thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 24 febbraio 2013
  • • 15.00
  • • Juventus Stadium, Torino
  • Arbitro: D. Celi
  • • Spettatori: 38000
3
FIN
0

Juventus-Siena 3-0: Lichtsteiner, Giovinco e Pogba stendono i toscani e spediscono provvisoriamente il Napoli a -7

I bianconeri battono la compagine di Iachini, sfortunata per i due legni colti da Emeghara e Terlizzi nella ripresa, riscattando la sconfitta di settimana scorsa con la Roma.

Allo Juventus Stadium i ragazzi di Conte si rendono protagonisti di un'ottima prestazione e vincono 3 a 0 sulla squadra allenata da Iachini. Il Siena non riesce ad essere incisivo e si fa travolgere dall'euforia degli juventini. Napoli momentaneamente a -8 in classifica.

FORMAZIONI - La Juventus si schiera con il classico 3-5-2, Conte sceglie Pogba e Pirlo a centrocampo, in attacco la coppia Vucinic-Giovinco, ritorna dal primo minuto Marchisio. Il Siena risponde con un ben organizzato 3-4-2-1, unica punta Emeghara, dietro di lui agiscono Rosina e Valiani, per la regia della mediana Iachini opta per Bolzoni.

PRIMO TEMPO - I primi 45 minuti sono tutti della Juventus, pressing altissimo e tanta qualità, il Siena soffre moltissimo l'impatto dello stadio, dei tifosi e della forza mentale e fisica dei bianconeri. Già nei primi minuti si susseguono numerose occasioni per la squadra di Conte che non riesce però a superare la saracinesca difensiva creata da Pegolo.

Quindi, al 30', Vucinic inventa un passaggio delizioso per Lichsteiner che grazie ad un rimpallo favorevole dopo un tocco di pugno del portiere del Siena trova la deviazione vincente per il vantaggio bianconero. Il match prosegue sullo stesso binario fino al 45' anche se, nonostante le difficoltà, il Siena prova a farsi vedere dalle parti di Buffon ottenendo comunque ben pochi risultati.

SECONDO TEMPO - Seconda frazione di gioco meno euforica rispetto alla prima, la Juventus pratica un calcio attendista e organizza la manovra offensiva a fiammate. Il Siena non riesce a reagire e si abbandona lentamente alla sconfitta. Al 29', sugli sviluppi di un calcio di punizione, la palla capita tra i piedi di Giovinco che è rapidissimo nel trovare la conclusione e insaccare in rete. Il risultato non sembra quindi essere destinato a ulteriori variazioni, ma, al 31' Emeghara trova la traversa con una grande incornata e cerca di alimentare l'orgoglio della squadra di Iachini.

La Juventus reagisce da grande corazzata e davanti all'offensiva del Siena risponde trovando addirittura il terzo gol con una conclusione chirurgica di Pogba da fuori area che sorprende Pegolo: triplice fischio e +8 momentaneo dei ragazzi di Conte sul Napoli.

CHIAVE - Impossibile assegnare il merito di questa vittoria ad un singolo giocare, il risultato ottenuto è merito dell'organizzazione di tutta la squadra che ha letteralmente schiacciato l'avversario in una partita che poteva diventare spinosa e difficile da vincere. Si potrebbe celebrare la grande partita di Barzagli, lo strapotere fisico di Pogba, la geometria di Pirlo e la corsa di Lichsteiner, ma in realtà la chiave del match è semplicemente tutta la Juventus.

MOVIOLA - Solo due decisioni arbitrali discutibili da parte di Celi, il primo avviene al 15' quando Rubin commette uno dei più classici falli tattici per fermare l'avanzata di Pogba e non viene successivamente ammonito. Il secondo episodio da analizzare è una spinta in area di rigore ai danni di Vucinic anche se l'attaccante montenegrino sembra accentuare la caduta.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Stephan Lichtsteiner: Spina nel fianco per i toscani con i suoi tagli e il goal che sblocca il risultato.

IL PEGGIORE - Francesco Della Rocca:
Sbaglia praticamente tutto, perdendo palloni che scottano e patendo il maggiore spessore della mediana bianconera.

Sullo stesso argomento