thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 07 novembre 2012
  • • 20.45
  • • Juventus Stadium, Torino
  • Arbitro: A. Stavrev
  • • Spettatori: 31366
4
FIN
0

Juventus-Nordsjaelland 4-0: Il poker dell'orgoglio, la Signora riparte in Europa

Juventus-Nordsjaelland 4-0: Il poker dell'orgoglio, la Signora riparte in Europa

Getty Images

Tutto facile per i bianconeri contro la modesta formazione danese. Apre Marchisio dopo sei minuti, a segno anche Vidal, Giovinco e Quagliarella.

Partita a senso unico: non c'è modo migliore per definire Juventus-Nordsjaelland, l'incontro che segna il ritorno alla vittoria dei bianconeri in Champions. La Signora conclude il primo tempo sul 3-0 con reti di Marchisio, Vidal e Giovinco. La traversa ferma il titolare Matri che non trova il goal. Nel secondo tempo è Quagliarella a firmare il 4-0 definitivo. Tre punti fondamentali che lanciano la Juventus verso le sfide decisive per la qualificazione contro Shakhtar e Chelsea.

FORMAZIONI - La Juventus si schiera con il 3-5-2 tipo, Matri e Isla le novità. Per l’attacco dunque vengono confermate le anticipazioni di Alessio nel pre-partita: Matri dal primo minuto, il ballottaggio per il suo partner d’attacco si risolve in favore di Sebastian Giovinco, panchina invece per Quagliarella. A Isla la fascia destra, Lichtsteiner in tribuna. Schierato Chiellini nonostante la diffida.

Hjulmand schiera lo stesso 4-2-3-1 dell’andata. Laudrup, in dubbio fino all’ultimo minuto, parte titolare. Insieme a Lorentzen e John compone il trio di incursori alle spalle dell’unica punta Beckmann.

PRIMO TEMPO - Parte forte la Juventus: subito goal al 6’ di Marchisio che finalizza con un guizzo da attaccante una splendida azione manovrata. Bianconeri padroni del campo, il Nordsjaelland soffre molto l’ampiezza di gioco juventino. Isla e Asamoah si mostrano in grande forma. Al 16’ Marchisio si trova a tu per tu con il portiere danese che neutralizza la sua conclusione a rete. Dopo 120 secondi Vidal spara alto un pallone filtrato in area a seguito di una azione che si è sviluppata da calcio d’angolo.

Un irriducibile Vidal firma la seconda rete al 22’: primo tiro ribattuto dalla difesa danese che cerca di controllare un brutto pallone in area, il cileno non si arrende, recupera la sfera e in scivolata batte Hansen. Espressione di pura determinazione. Pochi minuti dopo Matri sfortunato su calcio d’angolo, stampa il pallone sulla traversa con uno splendido stacco.

Lanci, filtranti, cross, dribbling e azioni manovrate. La Juve mostra tutto il suo repertorio. Al 32’ Hansen si produce in una parata spettacolare. Deviato sul fondo un gran tiro di Marchisio da fuori area, conclusione nata dagli sviluppi dell’ennesimo calcio d’angolo a favore dei bianconeri.

Contropiede magistrale della Juventus al 37’: Giovinco si propone sulla destra, viene servito magistralmente da Pirlo e scocca un chirurgico destro che scheggia il palo opposto. Gli applausi allo Stadium accompagnano la compagine di Conte-Alessio negli spogliatoi. Si chiude sul 3-0 il primo tempo, con una sola squadra in campo.

SECONDO TEMPO - Alla ripresa nessun innesto per i bianconeri. Il Nordsjaelland cambia due giocatori: Laudrup e Adu lasciano il posto a Christiansen e Christensen. Modulo invariato. Parte forte la Juventus, sulla sponda di Matri parte una gran botta di Vidal da fuori area, Hansen para.

Al 52’ entra in campo Paul Pogba che prende il posto di un applauditissimo Vidal. Danesi più propositivi, complice un pressing meno aggressivo della Juventus che osserva lo sterile giro palla avversario. Al 60’ Alessio decide di sostituire Giovinco con Quagliarella. Due minuti dopo arriva il primo tiro in porta dei danesi.

Clamorosa occasione sprecata da Matri al 63’: l’ex Cagliari in corsa solitaria verso Hansen, tenta il dribbling sul portiere ma si allunga troppo il pallone, Okore lo raggiunge e spazza. Pessima condizione mentale: manca la cattiveria. Segue il terzo cambio per la Juve, esce Chiellini ed entra Lucio. La Juve cala il poker: goal di Quagliarella da calcio d’angolo, palla tesa di Pirlo che viene spizzata da Matri e depositata in rete con un’incornata dall’attaccante napoletano.

Ad un quarto d’ora dal termine il Nordsjaelland si impegna in qualche azione offensiva. Qualche minuto dopo Marchisio, in una rapida controffensiva, tira fuori da buona posizione in area. Game over allo Juventus Stadium. Grande calcio, primo tempo splendido e la Juve riparte, dopo la sconfitta contro l’Inter, con i tre punti necessari per la corsa alla qualificazione.

LA CHIAVE - Orgoglio, determinazione e voglia di riscatto. Vidal e Marchisio orientano la partita, non soltanto con le loro marcature. Geometrie, pressing e gran dinamismo della Juve permettono un domino nette della sfida.

MOVIOLA - Partita serena. Offside fischiati correttamente nel primo tempo, valutazioni in alcuni casi davvero molto difficili. Solo un fuorigioco errato su Matri al 69’ sporca la conduzione arbitrale del secondo tempo.

Sullo stesso argomento