thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 06 aprile 2014
  • • 12.30
  • • Stadio Olimpico, Roma
  • Arbitro: G. Calvarese
  • • Spettatori: 27319
2
FIN
0

Lazio-Sampdoria 2-0: Candreva&Lulic, l'Aquila vola sull'Europa

Il centrocampista sblocca il risultato a fine primo tempo su perfetto assist di Keita. Quindi è il bosniaco a chiudere definitivamente i giochi, nonostante l'espulsione di Biglia.

In uno stadio con pochi tifosi e in un clima tipico da gara di fine campionato, la Lazio ottiene tre punti fondamentali per la corsa all'Europa League battendo 2-0 la Sampdoria con un goal per tempo (di Candreva e Lulic le reti. Sampdoria quasi mai in partita, neanche nella ripresa con l'uomo in più dopo il rosso di Biglia.

FORMAZIONI - La Lazio deve fare a meno dell'infortunato Klose, presente oggi in tribuna, e Reja decide di far affidamento su Helder Postiga, per la prima volta in campo dall'inizio. A centrocampo torna Biglia che prende il posto di Ledesma; altra chanche anche per Berisha che sostituisce un irriconoscibile Marchetti nell'ultimo periodo.
 
Lo squalificato Mihajlovic (in panchina c'è il suo secondo Nenad Sakic) ha a che fare con l'infortunio di capitan Gastaldello, sostituito in questa circostanza da Regini. In attacco spazio a Maxi Lopez, supportato da Eder e Gabbiadini.

PRIMO TEMPO - Le squadre risentono di un Olimpico semideserto e della mancanza di spettacolo sugli spalti e l'inizio di gara offre davvero pochi spunti da commentare. Il gioco latita da entrambe le parti: a fare la partita dovrebbe essere la Lazio, alla ricerca di punti per l'Europa, ma gli uomini di Reja partoriscono soltanto una sterile occasione con Candreva, che getta al vento l'ottima preparazione dell'azione con un destraccio inguardabile.

La prima vera opportunità la creano gli ospiti su schema da calcio d'angolo, molto simile a quello che portò al goal di Paulinho contro l'Inter la settimana scorsa: suggerimento di Soriano che pesca Gabbiadini, il cui sinistro mette i brividi a Berisha ma termina leggermente alto.

Il pericolo corso scuote i biancocelesti che sfiorano subito dopo il vantaggio con una bordata del solito Candreva sulla quale si oppone però Da Costa che salva i suoi. L'estremo difensore blucerchiato non può nulla però poco dopo, quando ancora Candreva raccoglie un assist dalla destra di Keita e va a segno con un rasoterra beffardo che porta in vantaggio la Lazio proprio al tramonto del primo tempo.

SECONDO TEMPO - Quella che sembrava essere una partita in discesa per la Lazio si trasforma subito nell'esatto opposto, quando Biglia si vede sventolare il secondo giallo da Calvarese per fallo su Krsticic ed è costretto ad abbandonare il campo lasciando in 10 i suoi. La Samp deve rinunciare però poco dopo a Gabbiadini per un problema alla spalla, al suo posto entra Sansone, mentre Reja decide di coprirsi con l'uomo in meno togliendo Postiga per Mauri.

I genovesi provano a raggiungere il pareggio con Sansone, la cui conclusione è ottimamente sventata da Berisha ma, a trovare la rete, è invece la Lazio con Lulic, abile a finalizzare un assist di Mauri con un potente destro in piena area che non lascia scampo a Da Costa.

Questa è un'autentica mazzata per la Sampdoria che cerca disperatamente il goal che riaprirebbe la partita ma sul colpo di testa a botta sicura di Soriano, dopo un'uscita a vuoto di Berisha, è Biava che intercetta il pallone proprio sulla linea di porta spegnendo definitivamente le residue speranze di rimonta dei blucerchiati. Nel finale spazio anche per Joseph Minala, giovane attaccante della Primavera laziale sulla cui presunta età si è tanto discusso negli ultimi tempi.

CHIAVE - Lo spostamento di Keita sulla fascia destra proprio in occasione del goal di Candreva è stato decisivo: su quella fascia il giovane senegalese ha trovato maggiore libertà di azione dopo che, per quasi tutto il primo tempo, è stato fortemente limitato dall'esperienza e dal fisico di De Silvestri che non gli ha lasciato sbocchi. L'espulsione di Biglia nella ripresa sembrava poter favorire la Sampdoria nel raggiungimento del pareggio, ma paradossalmente i blucerchiati hanno subito lo 0-2 in quello che doveva essere il momento del pronto riscatto.

MOVIOLA - Biglia viene espulso per doppia ammonizione a inizio ripresa quando stende Krsticic con un fallo tattico: giallo giusto. Molti dubbi però sulla prima ammonizione: non sembra esserci infatti il fallo su De Silvestri.

Dalle Pagelle:

MIGLIORE - Keita: Le sue accelerazioni sono sempre motivo di preoccupazione per la difesa doriana. Serve a Candreva l'assist per il goal che vale l'1-0.

PEGGIORE - Biglia: La sua esplusione rischia di pregiudicare una vittoria raggiunta con i denti.

Sullo stesso argomento