thumbnail Ciao,
Diretta Live

Europa League

  • 22 novembre 2012
  • • 19.00
  • • Stadio Olimpico, Roma
  • Arbitro: Fernando Teixeira Vitienes
  • • Spettatori: 23318
0
FIN
0

Lazio-Tottenham 0-0: Gazza non ispira, tra Aquila e Spurs ancora reti bianche... ma Petkovic festeggia la qualificazione

Lazio-Tottenham 0-0: Gazza non ispira, tra Aquila e Spurs ancora reti bianche... ma Petkovic festeggia la qualificazione

Getty Images

Pericolosissimo, per i londinesi, Gareth Bale: il gallese ha messo a segno un goal, poi annullato, impegnando Marchetti alla parata. Kozak sprecone.

La Lazio non va oltre lo 0-0 contro il Tottenham ma riesce comunque ad ottenere la qualificazione ai sedicesimi di finale. La squadra di Petkovic domina per tutti i 90' ma non riesce a trovare il gol, un po' per la mancanza di precisione di Kozak, un po' per un paio di miracoli operati da Lloris.

Il Tottenham, al contrario, gioca una gara davvero deludente. I vari Adebayor,Dempsey,Sandro deludono tantissimo, Bale gioca a sprazzi. La squadra di Vilas-Boas non sembra in grado di fare il salto di qualità richiestole.

FORMAZIONI - Petkovic sceglie il 4-1-4-1 con Kozak unica punta. Ledesma è l'uomo davanti alla difesa, a completare il centrocampo ci sono Mauri,Hernanes,Gonzalez e Lulic. In difesa spazio per il giovane Cavanda e per il francese Ciani che sostituisce l'infortunato Dias.

Vilas Boas opta per un 4-5-1 con l'americano Dempsey a fare da sostegno all'unica punta Adebayor. A centrocampo c'è il giovane Carroll insieme a Sandro, sugli esterni Bale e Sigurdsson. In difesa turno di riposo per Gallas, al suo posto c'è Caulker, che ha da poco debuttato in nazionale. Giovani anche sugli esterni difensivi con Naughton e Walker.

PRIMO TEMPO - La Lazio parte subito molto aggressiva, tenendo la linea di difesa molto alta e aggredisce molto i portatori di palla del Tottenham. Questa tattica, però, porta anche a dei rischi dietro e, infatti, dopo sei minuti Bale si infila tra le maglie biancocelesti e segna, ma il guardalinee ferma tutto per la posizione di fuorigioco dell'ala gallese.

I biancocelesti reagiscono subito e creano una grande occasione con Ledesma, il centrocampista argentino prova una gran botta dalla distanza e Lloris la manda sul palo, con uno stile tutt'altro che impeccabile. La squadra di Petkovic continua ad insistere e porta per due volte Kozak molto vicino al gol, in entrambi i casi Lloris si supera e salva il risultato.

L'attaccante polacco, che sostituisce Klose, sembra molto coinvolto nel gioco e in grado di far soffrire la retroguardia degli Spurs. Il Tottenham si fa vedere soprattutto in fase di ripartenza, grazie alle sgroppate di Bale, una spanna sopra tutti i compagni.

Mauri e Ledesma sono molto bravi a dettare i tempi a centrocampo, dando il giusto ritmo e la giusta aggressività alla squadra. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, sostanziale equilibrio nei primi 45' ma Lazio capace di creare più pericoli rispetto agli inglesi.

SECONDO TEMPO - La Lazio inizia la ripresa in modo un po' sonnacchioso, lasciando troppo campo al Tottenham. Nonostante i primi minuti di appannamento, i biancocelesti creano una grande palla gol al 60', sfruttando un errore difensivo degli Spurs, Kozak, però, sbaglia clamorosamente a tu per tu con Lloris, con il portiere francese che aveva lasciato un angolo della porta completamente sguarnito.

Dopo questa grande occasione torna un grande equilibrio, la Lazio cerca soprattutto verticalizzazioni per Kozak, giocando un calcio complessivamente migliore, mentre il Tottenham di Vilas-Boas gioca solo ed esclusivamente in ripartenza, senza riuscire a creare grossi fastidi alla retroguardia della Lazio.

Il tecnico portoghese, allora, decide di dare maggiore brio al suo reparto offensivo e dalla panchina fa entrare Defoe e Lennon, al posto degli spenti Dempsey e Sigurdsson. Arriva un cambio anche nella Lazio, con l'ingresso in campo di Ederson al posto di un opaco Hernanes.

Ederson riesce a dare subito grande vivacità alla manovra della Lazio, muovendosi su tutto il fronte d'attacco. La gara, però, continua a non sbloccarsi. La squadra di Petkovic gioca decisamente meglio del Tottenham ma non riesce a trovare il gol, anche a causa di un paio di grandi interventi di Lloris, compreso quello arrivato al 84' su un colpo di testa di Ciani.

Petkovic prova il tutto per tutto ed inserisce Floccari e Candreva al posto di Kozak e Lulic. Ultimo cambio anche nel Tottenham: dentro Dembelè, al ritorno dopo l'infortunio, fuori Carroll. Nel finale la Lazio sfiora ancora il gol con Floccari ma il risultato resta inchiodato sullo 0-0. La Lazio passa il turno con questo punto ma resta un po' di rammarico per non aver vinto una partita dominata fin dall'inizio.

CHIAVE - Le geometrie di Ledesma e Mauri sono davvero preziose per la prestazione della Lazio. I due centrocampisti dettano tutti i tempi alla squadra e giocano una gara impeccabile, peccato non aver trovato il gol contro un Tottenham decisamente inferiore ai biancocelesti.

MOVIOLA - Gara gestita bene dall'arbitro, pochi episodi dubbi. Giusta la decisione del guardalinee sul gol annullato a Bale, anche se di poco il gallese è in fuorigioco. Un solo cartellino giallo a Vertonghen in una partita molto corretta.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Lloris. L'unica incertezza su un tiro dalla distanza di Ledesma poi cala la saracinesca a para tutto. L'intervento contro Ciani nel finale di partita è strepitoso. Kozak un paio di volte lo grazia e lui ringrazia

IL PEGGIORE - Kozak. Lotta, combatte ma un centroavanti deve buttarla dentro. Lui ha tante occasioni, un paio clamorose ma non riesce mai a buttarla dentro. Con Klose sarebbe stata una storia diversa

Sullo stesso argomento