morleo: rigore trasformato da Christodoulopoulos. Gli ultimi minuti sono un assedio del Bologna, ma gli amaranto conservano il  vantaggio ed alla fine festeggiano il preziosissimo successo con i loro tifosi.

CHIAVE - L'ingresso di Emeghara spariglia le carte: la freccia elvetica è protagonista di varie discese sulla destra e dopo 1' offre a Benassi l'assist del vantaggio.

MOVIOLA - Bergonzi dirige con piglio e autorevolezza una partita non facile, caratterizzata soprattutto nel secondo tempo da uno spiccato ardore agonistico. Coraggiose, ancorché giuste, le espulsioni di Mbaye prima ed Emeghara poi.

Dalle pagelle

IL MIGLIORE - Paulinho. L'anima del Livorno. Va a sprazzi così come la squadra, ma corre dappertutto e ha il merito di realizzare il raddoppio.

IL PEGGIORE - Belfodil. Spreca un'altra chance da titolare, non riuscendo mai a produrre qualcosa di interessante tra i mugugni del suo pubblico.

Sullo stesso argomento